Probabili formazioni/ Milan-Livorno, gli assenti (serie A, 34^ giornata)

Probabili formazioni Milan-Livorno: le ultime notizie sulla partita di serie A, valida per la trentaquattresima giornata. Le scelte e le dichiarazioni degli allenatori Seedorf e Di Carlo

18.04.2014 - La Redazione
san_siro_stadio
(INFOPHOTO)

Si gioca oggi Milan-Livorno, e le probabili formazioni secondo le previsioni e quanto visto in allenamento hanno anche degli assenti, come già si sapeva o da notizie fresche. Nel Milan per esempio ha recuperato El Shaarawy, una notizia positiva poichè il Faraone mancava da tempo; ma andrà a giocare con la Primavera di Filippo Inzaghi per mettere minuti nelle gambe senza agonismo e pressioni della Serie A. Niente da fare invece per Valter Birsa, che non è stato convocato; non recupera in tempo Honda, fuori anche Essien e Petagna. Nel Livorno è squalificato Biagianti, mentre Di Carlo deve ancora fare a meno di Mbaye che non si è ripreso dalla lesione muscolare all’inguine della gamba destra, così come Luci che ormai è fuori da tempo per la lesione del crociato anteriore del ginocchio destro e non rientrerà prima che sia finita la stagione. 

Alle ore 15.00 di questo pomeriggio, in diretta dallo stadio San Siro, spazio alla sfida fra Milan e Livorno, gara che vedrà di fronte i rossoneri guidati da Clarence Seedorf, protagonisti di un ottimo momento di forma con quattro vittorie consecutive, e dall’altra parte gli amaranto di Di Carlo, che hanno l’obbligo di vincere per evitare la retrocessione. Dunque motivazioni altissime per entrambe le squadre: eccovi allora le probabili formazioni e le ultime notizie su Milan-Livorno, incontro che sarà diretto dall’arbitro Irrati di Pistoia.

Ecco le parole di Clarence Seedorf in occasione della conferenza stampa pre Milan-Livorno: «L’obiettivo Europa League cercheremo di raggiungerlo con tutte le forze. Spero che De Sciglio potremo aggregarlo oggi con la squadra, così come Muntari. El Shaarawy e Petagna si stanno allenando con la Primavera. El Shaarawy sta facendo un percorso per fare più minuti possibili nel minor tempo possibile. Honda ha cominciato a correre, ha avuto una distorsione alla caviglia e speriamo di recuperarlo la settimana prossima. Oggi faremo un bell’allenamento e faremo le scelte come sempre. La situazione sul campo è un pareggio e quattro vittorie. Non credo la squadra possa fare risultati così sul campo se non c’è coesione. El Shaarawy farà i suoi primi 20-30 minuti con la Primavera. Birsa e Poli potrebbero partire dall’inizio. Bonera l’ho sempre utilizzato in un certo modo. De Sciglio non l’ho avuto due mesi su tre e nonostante questo ha fatto tantissimi minuti. Abate quando sono arrivato era 50 giorni che era fuori, poi ha trovato il suo spazio e si è fatto male contro il Parma. Io considero tutti titolari». Seedorf potrebbe rispolverare Abate sulla destra con Constant a sinistra e in mezzo Rami e Mexes. Altra novità potrebbe essere Robinho sulla trequarti al fianco di Kakà e Taarabt, e dietro all’unica punta Balotelli.

La panchina del Milan per la sfida di oggi pomeriggio sarà composta da: Gabriel, Amelia, De Sciglio, Bonera, Zaccardo, Emanuelson, Muntari, Zapata, Saponara, Birsa, Poli, Pazzini. Si rivede Muntari dopo l’infortunio mentre Bonera è in ballottaggio con Abate sulla corsia di destra, e le riserve verranno sciolte solo nell’immediato pre-partita. In panchina vanno anche Poli e De Scglio.

Per la partita contro il Livorno, Seedorf dovrà fare a meno del solito El Shaarawy, che sta recuperando dopo l’operazione al piede. Out anche Petagna per una distorsione al ginocchio, nonché Essien, alle prese con un dolore muscolare alla coscia, e Honda, infortunatosi alla caviglia.

Ecco le principali dichiarazioni dell’allenatore del Livorno, Mimmo Di Carlo, durante la conferenza stampa pre-gara: «La sconfitta di sette giorni fa in uno scontro diretto è stata dura per tutti, purtroppo qualcuno è arrivato alla gara con troppa tensione addosso, ci era capitato anche con il Verona. Niente però è ancora deciso. Ci aspettano cinque gare difficili nelle quali dovremo cercare di fare più punti possibile. Era così anche prima della partita di domenica scorsa. Noi continuiamo a lavorare perchè il Livorno resti in serie A, giocandocela in tutte le gare che mancano. I ragazzi ci mettono sempre il massimo impegno. Siamo a soli tre punti dalla salvezza. Dovremo cercare l’impresa e non ci sono alibi per le assenze, chi giocherà darà il massimo. Il Milan viene da una lunga serie di successi consecutivi ed ha bisogno di punti per l’Europa e noi per la salvezza. Dovremo avere compattezza di gioco e velocità. Mi aspetto una reazione da parte della squadra. I giocatori devono mantenere lucidità ed il piglio di una squadra che lotta per salvarsi: difendere meglio per attaccare meglio. Le partite vanno tutte giocate, con compattezza e coraggio potremo arrivare alla salvezza. La buona notizia è che Emerson è tornato nel gruppo e direi che questa è la prima buona nuova che arriva negli ultimi quindici giorni». Di Carlo recupera Emerson, che non è da escludere possa partire dalla panchina mentre è ancora out Ceccherini. Probabile lo schieramento di un 3-5-2 con Emeghara e Paulinho in attacco ma Siligardi scalpita e potrebbe rubare il posto all’ex Siena. A centrocampo toccherà a Duncan sostituire lo squalificato Biagianti.

In panchina per il Livorno si accomoderanno: Anania, Aldegani, Valentini, Rinaudo, Gemiti, Coda, Bartolini, Borja, Mosquera, Belfodil, Siligardi, Tiritello. Attenzione a Valentini, in ballottaggio con Emerson, recuperato ma non al 100%. Siligardi, invece, si giocherà fino all’ultimo una maglia da titolare con Emeghara.

Per la partita contro il Milan, Di Carlo dovrà fare a meno dello squalificato Biagianti e degli infortunati Luci (lesione del legamento crociato del ginocchio sinistro), Mbaye (infortunio muscolare all’inguine) e Ceccherini, quest’ultimo affaticato.

 

 32 Abbiati; 20 Abate, 13 Rami, 5 Mexes, 21 Constant; 34 De Jong, 18 Montolivo; 7 Robinho, 22 Kakà, 23 Taarabt; 45 Balotelli. All. Seedorf.

A disp.: 59 Gabriel, 1 Amelia, 2 De Sciglio, 25 Bonera, 81 Zaccardo, 28 Emanuelson, 4 Muntari, 17 Zapata, 8 Saponara, 14 Birsa, 15 Poli, 11 Pazzini.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: El Shaarawy, Petagna, Essien, Honda.

 1 Bardi; 77 Rinaudo, 23 Emerson, 7 Castellini; 2 Piccini, 24 Benassi, 41 Duncan, 19 Greco, 11 Mesbah; 9 Paulinho, 20 Emeghara. All. Di Carlo.

A disp.: 22 Anania, 37 Aldegani, 33 Valentini, 3 Gemiti, 85 Coda, 16 Bartolini, 29 Borja, 14 Mosquera, 21 Belfodil, 26 Siligardi, 95 Tiritello.

Squalificati: Biagianti (1).

Indisponibili: Luci, Mbaye, Ceccherini.

 

Arbitro: Irrati.

 La trentaquattresima giornata di serie A si disputa per intero domani, Sabato Santo. Tra le partite in programma c’è pure Milan-Livorno, che avrà inizio allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro alle ore 15.00. Per i rossoneri di Clarence Seedorf si tratta di un’altra partita da vincere per continuare la rimonta verso l’obiettivo della qualificazione alla prossima Europa League, che appare più vicina dopo le quattro vittorie consecutive nelle ultime giornate: ma servirà fare bene ancora nelle prossime partite, e questa sulla carta è una sfida da vincere. Attenzione però ai labronici: gli uomini allenati da Domenico Di Carlo stanno lottando per non retrocedere e daranno tutto anche in questa difficile trasferta. Tutto sommato, all’andata finì 2-2, quindi i livornesi sanno già come si può fermare il Milan. Eccovi ora le probabili formazioni e le ultime notizie su Milan-Livorno, partita che sarà diretta dall’arbitro Irrati di Pistoia.

 I rossoneri non stanno certamente vivendo una stagione fra quelle da ricordare nella gloriosa storia del club, eppure le statistiche di squadra sono più positive rispetto alla posizione in classifica: infatti, il Milan è terzo per possesso palla e supremazia territoriale, quarto per numero di tiri in porta e di palloni giocati e per la percentuale di passaggi riusciti, quinto per la percentuale di pericolosità degli attacchi. Tutte posizioni migliori rispetto al settimo posto che invece la squadra di Seedorf occupa in classifica, anche a causa delle ben quattro sconfitte subite davanti al pubblico amico, un po’ troppe a Milano per una squadra come quella rossonera. Per quanto riguarda invece la probabile formazione per la partita di domani, avremo ancora un 4-2-3-1 nel quale Balotelli sarà la punta centrale, mentre sulla trequarti agiranno Poli, Kakà e Taarabt, giocatori dalle caratteristiche molto diverse. Non si attendono sorprese nemmeno negli altri reparti: i titolari dovrebbero essere gli stessi della pur sofferta vittoria contro il Catania di domenica scorsa.

 Il Livorno in trasferta viaggia con la media di un punto ogni due partite (otto in sedici, per la precisione). Nelle ultime cinque giornate però i labronici hanno fatto un solo punto: serve invertire la tendenza, specie dopo la pesante sconfitta casalinga contro il Chievo. Tra le statistiche di squadra, il dato migliore è il sedicesimo posto per il numero di tiri in porta, e questo la dice lunga sulle difficoltà della compagine livornese. Per quanto riguarda la probabile formazione, c’è da sottolineare la squalifica di Biagianti: al suo posto spazio per Duncan, uno dei tanti giocatori interisti del Livorno. Al suo fianco un altro giovane nerazzurro come Benassi, per un’aria di derby che sarà sentita anche dal portiere Bardi e in panchina da Siligardi e Belfodil, mentre Mbaye è infortunato. La coppia d’attacco sarà invece formata da Paulinho ed Emeghara: la missione salvezza passerà soprattutto dai loro gol.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori