Calciomercato Milan/ News, Campi (ag. FIFA): Pazzini, il rischio resta. Niang può essere utile (esclusiva)

- int. Andrea Campi

Calciomercato Milan news: in esclusiva per ilsussidiario.net intervista ad Andrea Campi. L’agente FIFA parla di alcuni giocatori rossoneri valutandone le prospettive

Il Milan ha cominciato bene la stagione, battendo la Lazio per 3-1 nell’esordio in campionato. Negli ultimi giorni di calciomercato la società ha completato la rosa a disposizione di Inzaghi con gli innesti di Fernando Torres, Marco Van Ginkel e Giacomo Bonaventura. I nuovi acquisti potrebbero togliere spazio a qualche altro giocatore, come Andrea Poli a centrocampo e Giampaolo Pazzini in attacco. Da capire anche le possibilità di M’Baye Niang che già partiva come riserva. Per parlare delle prospettive e del calciomercato del Milan ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva l’agente FIFA Andrea Campi.

Cosa ne pensa del nuovo portiere Diego Lopez? E’ stato un ottimo acquisto, già nella prima giornata contro la Lazio ha offerto un saggio delle sue qualità. Credo che giocherà una stagione positiva.

Per El Shaarawy sarà la stagione del riscatto? Sì ne sono convinto, contro la Lazio è parso davvero un altro rispetto all’ultima stagione, in cui sembrava aver perso l’esuberanza cui ci aveva abituati. E’ uno dei migliori giovani italiani e bisogna avere fiducia in lui.

Pazzini non partirà a gennaio? Dipenderà dal suo rendimento in questi mesi, non mi sembra proprio che lo si possa considerare incedibile. In effetti per il Milan avere Pazzini in panchina è un bel lusso, però mi chiedo per quanto lui accetterà di avere un altro grande attaccante davanti.

Che stagione si aspetta da M’Baye Niang? Lo considero un giovane dalle ottime prospettive, anche se deve imparare a segnare più gol. Io attenderei i suoi miglioramenti, mi aspetto che in questa stagione possa essere utile alla prima squadra.

Sarà l’anno della consacrazione di Poli? Credo che possa garantire un rendimento positivo, però penso anche che i suoi massimi livelli siano questi. Non è giovanissimo, quest’anno ha compiuto 25 anni: da quello che vedo mi sembra un faticatore di qualità, ma difficilmente diventerà un campione.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori