Calciomercato Milan/ News, Galliani dribbla le domande: futuro di Kakà a maggio. Notizie all’1 Aprile 2014 (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, l’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, tiene la bocca cucita sul futuro di Ricardo Kakà. Il brasiliano è nel mirino degli Orlando ma l’ad non parla

galliani_sky
Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

Bocca cucita di Adriano Galliani sul futuro di Ricardo Kakà. L’amministratore delegato del Milan è stato intercettato dai microfoni di Sky Sport per commentare le voci che vogliono gli Orlando City sulle tracce del numero 22 in vista dell’estate, ma il manager monzese ha dribblato le domande dei cronisti così: «Il futuro di Kakà e il mercato? Del mercato pensiamo a fine stagione, dal 19 maggio parleremo di mercato, abbiamo ancora sette gare da giocare. Pensiamo al campo fino al 18 maggio poi se ne riparla». La cosa certa è che oggi è una giornata davvero speciale per il Milan: celebrano infatti il compleanno Seedorf, Zaccheroni e Sacchi: «Il compleanno di Seedorf? Abbiamo tagliato la torta – ammette Galliani – a lui ho detto di imitare gli altri allenatori nati il 1° aprile che hanno guidato il Milan durante la presidenza Berlusconi. Ovvero Sacchi e Zaccheroni, speriamo che Clarence possa imitare i suoi predecessori». Infine un breve commento sugli ultimi risultati positivi in serie del Milan, che sembra abbiano fatto tornare un po’ di sereno a Milanello: «In casa Milan è tornato il sole? Sicuramente, è tornato anche il sorriso.»

In vista del calciomercato estivo, il Milan dovrebbe sfoltire in maniera decisa la rosa. Sono infatti moltissimi i calciatori che potrebbero lasciare lo stadio San Siro nei prossimi mesi, a cominciare da Marco Amelia. Il secondo portiere del Milan vorrebbe trasferirsi in una squadra con la quale giocare di più e nelle ultime settimane ha ricevuto diverse avance. Oltre alla voci riguardanti la Roma e alcuni club esteri, l’ex Genoa farebbe in particolare comodo alla Fiorentina. La Viola cerca un portiere di qualità, e dopo lo sbarco di Tatarusanu, nazionale rumeno in arrivo dalla Steaua Bucarest a costo zero, starebbe pensando anche al rossonero. Attenzione anche al futuro di Alessandro Matri, centravanti in prestito alla Viola, che in estate farà ritorno a Milanello dopo sei mesi negativi all’Artemio Franchi. Nonostante il bomber lodigiano non stia vivendo un campionato idilliaco, le offerte non mancano, a cominciare dal Tottenham, pronto a scommettere sull’ex Juve in ottica 2014-2015.

Lo abbiamo detto più volte e lo ha confermato Barbara Berlusconi: il Milan 2014-2015 ripartirà dai talenti. Con l’addio ormai quasi definitivo ad Alex del Paris Saint Germain, il club rossonero potrebbe decidere di innestare l’attuale retroguardia con un giovane di qualità assoluta. Stiamo parlando precisamente di Samuel Umtiti, classe 1993 che gioca nel Lione, nazionale francese Under-21. Il nome del 20enne nato in Camerun è da tempo accostato alle big italiane, ma il Milan sembrerebbe fra le società maggiormente interessate al suo cartellino. Peccato però che la squadra rossonera dovrà vedersela con un’accesa concorrenza, capitanata in particolare dalla Juventus, altro top club della Serie A che vorrebbe innestare la difesa con elementi giovani. All’estero, invece, vi sono le inglesi di Tottenham e Arsenal. Umtiti ha il contratto con il Lione in scadenza nel 2017 e il suo valore si aggira attualmente attorno agli 8 milioni di euro. Il suo ruolo naturale è quello di difensore centrale ma all’occorrenza può essere schierato anche sulla corsia mancina.

Riccardo Montolivo ha rilasciato alcune dichiarazioni stamane, a margine di un evento pubblicitario che lo vedeva protagonista nello spot della Simmenthal, nota carne in scatola. Il centrocampista rossonero ha parlato del futuro del Milan, a cominciare dai possibili partenti del mercato estivo qualora la squadra non si dovesse raggiungere l’Europa. L’ex Fiorentina si è soffermato in particolare su Ricardo Kakà, attratto da un’offerta degli Orlando City: «Non penso di poter rispondere io – spiega il centrocampista della nazionale italiana – sicuramente dispiacerebbe perdere giocatori importanti, ma da quello che so tutti vogliono rimanere. C’è tempo comunque per pensare al futuro, adesso dobbiamo solo concentrarci per raggiungere il nostro obiettivo». Se il Diavolo dovesse conquistare l’Europa League, anche il brasiliano potrebbe essere indotto a rimanere a Milanello, ma l’obiettivo è tutt’altro che semplice. Una grossa mano in tal senso potrebbe darla Balotelli: «È un giocatore con tante qualità che non sempre riesce ad esprimere totalmente, ma quando lo fa, fa fare il salto di qualità a Milan e Nazionale. E’ un giocatore eccezionale, speriamo sia sempre più costante». Infine, sul suo ritorno in campo, Montolivo spiega: «Sto meglio, c’è voluto in po’ di tempo per assorbire l’ematoma che mi continuava a dare dolore. Conto di tornare in gruppo in questa settimana».

Continuano i sondaggi in casa Milan con l’obiettivo di individuare i rinforzi adeguati per il calciomercato estivo. A detta di molti, il club di via Aldo Rossi potrebbe cedere diversi giocatori per ripartire dai talenti di qualità. Va letta in tale ottica l’indiscrezione delle ultimissime ore che vuole il club meneghino sulle tracce di Kingsley Coman. Si tratta di un giovanissimo calciatore del Paris Saint Germain, classe 1996, che milita nel ruolo di trequartista e che può giocare anche sue due esterni. Al Parco dei Principi ha trovato pochissimo spazio in stagione, scendendo in campo solamente in un’occasione, e il Milan potrebbe rappresentare una via d’uscita per il talento della nazionale francese Under-18. Nato a Parigi ma di origini guineane, Coman è esploso durante la scorsa stagione fra le fila del Sochaux. La sua operazione è tutt’altro che utopica, alla luce degli ottimi rapporti fra le due società, ma Galliani dovrà sbaragliare una concorrenza che sembrerebbe già agguerrita.

L’amministratrice delegata del Milan, Barbara Berlusconi, ha parlato ai microfoni del noto mensile inglese Four Four Two, svelando le strategie future del club di via Aldo Rossi. Il club rossonero dovrà ripartire dai giovani talenti del vivaio, e solo così potrà permettersi di tornare ad acquistare i famosi top player che per anni hanno calcato il terreno di gioco di San Siro: «L’obiettivo è quello di ingaggiare giovani talenti – confessa la figlia del presidente del Milan – prima che diventino top player e prima che il loro costo sia, per noi, difficile da sostenere. Aumentare i ricavi, poi, è una sfida per noi centrale. Solo così potremmo autofinanziarci, migliorare le strutture e permetterci qualche top player in più. Una sfida che darà i primi risultati nel medio periodo, non prima di tre anni». La speranza del Milan è quindi quella di sfornare nei prossimi anni altri De Sciglio, Cristante e Petagna, i tre giovani delle giovanili che si trovano attualmente in prima squadra. «Il Milan sta affrontando una profonda riorganizzazione – ha proseguito Lady B. – Si sta attrezzando al meglio per affrontare le nuove sfide di un calcio che certamente è cambiato. Puntiamo molto sui giovani, su una struttura di osservatori in grado di scovare nuovi talenti in tutto il mondo. Ma questo senza rinunciare ai grandi acquisti, ai grandi top player».

Ricardo Kakà potrebbe lasciare il Milan una seconda volta per trasferirsi nella Major League Soccer. Come vi raccontiamo da qualche giorno a questa parte, il trequartista brasiliano ha ricevuto una ghiotta offerta dagli Orlando City. Il numero 22 rossonero è un po’ amareggiato per la stagione di magra , con un Milan fuori dalla Champions League e la tanto attesa chiamata di Felipao Scolari non ancora arrivata. Ecco perché a giugno tutto sarà possibile, grazie anche ad una clausola speciale che permette allo stesso Kakà di liberarsi dal Milan in caso di mancata qualificazione alla coppa “dalle grandi orecchie”. Tale opzione dovrà però essere esercitata entro e non oltre il 30 giugno, di modo che il Milan possa eventualmente riorganizzarsi in caso di addio del brasiliano. Il club di via Aldo Rossi, a cominciare dall’ad Galliani, spera vivamente che l’ex Real Madrid rimanga almeno per un’altra stagione a Milanello, ma per convincerlo bisognerà proporgli progetti ed idee molto interessanti…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori