Ac Milan/ News, il racconto dell’allenamento odierno (13 ottobre 2014)

- La Redazione

Ac Milan news al 13 ottobre: Riccardo Saponara parla dopo il suo infortunio, per il quale si era temuto uno stop lungo ma dal quale si è già ripreso. Ora si mette a disposizione di Inzaghi.

saponara
Riccardo Saponara - Infophoto

Dopo due giorni di pausa il Milan è tornato ad allenarsi quest’oggi presso il centro sportivo di Milanello agli ordini di mister Filippo Inzaghi. La seduta è cominciata alle ore 15. Dopo una prima fase di riscaldamento, la squadra è stata divisa in due gruppi. Il primo, composto da Abate, Pazzini e Niang, ha svolto una serie di allunghi, mentre il secondo, nel quale erano presenti anche Saponara e Bonaventura, si è dedicato a delle variazioni di ritmo. Alex, Pazzini, Torres, Rami e Mexes hanno succesivamente effettuato una serie di allunghi sui 100 metri con aumento di velocità negli ultimi 30. Per Abate, Mastour, El Shaarawy, Zaccardo, Niang e Bonera allunghi sui 100 metri più ulteriori 50 metri con aumento di velocità. Bonaventura, Saponara, Essien e Muntari hanno svolto invece corsa continua a distanza crescente sulla pista d’atletica di Milanello. Per la giornata di domani è prevista doppia seduta di allenamento, la mattina alle 11.00 e al pomeriggio alle 15.00.

Riccardo Saponara sembra ormai pronto per tornare in campo, il centrocampista rossonero ha parlato ai microfoni di Milan Channel. Ecco alcune delle sue parole: “La dinamica del mio infortunio è stata brutta, mi ero spaventato molto e anche i miei compagni. Il Dott. Tavana invece mi ha subito rassicurato perchè aveva denotato la stabilità dei legamenti. Gli esami hanno poi confermato questa diagnosi e fortunatamente era più lieve del previsto. Ho svolto la riabilitazione e ora sono pronto a ricominciare. Mi è dispiaciuto non esserci contro l’Empoli, che è stata per anni casa mia. Devo guardare avanti ora”.

Silvio Berlusconi, presidente del Milan, si è pronunciato sulla possibilità di vedere il via alla tecnologia in campo come disposto da Carlo Tavecchio negli ultimi giorni. Berlusconi ne ha parlato alla Gazzetta dello Sport: “La moviola in campo è meglio tardi che mai. L’avevo proposta 20 anni fa. Ricordo tra le tante mie proposte anche quella dello spray per le barriere”. Proprio lo spray, che in Sudamerica usano ormai da anni, ha già dato i suoi effetti positivi in un campionato come il nostro sempre più in preda alle polemiche arbitrali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori