Milan-Palermo/ Il pronostico di Bortolo Mutti (esclusiva)

- int. Bortolo Mutti

Milan-Palermo, il pronostico di BORTOLO MUTTI sulla partita di Serie A, posticipo della decima giornata a San Siro. La presentazione del match fra le squadre di Inzaghi e Iachini

MilanPalermo
Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

, posticipo delle ore 20.45 di domenica sera a San Siro nella decima giornata di Serie A, sarà una partita per continuare l’incerta ed appassionante lotta per il terzo posto per i rossoneri, mentre i rosanero cercano punti pesanti per la salvezza. Il Milan non ha fatto una grande partita a Cagliari, pareggiando 1-1 contro una squadra che l’ha messo in difficoltà. I rosanero dal canto loro hanno battuto il Chievo in un importante scontro diretto. Sulla carta Milan favorito, soprattutto se il suo attacco manterrà le promesse: è il migliore del campionato, ma nelle ultime partite ha faticato a segnare. Per il pronostico di Milan-Palermo abbiamo sentito l’ex allenatore del Palermo Bortolo Mutti. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.
Il Milan prende troppi gol? Penso che spesso manchi l’attenzione nella squadra rossonera.

Diego Lopez è un caso? Sinceramente non lo so, perché non conosco i motivi per cui non gioca.

Il rientro di Montolivo sarà utile? Certamente sì, ma non per risolvere il problema dei gol subiti.

Si aspettava il rendimento finora offerto dal Milan? Inzaghi sta gestendo la squadra nel migliore dei modi, dimostrandosi un tecnico molto bravo dopo l’esperienza nel settore giovanile rossonero.

Lei conosce Inzaghi avendolo lanciato da giocatore, vedeva già queste doti in lui? Ricordo Inzaghi da giocatore, aveva sicuramente grande entusiasmo e determinazione, che si è portato dietro anche adesso che è allenatore del Milan.

Lo sente qualche volta? Sì, qualche volta ci sentiamo.

Il Palermo farà una partita di contenimento? Non so se giocare troppo in difesa converrà ai siciliani o se sia meglio disputare una partita più offensiva.

Chi giocherà in attacco? Potrebbero giocare Dybala e Vazquez, mentre Belotti rischia la panchina.

Belotti è già da grande squadra? Sta maturando, questa stagione non gioca tantissimo al Palermo e ci vorrà tempo prima che possa essere da grande squadra, dovrà seguire una fase di crescita.

Le piace come sta lavorando Iachini? E’ un allenatore passionale, sta lavorando molto bene, ho un giudizio molto positivo su di lui.

Dove potrà arrivare il Palermo in questa stagione? Dovrà lottare per la salvezza, ma è un traguardo che potrà raggiungere.

Potrà in futuro aspirare a qualcosa di più importante? Zamparini lo vuole, ma dipenderà dalle disponibilità economiche di una società che fa molto mercato: saranno dunque importanti le scelte in quella sede.

Il suo pronostico? Vedo una tripla, il Palermo è sempre una squadra difficile da affrontare.

Lei per chi tiferà? Sono legato a Inzaghi, ma come squadra sono legato al Palermo.

Parliamo del futuro di Bortolo Mutti: quando la rivedremo su una panchina? Per ora non ho ricevuto proposte ma ho voglia di tornare ad allenare, valuterei anche offerte dall’estero. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori