Calciomercato Milan/ News al 8 gennaio 2014: Zaccardo verso l’Inghilterra

- La Redazione

Calciomercato Milan, i rossoneri si occupano del mercato in uscita. Pronta la cessione in Inghilterrra di Zaccardo, West Bromwich Albion interessato al difensore.

fernando_primopiano
(INFOPHOTO)

Galliani ha dettato la linea del Milan, sfoltire la rosa per tornare sul mercato. Tra i primi in uscita sembra essereci Zaccardo. Arrivato il Gennaio scorso non ha raccolto molte presenze da tiitolare e potrebbe cercare una nuova sistemazione che gli garantisca maggiore minutaggio. Seocndo Michele Criscitiello, direttore di tuttomercatoweb, il West Bromwich Albion ed il Milan starebbero trattando la cessione del difensore ex-Parma. Con l’arrivo di Rami Zaccardo ha ancora meno possibilità di scendere in campo e lo scarso feeling con Allegri spinge il difensore lontano da Milano.

Conferme su Fernando. Il Milan, perso Radja Nainggolan che era l’obiettivo numero uno, adesso punta con decisione il centrocampista brasiliano (con passaporto portoghese) del Porto. Le ultime notizie sono positive: ci sarebbero infatti conferme sul fatto che Adriano Galliani abbia incontrato in Brasile l’agente del calciatore. Certo la trattativa non si preannuncia affatto semplice: Fernando infatti vorrebbe liberarsi a parametro zero per essere sicuro di accasarsi dove vuole (e cioè in Serie A), mentre il Porto, che naturalmente punta a monetizzare, starebbe spingendo per la cessione immediata, non prima però di aver fatto rinnovare il contratto a Fernando, così da poter mettere nelle casse ancor più di quello che potrebbe raggranellare con l’attuale accordo. Il tempo stringe e la concorrenza è forte: il Napoli al momento sembra concentrato su altri calciatori, ma se decidesse di rivolgere le proprie attenzioni sul Do Dragao avrebbe certamente una maggiore disponibilità economica.

Il futuro di Alessandro Matri si apre a diverse alternative. E’ fresca l’ipotesi di scambio con la Lazio, che porterebbe il centravanti a disposizione di Edy Reja e Senad Lulic a Milanello. Per ora è un’idea, rossoneri e biancocelesti ne riparleranno e non è da escludere che l’affare possa coinvolgere più giocatori. Secondo le indiscrezioni riportate da Sky Sport anche la Sampdoria sta studiando la situazione di Matri. In particolare i blucerchiati potrebbero imbastire con il Milan la seguente operazione: approdo dell’ex juventino a Genova e ritorno di Andrea Petagna in rossonero; in questo caso il Milan aiuterebbe la Samp nel pagamento dell’ingaggio di Matri, che ad oggi è di circa 2,5 milioni a stagione. Decisamente troppi per i parametri doriani che raggiungono al massimo il milione: se i rossoneri contribuiranno sul fronte stipendio Matri potrebbe anche accettare la destinazione Samp. Al momento l’attaccante lodigiano sembra aver bisogno “solo” di tornare un titolare fisso, cosa che la squadra di Mihajlovic può garantirgli. Si tratta comunque di un’operazione complessa, ancora tra le varie bozze delle due squadre. I blucerchiati sorvegliano anche possibilità più economiche, come Rolando Bianchi del Bologna: la situazione è in stand-by perché i felsinei hanno appena cambiato allenatore passando da Pioli a Ballardini, e l’ex granata potrebbe essere rivalutato. Quanto al Milan: la cessione di Matri non è scontata ma visto l’andazzo società e giocatore stanno valutando la miglior soluzione. Se l’affare con la Sampdoria andasse in porto Petagna tornerebbe alla base per poi venire nuovamente prestato, visto l’affollamento offensivo che caratterizza i rossoneri.

Una vera e propria prova d’amore quella compiuta da Keisuke Honda, nuovo numero 10 del Milan, per vestire il rossonero. Il calciatore, richiesto da ogni parte del mondo, avrebbe addirittura rifiutato compagini come il Barcellona e l’Everton pur di vestire la tanto agognata casacca rossonera. Se ne è parlato oggi durante la conferenza stampa di presentazione, ma lo ha ribadito anche Ernesto Bronzetti, noto mediatore di mercato vicino alla società meneghina: “Su di lui c’erano Manchester City, Barcellona ed Everton, ma non è stato difficile: lavoravamo su un terreno fertile, Honda sognava il Milan. È troppo lento? Ne vorrei di giocatori così lenti. Segna e fa segnare. Anche Rivera era lento, no? Poi non mi pare…”. Premesse importanti quelle per il neo calciatore del Milan, chiamato a mantenere la tradizione dei grandi numeri 10 rossoneri. Un affare, quello che ha portato Honda in rossonero, che comunque porterà anche a livello non strettamente sportivo grandi benefici al Milan. In Giappone sono già tutti pronti a fare follie per vedere Keisuke Honda in campo. 

Il Milan continua a guardare con estrema attenzione all’Hellas di Verona. Sono infatti moltissimi i gioielli veneti che fanno gola al club di via Aldo Rossi a cominciare dal direttore sportivo Sean Sogliano. Sarà proprio il rampante manager dei gialloblu colui che prenderà il posto di Ariedo Braida e che lavorerà a fianco di Adriano Galliani nei prossimi mesi. Moltissimi i nomi indicati dal dirigente del Verona ed oltre ai soliti Jorginho e Iturbe ecco spuntare un inedito. Secondo quanto raccoglie la stampa francese il Milan starebbe pensando anche a Romulo, 26enne brasiliano molto polivalente, in grado di giocare sia sulla mediana, ipoteticamente in un 4-2-3-1 al fianco di De Jong, sia nel ruolo di terzino/interno destro. Una duttilità molto interessante visto che il Diavolo cerca non soltanto rinforzi per il centrocampo, quanto per le corsie. Non sarà però semplice per il Milan mettere le mani sul classe 1987 carioca visto che il cartellino dello stesso appartiene alla Fiorentina. L’ipotesi è comunque fattibile soprattutto in ottica estiva.

Nel frattempo non si placano le voci che vogliono Balotelli pronto a lasciare Milanello. L’idea di Super Mario è quella di rimanere a Milano fino al termine della stagione, come confessato dallo stesso a Chi, ma poi il futuro sarà tutto da scrivere. Con il Milan probabilmente fuori dai giochi Champions, il bomber bresciano potrebbe cercarsi una nuova sistemazione e fra le mete più gettonate continua ad esservi il Chelsea: Josè Mourinho sarebbe infatti pronto a scommettere nuovamente sull’ex interista e in caso di offerta ad hoc il Milan sarà costretto a lasciarlo partire.

Cercasi acquirenti per Alessandro Matri. Il messaggio non è stato pubblicato su uno dei quotidiani nazionali, ma poco ci manca. Il Milan mette in vendita l’ex attaccante della Juventus, pagato ben 12 milioni di euro lo scorso mese di agosto, e reduce da sei mesi letteralmente disarmanti. In 939 minuti giocati, poco più di 10 partite intere, il centravanti di Sant’Angelo Lodigiano ha segnato una sola rete, un’inutile marcatura contro il Parma allo stadio Tardini. A stupire non è tanto il gol che non arriva, quanto le prove dello stesso attaccante rossonero, quasi sempre gravemente insufficienti. Il Milan cerca quindi acquirenti per il proprio giocatore ma non sarà semplice. Fra le piste più battute c’è quella che porta alla Lazio, ma lo scambio con Hernanes, ora come ora, appare utopico. Attenzione invece all’idea dell’ultima ora che vede i rossoneri pronti a girare alla Lazio il proprio attaccante in cambio del terzino/esterno sinistro Senad Lulic, accostato a diverse big di Serie A fra cui anche la Juventus. Un’operazione che sarebbe agli albori e che potrebbe coinvolgere anche Constant, altro giocatore rossonero con le valigie in mano, da tempo nel mirino di Lotito.

Nel frattempo continuano ad essere accostati alla squadra 2014-2015, quella che sarà probabilmente guidata da Seedorf, i nomi di Doria, giovane difensore centrale del Botafogo, compagno di squadra dello stesso Clarence, e Ederson, attaccante dell’Atletico Parananese. A loro due potrebbe aggiungersi il brasiliano naturalizzato portoghese, Fernando, per un Milan che potrebbe quindi tornare a parlare verdeoro. Ma a proposito del futuro del calciatore olandese non si possono sottovalutare le recenti dichiarazioni di Marcelo Teixeira, ds della Fluminense, che interpellato da Sport Mediaset ha messo in dubbio l’addio dell’ex rossonero a giugno: «Seedorf prossimo allenatore del Milan? Credo che sia possibile, ma non ora perché in Brasile sta giocando alla grande. Ha un ottimo rendimento e mi pare difficile che possa lasciare così il calcio. Fra due o tre anni però potrebbe tornare in Italia per allenare il Milan, come si parla da tempo anche qui in Brasile».

In attesa dello sbarco di Clarence Seedorf a Milanello, pronto a divenire l’erede di Massimiliano Allegri, spunta una candidatura a sorpresa dalle parti di via Aldo Rossi. L’allenatore dello Zenit di San Pietroburgo, l’italianissimo Luciano Spalletti, ha rilasciato un’intervista in cui si è tutt’altro che nascosto: «Sarebbe positivo arrivare al Milan in questo momento – dice l’ex Roma e Udinese – Tutti sono consapevoli nel mondo rossonero che bisogna cambiare diverse cose. È finito un ciclo e ne va aperto uno nuovo». Uno Spalletti che sarebbe stuzzicato in particolare dall’idea di allenare Balotelli: «Avrei da dirgli alcune cose. Mario ha qualità, è forte ma ogni tanto ha bisogno dei consigli giusti. In attesa del prossimo episodio strano, che capiterà di sicuro». Spalletti è sempre stato in orbita Milan e spesso e volentieri il nome del tecnico toscano è spuntato dalle parti di Milanello, sia recentemente, nei 4 anni di Allegri, sia in precedenza, prima dello sbarco del Conte Max e durante la permanenza di Ancelotti sulla panchina rossonera. Di Spalletti il Milan apprezza la filosofia votata all’attacco, uno dei precisi diktat del presidente Berlusconi da quando si è insediato a capo del Diavolo, quasi trent’anni or sono. Tra l’altro insieme all’allenatore toscano chissà che non possa sbarcare a Milanello anche Mimmo Criscito, vero e proprio pupillo dello stesso, e nel mirino del Milan da diverso tempo. Il difensore partenopeo sogna il ritorno in Italia: a gennaio l’operazione non sembra fattibile ma in estate… Chi invece potrebbe sbarcare fin da subito a Milanello è Fernando, centrocampista del Porto in scadenza di contratto. L’ad Galliani, durante la conferenza stampa di presentazione di Honda, ha spiegato: «Fernando? Non c’è niente di particolare, si seguono tanti giocatori, ma non c’è nessuna trattativa avanzata per Fernando che è comunque un buon giocatore. Adesso siamo 30 giocatori, vediamo di riuscire a sfoltire. Sono arrivati Honda e Rami, che presenteremo nei prossimi giorni, ora vedremo di lasciarne partire qualcuno perché siamo troppi. Ad occhio e croce il mercato finisce qui, poi può sempre riservare delle sorprese. Al momento non sono previsti ingressi».

Calciomercato Milan, rossoneri sempre attivi sul mercato a caccia di rinforzi per rilanciare il cammino in campionato. Galliani dopo aver perso Nainggolan sta cercando nuovi centrocampisti per rinforzare la linea mediana rossonera, come richiesto già quest’estate da Allegri, specialmente contando che giocatori come Nocerino ed Emanuelson sono ai margini del progretto tecnico. il Milan per tornare competitivo sul mercato deve riuscire però a sfoltire la rosa cedendo giocatori come Mexes, dall’ingaggio ‘pesante’ e dallo scarso rendimento che va ben sotto le aspettative per un top player del reparto difensivo. Vi riportiamo tutte le maggiori trattative al 8 gennaio 2014:

Calciomercato Milan Jorginho: Dopo aver perso Nainggolan i rossoneri continuano a tenere monitorata la situazione di Jorginho del Verona, giocatore che torna da un’ottima stagione di Serie B e che quest’anno sta confermando in serie A quanto di buono fatto vedere nella serie cadetta. Quindi nonostante l’exploit di Cristante al suo esordio a San Siro, i dirigenti del Milan starebbero valutando l’affondo per Jorginho ma a rallentare la trattativa è la quotazione del giocatore che si aggira oltre i 10 milioni. Il Milan intanto osserva la situazione e nell’attesa di monetizzare tramite qualche cessione studia la strategia migliore per aggiudicarsi il giocatore.

Calciomercato Milan Fernando: Per il centrocampo i rossoneri non si muovono solo in Italia ma stanno osservando tutto il mercato europeo. Nelle ultime ore a Sky è stata data un’indiscrezione che vorrebbe il Milan sulle tracce di Fernando del Porto, in scadenza di contratto a Giugno. I dirigenti rossoneri sarebbero già da mesi in contatto con l’agente del giocatore e Gianluca di Marzio dal suo blog fornisce anche le cifre dell’ingaggio annuo che il Milan sarebbe disposto a concedere al centrocampista: circa 3 milioni di euro. Il rossoneri quindi sembrerebbero in vantaggio sulle altre 3 big del campionato italiano: Napoli, Juventus e Inter. La concorrenza è alta ed il Milan potrebbe provare ad aggiudicarsi il giocatore trovando un accordo già per Gennaio con il Porto, magari strappando ad un prezzo da saldi sfruttando la condizione contrattuale di Fernando.

Calciomercato Milan Seedorf:  Intervistato in esclusiva ai microfoni del IlSussidiario.net l’Agente Fifa Giulio Biasin commentando il futuro del Milan si dice fiducioso sull’arrivo in panchina di Seedorf dal prossimo anno come successore di Allegri. Durante l’intervista prevede che il cambio alla guida del Milan porterà conseguenze anche per Tassotti “Non andrà via solo Allegri, anche Tassotti potrebbe non essere confermato nel ruolo di secondo allenatore.” e svela l’identità del possibile nuovo vice-allenatore sotto la guida dell’olandese “Seedorf vorrebbe riportare a Milano Stam, ex difensore olandese dei rossoneri, come secondo. I due vedono il calcio allo stesso modo.”. Clicca qui per leggere l’intervista integrale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori