Calciomercato Milan/ News, Urbani (ag.FIFA): da Essien a Rami, il target è cambiato. Giugno, ecco il primo passo (esclusiva)

- int. Luca Urbani

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Luca Urbani parla del calciomercato Milan e in particolare degli acquisti recenti come Michael Essien dal Chelsea e Adil Rami dal Valencia

seedorf_rami
(INFOPHOTO)

Il Milan vuole recuperare punti in classifica. Diffiicle arrivare al terzo posto, troppo lontane le prime zone della classifica, meglio pensare all’Europa League che potrebbe essere raggiunta presto. Il Milan potrà contare sui nuovi acquisti prelevati a gennaio, contro il Napoli potrebbe esserci il debutto di Essien preso dal Chelsea e forse, soprattutto a partita in corso, anche quello di Taarabt. Per parlare del calciomercato del Milan abbiamo intervistato l’agente FIFA Luca Urbani in esclusiva per IlSussidiario.net.

Il calciomercato invernale del Milan è stato denominato quello delle poche certezze. E’ d’accordo? No, preferisco chiamarlo un calciomercato totalmente diverso da quello che era abituato a fare il Milan negli anni scorsi.

In che senso? Un tempo il Milan doveva decidere se prendere i tre olandesi, Van Basten, Gullit, Rijkaard, o qualche altro grande campione. Oggi ha preso ottimi giocatori ma che non sono campioni. E’ cambiato il target del calciomercato rossonero.

Essien si porta dietro qualche dubbio di troppo… Credo che riguardi solo l’aspetto fisico, il calciatore non si discute certamente. Però dovrà assicurare continuità a livello fisico. se la ritroverà potrà essere un valore aggiunto per il Milan.

Per Seedorf si tratta di un apprendistato prima della prossima stagione? Potrebbe anche essere considerato tale, diciamo che però il Milan deve salvare la stagione cercando di superare gli ottavi in Champions e arrivando in Europa.

Bisognerà però trovare chiarezza dirigenziale soprattutto in vista del futuro… Esatto, credo che sia il primo passo da fare, quest’anno c’è stata molta incertezza da questo punto di vista. L’anno prossimo i ruoli dovranno essere chiari fin dall’estate, per poter costruire bene la squadra.

Crede che Galliani andrà via? Sarebbe da pazzi mandare via il dottor Galliani, il suo curriculum parla chiarissimo, ha vinto tanto e realizzato affari importanti. Non mi sembra che sia arrivato il momento di andarsene per lui.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori