Calciomercato Milan/ News, Ghirardi su Biabiany: il rossonero non è il suo destino. Notizie al 9 e 10 settembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, Jonathan Biabiany ha sfiorato la casacca rossonera in occasione della recente finestra di trattative estiva. Alla fine però l’operazione è decaduta, così come a gennaio…

biabiany_palla
Jonathan Biabiany, attaccante Parma (Foto Infophoto)

Jonathan Biabiany ha letteralmente sfiorato la casacca del Milan in occasione del calciomercato estivo. Lo scorso 1 settembre sembrava ormai cosa fatta lo scambio fra i rossoneri e il Parma con Zaccardo, con tanto di foto sul twitter ufficiale dell’esterno francese con addosso la sciarpa del club meneghino. Peccato però che sul più bello l’affare sia saltato, e l’ex interista ha dovuto fare mestamente ritorno al Tardini. «Non è destino che Biabiany vada il Milan, è scritto così», spiega il patron del Parma, Tommaso Ghirardi, intervistato dai microfoni di Sky Sport. E nel weekend è in programma la sfida in Emilia fra i gialloblu e il Milan, un’occasione forse di riscatto per lo stesso Biabiany per dimostrare il proprio valore e magari prendersi una piccola rivincita su Bonaventura, colui che di fatto lo ha sostituto a Milanello. «Sicuramente per Biabiany – ha aggiunto e concluso Ghirardi – sarà una partita particolare, Sarà molto motivato, come tutti i compagni».

Primo giorno di scuola per il giovane talento di casa Milan, Marko Van Ginkel. Sbarcato in Serie A durante lo scorso calciomercato estivo, il talento olandese è stato “rapito” dalla nazionale under-21 orange per i vari impegni. Oggi, dopo circa una decina di giorni dalla chiusura della finestra di trattative estive, il giovane centrocampista potrà finalmente mettersi al lavoro con i suoi nuovi compagni. Chi gli è stato vicino negli ultimi tempi parla di un ragazzo molto educato, simpatico e di personalità. Il Milan crede molto nel 21enne di proprietà del Chelsea che avrebbe voluto acquistare o per lo meno prendere in prestito con diritto di riscatto, ma i Blues non ne hanno voluto sentire, concedendo solo il prestito secco. Se ne riparlerà comunque a giugno, quando magari sarà lo stesso Van Ginkel a spingere per la permanenza a Milano dopo una stagione, si spera, vincente.

Il calciomercato di gennaio del Milan verrà utilizzato con grande probabilità per acquistare un terzino sinistro. Armero non sembra per ora aver convinto la dirigenza, e rimarrebbe di conseguenza il solo De Sciglio. L’ad Galliani si sta già guardando in giro ed avrebbe adocchiato una serie di calciatori, più o meno low cost, che potrebbero fare al caso della compagine rossonera. In scadenza a giugno del 2015 vi sono ad esempio Janssen e Strinic, rispettivamente di Amburgo e Dnipro. 29 anni il primo, e 27 il secondo, sono due calciatori di esperienza internazionale. Il secondo, tra l’altro, incontrerà l’Inter in Europa League e non è da escludere che l’occasione sia propizia per sondare maggiormente il terreno. Tornerà di moda anche il nome di Criscito, che Galliani avrebbe voluto già negli scorsi giorni, ma i 10/12 milioni di euro richiesti dallo Zenit hanno fatto decadere subito qualsiasi trattativa. Infine attenzione all’ennesimo talento olandese che fa gola alle big, Willems, terzino del PSV Eindhoven di soli 20 anni: costo dell’operazione, circa 3 milioni di euro.

Michelangelo Albertazzi ha parlato ai microfoni di Milan Channel: “Stiamo preparando la gara di Parma con concentrazione. Il Mister Inzaghi e lo staff stanno curando ogni minimo dettaglio nel particolare. Il Parma è una buona squadra e arrivano da una sconfitta e quindi saranno molto agguerriti. I nuovi arrivati? Bonaventura lo conosco da tempo, abbiamo giocato insieme in Nazionale. Quest’anno abbiamo tanti giovani e il mister sta cercando di porare spirito d’attamento. Torres lo vedo carico ed entusiasta, si muove con grande grinta. Mi trovo molto bene al Milan e c’è un bellissimo gruppo“. Secondo le ultime notizie Albertazzi sarebbe pronto a partire nel mercato di gennaio.

Secondo quanto riportato dal sito ufficiale di Gianluca Di Marzio, giornalista di Sky Sport, pare che Suso sia davvero pronto a firmare per il Milan. Il centrocampista spagnolo del Liverpool ha già accettato la proposta dei rossoneri, ma deve aspettare gennaio per firmare l’accordo. Andrà in scadenza nel 2015 e appunto con l’inizio del nuovo anno sarà pronto a trovare un accordo. Ormai sembrano non esserci dubbio il classe 1993 giocherà a Milano con la maglia a strisce rossonere. 

Il nome di Marcelo è circolato spesso e volentieri negli ambienti Milan durante lo scorso calciomercato estivo. Il Diavolo necessitava di un rinforzo sulla corsia mancina, e aveva appunto pensato al calciatore della Selecao. A far gola a Galliani, il contratto in scadenza a giugno del , fra meno di 10 mesi. Alla fine l’ad rossonero ha preferito virare su Armero, sbarcato a San Siro con la formula del prestito secco, ma si mormora che in quel di Milanello abbiano già delle remore nei confronti del nazionale colombiano, non propriamente adatto alla retroguardia a quattro. Tenendo conto che in rosa vi sono solo De Sciglio e appunto l’ex Udinese, ecco che l’idea Marcelo potrebbe tornare di moda prepotentemente nei mesi a venire. Il problema resta il solito, quello economico: il brasiliano potrebbe anche decidere di lasciare Madrid, ma se il di turno gli offrirà un contratto faraonico…

Sono diversi i calciatori del Milan che a fine stagione avranno il contratto in scadenza e fra questi vi è anche Giampaolo Pazzini. L’attaccante rossonero non sembra però preoccupare più di tanto la dirigenza di via Aldo Rossi. Il feeling con Pippo Inzaghi è palese e se nel corso della stagione il “Pazzo” manterrà le promesse, a fine campionato le varie parti in gioco si siederanno attorno ad un tavolo e troveranno facilmente un accordo. Si mormora che sulle tracce dell’ex Inter vi sia la Juventus, alla ricerca di nuovi attaccanti, ma Pazzini a Milanello si trova benissimo, e a meno che non decidano di cacciarlo, proseguirà la propria esperienza in rossonero indipendentemente o meno da un posto da titolare. Tra l’altro anche lo stesso Milan non lascerà partire troppo facilmente il proprio giocatore, visto che Pazzini, a tutt’oggi, è l’unica certezza dell’attacco del club meneghino.

Michelangelo Albertazzi e Cristian Zaccardo lasceranno quasi sicuramente il Milan durante il calciomercato di gennaio. Entrambi sono rimasti a Milanello nonostante le molteplici offerte ricevute in estate. Sul 23enne difensore ex Hellas Verona vi era ad esempio lo Spezia, mentre sull’esperto Zaccardo il Parma ha fatto un tentativo più che concreto (noto lo scambio saltato con Biabiany sul gong). A gennaio le pretendenti torneranno a farsi vive e con grande probabilità i due rossoneri di cui sopra accoglieranno questa volta le offerte ricevute. Molto dipenderà comunque dall’esito di questi primi mesi di stagione 2014-2015 e da quante volte Zaccardo e Albertazzi scenderanno in campo da qui fino all’inizio dell’anno venturo.

E’ nell’aria il rinnovo del contratto del centrocampista del Milan, Nigel De Jong. Il nazionale olandese è rimasto a Milanello nonostante l’addio di Seedorf faceva presagire un conseguente saluto anche del roccioso centrocampista. L’ex City ha ricevuto parole di elogio da parte di Inzaghi e dalla società e alla fine si è convinto a restare. Il suo contratto scadrà però l’anno prossimo e di conseguenza bisognerà trovare un’intesa per rinnovarlo visto che il Manchester United continua a premere. «Abbiamo già un appuntamento con il procuratore e da parte di entrambe le parti c’è la volontà di proseguire ancora assieme», le parole di Galliani riportate dal Corriere dello Sport, ma la fumata bianca non sarà così semplice da raggiungere. De Jong, che guadagna 3,5 milioni netti annui, vorrebbe percepire i famosi 4 milioni di Torres e Mexes, mentre la società parte da un fisso di 3 milioni con l’aggiunta di bonus facili da raggiungere: a breve potrebbe tenersi un primo incontro preliminare fra le varie parti in gioco.

Il Milan che sta nascendo sta trovando consensi, soprattutto dopo l’inizio entusiasmante di San Siro contro la Lazio. I rossoneri hanno deciso di voltare pagina puntando sui giovani e su alcuni ”vecchietti” d’esperienza. Uno di questi è Nigel De Jong che è stato a lungo inseguito in estate dal Manchester United del suo mentore Louis Van Gaal, che ne ha fatto il perno centrale della nazionale che ha centrato il terzo posto ai Mondiali in Brasile. Filippo Inzaghi ha messo un veto sul giocatore, che alla fine è rimasto a Milano. Secondo quanto riportato da MilanNews.it sarebbe in agenda un incontro tra l’entourage del giocatore e la dirigenza rossonera per definire il rinnovo del giocatore e renderlo ancor più centrale nel progetto Inzaghi. Non solo giovani dunque: De Jong può essere quello che il suo connazionale Mark Van Bommel era stato nei mesi in cui aveva contribuito a portare i rossoneri allo scudetto nella stagione 2010-2011, sotto la guida di Massimiliano Allegri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori