Calciomercato Milan/ News, Laspada (ag. FIFA): Essien, Taarabt, troppi punti interrogativi! Poli? Bocciato da Seedorf…(esclusiva)

- int. Alberto Laspada

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Alberto Laspada ha parlato del calciomercato Milan. Si è parlato molto di Seedorf e anche dei gocatori voluti a gennaio.

essien_chelsea
Michael Essien, 31 anni, centrocampista ghanese (INFOPHOTO)

Il Milan ha finito il proprio calciomercato puntando su alcuni giocatori d’attacco che però non sono arrivati. A Milano, sponda rossonera, sono arrivati altri colpi di calciomercato per il reparto avanzato, da Honda a Taarabt passando anche per Essien per il centrocampo. Secondo molti addetti ai lavori si è parlato di acquisti con tanti punti interrogativi, a partire dall’oggetto misterioso Taarabt. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Alberto Laspada ha parlato del calciomercato del Milan. 
Come giudica il calciomercato del Milan? I rossoneri hanno preso troppi giocatori con punti interrogativi importanti. Basti pensare che molti di loro ora non giocano.
A chi si riferisce? Rami per esempio, è un giocatore importante e fino a qualche mese fa era titolare a Valencia. Nel Milan invece rischia di non giocare con grande continuità, anche se nell’ultima gara pareggiata col Torino è andato a segno e ha dimostrato di poter ben figurarre nella nostra serie A.
Che ne pensa di Taarabt? E’ un giocatore che potrebbe fare bene ma si tratta di un punto interrogativo perché non lo ha dimostrato nell’ultimo campionato con il Fulham.
Essien la convince? No, ho sempre ammirato il ghanese ma se Mourinho non lo ha fatto giocare in questi ultimi anni c’è un motivo.
Poli è stato accantonato da Seedorf, come mai? Nel modulo di Seedorf uno come Poli difficilmente trova spazio come regista, per questo potrebbe restare fuori in questa stagione. 
Su chi avrebbe scommesso nel calciomercato di gennaio? Di certo avrei puntato su un costruttore di gioco che non è stato preso. Il problema del Milan è sempre stato un giocatore in grado di costruire qualcosa di importante.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori