Calciomercato Milan/ News, idea Biabiany. News al 27 gennaio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, Seedorf è stato chiaro con Galliani, servono rinforzi per tornare competitivi in campionato.  Si apre l’ipotesi del colpo dell’ultimo secondo Biabiany

FabioCoentrao
(Foto Infophoto)

Seedorf è stato chiaro con Galliani, servono rinforzi per tornare competitivi in campionato. Sotto ‘accusa’ tutti i reparti che stanno mostrando i loro numerosi limiti durante le ultime partite di campionato. Per il Milan si apre l’ipotesi del colpo dell’ultimo secondo Biabiany. Il giocatore è in uscita dal Parma tentato dal club cinese Guangzhou. Durante la trasmissione Tiki Taka su Mediaset è stato segnallato il Milan come possibile destinazione. I cinesi sono avanti con le trattative ma il Milan spera di inserirsi sftuttando i buoni rapporto con il club emiliano ed il cartellino di Saponara.

Il Milan cerca un esterno: Clarence Seedorf ha già chiesto alcuni elementi alla sua dirigenza, magari senza fare nomi ma certo segnalando quelli che possono essere i ruoli nei quali i rossoneri hanno maggiormente bisogno di essere coperti. Uno di questi è a sinistra, dove un terzino non c’è: sia Emanuelson che Constant sono adattati, e De Sciglio giocherà stabilmente a destra – portando all’addio di Ignazio Abate, molto probabilmente. Allora, Adriano Galliani avrebbe telefonato a Carlo Ancelotti (a volte mantenere i vecchi rapporti serve) chiedendoli ufficialmente o quasi Fabio Coentrao. Già accostato alla Juventus, il portoghese che José Mourinho aveva fortemente voluto al Real Madrid pagandolo 30 milioni di euro trova poco spazio, ma nonostante questo non sarebbe sul mercato: Ancelotti non vuole fare a meno di lui. E’ possibile che la volontà del giocatore in questo senso possa fare la differenza; la molla potrebbe essere l’imminente Mondiale, e il rischio che il posto nell’undici titolare di Paulo Bento si allontani. In realttà però Coentrao non dovrebbe avere rivali su quella fascia: dunque è probabile che il Milan debba rivolgersi altrove per il suo terzino sinistro.

E’ ufficiale il trasferimento di Michael Essien dal Chelsea al Milan. Come vi abbiamo già spiegato, nella tarda mattinata è arrivato l’annuncio del club rossonero circa la firma del nazionale ghanese fino al 30 giugno del 2015. L’ex Blues ha commentato il tutto attraverso il proprio profilo Twitter e poi ha esternato le proprie sensazioni ai microfoni di Milan Channel: «Grazie per il benvenuto, tutto mi sta facendo una bellissima impressione, il Milan è un grande club e sono felice di essere qui. Sono molto contento delle parole di Seedorf, è una brava persona e gli ho già parlato. E’ un piacere sentire le sue parole. Aspetto quello che accadrà domani, ci sarà la presentazione e dopo comincerò ad allenarmi. Non vedo l’ora di aggregarmi alla squadra e alla famiglia Milan; poi vedremo quello che succederà». La speranza di Essien, naturalmente, è quella di poter vincere qualcosa con la casacca rossonera: «Io do sempre il massimo, combatto per la squadra dal primo all’ultimo minuto. Spero di raggiungere qualcosa. Obiettivi? Vedremo, ora aspetto solo di iniziare a giocare e fare il mio meglio per il Milan». Intanto il Palermo si è interessato a Krisztian Tamas, 18enne terzino sinistro facente parte della Primavera del Milan. Il talento ungherese alla corte di Inzaghi è finito nel mirino della società rosanero che vede allontanarsi Lazaar, tentato da Parma e Napoli

Nuovo scambio saltato in casa Napoli. Come sottolineato stamane dal quotidiano La Repubblica, il club partenopeo ha ricevuto una proposta dal Milan: il cartellino di Pablo Armero in cambio di quello di Philippe Mexes. Una proposta interessante visto che gli azzurri sono alla ricerca di un innesto in difesa, ma la stessa società campana ha dovuto dire no all’affare per via dell’alto ingaggio percepito dal francese, ben 4 milioni di euro netti annui. E’ il secondo tentativo effettuato dal Milan per avere Armero dopo lo scambio con Constant non andato a buon fine per il rifiuto del ghanese. La cosa certa è che il centrocampista colombiano sembra destinato all’addio. Intanto aumentano le società interessate a Kasper Schmeichel, portiere in forza al Leicester, squadra che milita nella “Serie B” inglese. Sulle tracce del figlio del grande Peter vi sarebbe il Manchester United, la squadra nella quale proprio il padre conquistò la Champions League. A darne notizia è il tabloid Sun che allontana quindi il portiere danese dai rossoneri, alla luce anche delle parole del tecnico dello stesso Leicester, all’oscuro da tutto.

Ora è veramente ufficiale: Michael Essien è a tutti gli effetti un calciatore del Milan. L’annuncio è arrivato poco fa sul profilo Twitter dei rossoneri. Risolto il giallo relativo alle visite mediche, il ghanese potrà aggregarsi da ora ai nuovi compagni e iniziare a prepararsi in vista del primo impegno con il Milan. Molto probabilmente Clarence Seedorf potrebbe convocare l’ex Chelsea per la sfida in programma nel weekend, la gara contro il Torino a San Siro, e non è da escludere che già nell’occasione il calciatore possa mettere qualche minuto nelle gambe. Molto dipenderà dalle condizioni fisiche dello stesso nazionale ghanese che ha giocato poco nella prima metà stagionale allo Stamford Bridge di Londra con la casacca dei Blues. Il Milan ha annunciato anche la presentazione alla stampa di Essien: si terrà domani alle ore 13.00 in quel del centro sportivo di Milanello. “Ho appena firmato il mio contratto con uno dei club migliori al mondo – le parole di Essien su Twitter dopo l’ufficialità – sono davvero felice e non vedo l’ora di vincere titoli con la squadra. #ForzaMilan”. La società di via Aldo Rossi piazza così il terzo colpo ufficiale di questo mercato di riparazione 2014 che volge alla conclusione: dopo Rami e Honda è arrivato anche Essien. Resta da capire se l’ex Chelsea sarà l’ultimo acquisto o se ci sarà ancora spazio per un ulteriore colpo last-minute.

Niente da fare, Gabriel Paletta non lascerà Parma entro il prossimo 31 gennaio. Le avance prestigiose di Milan, Roma, Napoli e Fiorentina non hanno affatto scalfito il patron dei Ducali, Ghirardi, che interpellato stamane da Radio Anch’io Lo Sport, ha ribadito: «Sabato contro la Roma ci sarà ancora Parolo? Noi andremo all’Olimpico per divertirci e per farlo servirà la rosa al completo. Credo che Parolo e Paletta ci saranno». I rossoneri vogliono un centrale per rinforzare la retroguardia, ma alla luce delle dichiarazioni del numero uno del Parma dovranno cambiare obiettivo. Intanto sembra sempre più lontano da Milanello il brasiliano Robinho. L’ex Manchester City è partito ieri dal primo minuto nella sfida contro il Cagliari ma ancora una volta ha dato vita ad una prestazione scialba e opaca. Il Milan proverà a piazzarlo nei prossimi giorni (magari al Monaco?), anche se la trattativa non sarà semplice, visto che il giocatore ha firmato pochi mesi fa il prolungamento. Infine, attenzione alla novità Rodolfo Pizarro Thomas, 19enne attaccante del Pachuca e nazionale messicano. Secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni, i rossoneri si sarebbero messe sulle tracce di questo interessante prospetto sudamericano ma solo in ottica estiva.

Alessandro Matri e Luca Antonini sono due ex calciatori del Milan che si stanno togliendo delle soddisfazioni… lontano da Milanello. Il terzino di casa Genoa è uno degli assoluti protagonisti della buona stagione del Grifone e dopo lo sfogo su Twitter della moglie in seguito all’esonero di Allegri, ieri è arrivato un altro gol per il calciatore della corsia mancina. A fine gara, ai microfoni di Sky Sport, l’ennesimo messaggio indiretto al Conte Max: «Venire a giocare qui a Genova – dice – mi ha fatto sentire importante. Il mister mi ha dato la continuità che mi era mancata a Milano. Io sto bene e mi sto meritando il posto. Non devo dimostrare niente a nessuno, ho 32 anni. Qui mi conoscevano, sapevano chi fossi e mi hanno preso senza pensarci: li ringrazio per questo». Altro calciatore che sembra essere letteralmente rinato da quando ha lasciato Milanello è Alessandro Matri. Pronti-partenza e subito una doppietta contro il Catania con la nuova maglia Viola. Nella sfida contro il Genoa non è arrivato il gol ma la prestazione è stata comunque positiva, ben lontana da quanto vistosi dalle parti di Milano negli scorsi sei mesi: «Qui sono contento e mi sento bene. – ha spiegato a fine match l’attaccante di Sant’Angelo Lodigiano – io volevo mettermi in gioco subito, c’era questa possibilità di staccare dal momento negativo ed ho voluto giocarmi le mie carte anche per il Mondiale. Qui ho la possibilità di giocare e quindi posso far bene cercando di scalare qualche posizione nei piani del ct». Questa volta, però, nessun messaggio contro Allegri, visto che il Conte Max aveva voluto fortemente riabbracciare il proprio pupillo dopo l’esperienza al Cagliari: peccato che il matrimonio rossonero fra i due si sia concluso in maniera decisamente tragica, calcisticamente parlando…

Visite mediche superate per Michael Essien. Come vi abbiamo già raccontato ieri, il neo-centrocampista del Milan ha ottenuto l’idoneità sportiva nonostante i rumors delle ultime ore spingessero verso il contrario. Qualche intoppo c’è stato, dovuto ai recenti infortuni al ginocchio dello stesso ghanese, ma il Milan ne era già a conoscenza e non si è di certo allarmato. Lo stesso Essien ha voluto prendere la parola e tramite il proprio profilo Twitter ha mandato un sms tagliente ai suoi detrattori: «Coloro che odiano divulgheranno il tuo fallimento e sussurreranno il tuo successo. Visite mediche fatte. Non vedo l’ora di cominciare la mia nuova vita con il Milan. Dio perdoni». Nel frattempo in casa Milan si attendono nuovi sbarchi in questi restanti cinque giorni che ci separano dalla chiusura della finestra di mercato. «Mercato chiuso con Essien? Non lo so, provate a chiedere a Galliani», parole firmate Clarence Seedorf che probabilmente spera di avere un nuovo difensore centrale. La retroguardia è stata nuovamente presa di mira nella sfida di ieri contro il Cagliari e in contemporanea è tornata la voce Nemanja Vidic. L’alternativa all’ex nazionale serbo dello United è il solito Gabriel Paletta, che piace molto anche alla Roma ma che il Parma non cederà tanto facilmente. Inoltre, in via Aldo Rossi bisognerà prima vendere Philippe Mexes, nel mirino dei turchi del Trabzonspor e soprattutto del Monaco. Un’operazione non semplice ma Galliani è il re del last-minute e stiamo decisamente entrando nella sua zona…

Seconda vittoria consecutiva per il Milan targato Clarence Seedorf. Sofferta, soffertissima come lo era stata quella contro il Verona; il 2-1 di Cagliari però fa tornare il sereno in casa rossonera, e lo stesso tecnico olandese si è presentato ai microfoni nel post partita con buona disposizione ad affrontare anche domande “scomode”. Naturalmente di nomi di calciomercato non si è parlato, se non di Michael Essien (“è un guerriero e lo useremo con giudizio, ci sarà utile”); ma l’indiscrezione è comunque arrivata. “In questa settimana cercheremo di fare un buon calciomercato”, queste le parole di Seedorf; e allora, si tratta di capire chi potrebbe arrivare, e chi invece salutare. Adriano Galliani qualche altro investimento sul calciomercato vorrebbe farlo, e in particolare cerca un altro difensore centrale di esperienza. Un nome su tutti: quello di Nemanja Vidic che è in uscita dal Manchester United e, avendo il contratto in scadenza, può arrivare a prezzo di saldo o quasi. Profilo che piace tantissimo ad Adriano Galliani, giocatore che Seedorf conosce molto bene (si sono affrontati più volte sul campo), il serbo è al centro di un interesse che tocca anche Fiorentina e Juventus. Queste due squadre sono però più concentrate su altri ruoli, e sappiamo bene quanto Galliani sia abile a chiudere operazioni lampo di calciomercato. Dovesse arrivare Vidic, per una questione di costi legati agli ingaggi saluterebbe con tutta probabilità Robinho, destinato ormai da più di un anno a fare rientro in Brasile. 

C’è però un discorso che si lega anche al prossimo calciomercato di giugno. Seedorf è l’allenatore del futuro, indipendentemente da come andrà a finire questa stagione: giusto che l’olandese pensi a recuperare il più possibile in questa stagione ma abbia già oggi il margine per affrontare la campagna acquisti che verrà. Gli orizzonti sono ovviamente ancora nebulosi, ma qualche nome di calciomercato spunta già all’orizzonte. E attenzione, perchè potrebbero essere dei movimenti grossi: si dice infatti che Seedorf voglia aumentare la qualità a centrocampo, ma giocando con il non può permettersi troppa qualità a discapito dell’interdizione. Così, dei due mediani titolari il grande sacrificato può essere, e in questo momento sembra essere così, Riccardo Montolivo; l’ex della Fiorentina non ha mai davvero convinto con la maglia del Milan e potrebbe proseguire altrove la sua carriera. Il tecnico olandese ha già ben chiaro nella sua mente chi debba essere il sostituto: il suo conazionale Adem Maher, cresciuto tantissimo nella sua esperienza con l’AZ Alkmaar e oggi titolare inamovibile, a 20 anni, del PSV Eindhoven con cui ha già segnato tre gol. E’ lui il regista del futuro del Milan secondo le strategie di calciomercato a tavolino: formerà una coppia mediana con Nigel De Jong, fermo restando che giocatori come Bryan Cristante rientreranno comunque nel progetto, avendo però un ruolo di seconde linee.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori