Calciomercato Milan/ News, Menez: al PSG zero fiducia, Inzaghi mi ha voluto qui. Notizie al 14 e 15 settembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, l’esterno d’attacco rossonero, Jeremy Menez, è stato il protagonista indiscusso della gara contro il Parma di ieri sera: ecco le sue dichiarazioni post-match

menez_elshaarawy
Menez, attaccante del Milan (Infophoto)

E’ Jeremy Menez il protagonista assoluto della sfida contro il Parma di ieri sera. L’esterno d’attacco del Milan, sbarcato a Milanello durante il calciomercato estivo, ha dato vita ad una prova straordinaria, condita da due gol, di cui una rete pazzesca di tacco, e tante grandi giocate. A fine match l’ex Paris Saint Germain ha commentato così la sua prova superlativa: «Tacco? Fa sempre piacere fare gol, soprattutto così. Ho fatto quello che avevo in testa. Sto lavorando bene, spero di continuare così. Mi sento molto bene qui, siamo una famiglia. Non era facile vincere dopo l’espulsione, siamo rimasti con lo spirito giusto. La vittoria è bella. Ruolo? Mi piace andare in tutte le parti del campo, provo a dare il massimo per la squadra. Spero di continuare così, i tifosi meritano. Fa parte del calcio prendere le botte, stiamo lavorando bene e vuol dire che diamo fastidio. Sabato sera ci aspetta San Siro, ma non ci sono solo io. Posso solo ringraziare la squadra che mi sta aiutando molto. Darò sempre il massimo». Un arrivo, quello di Menez al Milan, merito non soltanto dell’abilità di Galliani, che lo ha strappato a diverse big italiane e non, ma anche di mister Inzaghi: «Il mister mi ha mostrato grande fiducia, voleva che venissi al Milan. Al Psg non ho avuto fiducia da nessuno nell’ultimo anno, era importante ripartire. Ho trovato tutto qui e sono molto felice. Mi sto trovando bene in questa squadra, c’è un bel gruppo. Abbiamo iniziato bene il campionato, oggi era difficile ma abbiamo meritato di vincere. Se ci aiutiamo così sul campo possiamo fare bene». Subito dopo il match, il presidente Berlusconi si è voluto complimentare con il francese per lo straordinario gol di tacco: «Berlusconi? L’ho sentito al telefono – ha confermato il rossonero – mi ha detto che ho fatto una bella partita. Non mi voglio fermare qua, soprattutto perché il Milan merita di più. Non abbiamo fatto niente, va bene vincere ma ci sono ancora partite difficilissime. Dobbiamo riposare, sabato sera c’è una grande partita».

Adil Rami è stato al centro delle voci di calciomercato in questi ultimi giorni. Il difensore centrale del Milan è scomparso dai radar, passando da titolare indiscusso durante la scorsa stagione, a panchinaro contro Lazio e Parma. Un’uscita di scena che aveva destato qualche perplessità alla luce della forte volontà di riscattare il giocatore da parte del Milan, ma anche delle voci di fine agosto che volevano il francese vicino al Monaco. Al termine della rocambolesca sfida del Tardini è stato lo stesso Rami a fare chiarezza, spegnendo sul nascere ogni polemica: «Non mi sento una riserva – afferma l’ex Pipistrello – ma un titolare. Siamo all’inizio e in Italia ho già dimostrato di poter giocare da titolare. Ovviamente sceglie il mister e io lo rispetto. Ho fiducia. Lavoro per tornare titolare? Lavoro molto, come sempre. Il mister fa le scelte, seguo il mio destino e basta».

Il Milan passa indenne dal Tardini di Parma e la vittoria rossonera che permette alla compagine meneghina di mantenere la vetta della classifica porta la firma dei nuovi innesti. Apre Giacomo Bonaventura, ma è Jeremy Menez a rubare al compagno di squadra la scena. Prima realizza un rigore procurato dallo stesso e poi segna un incredibile gol di tacco dopo aver dribblato il portiere dei Ducali, Mirante. Una prestazione super, un giocatore completo e maturato rispetto a quello di Roma, che gli avversari in gialloblu non sono riusciti a contenere. Al termine del match arrivano anche i complimenti di mister Inzaghi, che nel contempo ha voluto ringraziare anche l’operato dell’ad Adriano Galliani: «Menez? Altro che parametro zero, ha rincorso e segnato, gli piace giocare centrale ma non chiedetemi se complica le cose a Torres, avrò bisogno di tutti. Abbiamo meritato di vincere».

Il futuro di Cristian Zaccardo e Philippe Mexes è appeso a un filo. Entrambi sono al passo d’addio, anche se alla fine del mercato sono rimasti in rossonero. Il terzino era stato scambiato con il Parma per Biabiany, prima di rifiutare la destinazione emiliana. Il secondo invece sembra non aver convinto del tutto Filippo Inzaghi. Entrambi sono comunque fuori dalla lista dei convocati per stasera quando il Milan affronterà il Parma nella sfida del Tardini. Difficile capire se ci saranno acquirenti disposti a spendere per i loro ingaggi, soprattutto difficile sarà che i due rinuncino ai faraonici contratti firmati con il Milan.

Il ritorno di Adil Rami al Milan in occasione del calciomercato estivo sta assumendo i contorni del giallo. Il club rossonero ha lottato duramente per riportare alla base il difensore centrale francese dopo la scadenza del prestito, e alla fine ha “obbligato” lo stesso giocatore a rinunciare a parte dello stipendio, circa 500 mila euro, pur di fare ritorno a Milanello. Tutti felici e contenti, peccato però che del giocatore si siano perse le tracce nell’11 titolare. Forse complice le condizioni fisiche, o solo per semplici scelte tecniche, Rami è rimasto out all’esordio contro la Lazio, e lo stesso capiterà anche questa sera con il Parma. C’è quindi il rischio che l’ex Valencia venga già ceduto a gennaio? Secondo l’agente Fifa, Porceddu, con il quale abbiamo colloquiato in esclusiva, la risposta è affermativa, e Galliani avrebbe già in mente su chi puntare. Danilo dell’Udinese. Clicca qui per leggere la sua intervista completa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori