Calciomercato Milan/ News, Ag. Cittadini: sogna l’Italia. Ecco quanto costa, Kakà il suo idolo (esclusiva)

- int. Umberto Quistelli

In esclusiva per IlSussidiario.net, Umberto Quistelli, agente del giovane calciatore del Santos Leo Cittadini, ha parlato del possibile arrivo al Milan del giovane calciatore.

galliani_cravatta
Adriano Galliani (infophoto)

Il Milan è in ansia per la situazione di Ricardo Kakà, fuoriclasse brasiliano che a fine stagione potrebbe accettare le grandi offerte provenienti dagli Stati Uniti. Il Milan vorrebbe trattenere il brasiliano e allo stesso tempo trovare l’erede. Nel mirino del Milan ci sono diversi giocatori tra cui anche il giovane talento sudamericano Leo Cittadini, classe ’94, giocatore del Santos, uno dei talenti più importanti del calcio brasiliano. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Umberto Quistelli, procuratore italiano del giocatore, ha parlato dell’interessamento del Milan. 
Leo Cittadini, tutti pazzi per il nuovo talento brasiliano. Anche il Milan? Sì, presto mi incontrerò con la dirigenza rossonera. Ma non è l’unico club italiano che si è mosso per il ragazzo.
Ci sono altri club? Certo, Fiorentina, Chievo, Lazio, sono tanti i club interessati al ragazzo. Anche l’Inter ha un certo interesse anche se oggi concretamente c’è il Milan sul giocatore.
Lo chiamano il nuovo Kakà. Somiglia molto al brasiliano dal punto di vista estetico, mentre a livello calcistico? A livello calcistico si tratta sicuramente di un calciatore importante, molto simile a Kakà. E’ un trequartista tecnico, salta l’uomo con facilità, è un vero talento.
Arriverà in Italia? Il suo sogno è quello di giocare nel campionato italiano anche perché il suo idolo è Kakà, al massimo vorrebbe giocare in Spagna.
Quanto costa il cartellino del giocatore? Circa otto milioni di euro, il Santos però sa bene che il contratto del ragazzo è in scadenza nel 2015 e potrebbe andare via a zero tra un anno.
Si parla di ingaggio importante… E’ di circa 1 milione di euro, certo se arrivasse a parametro zero allora le cose potrebbero cambiare.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori