Pagelle/ Milan-Genoa (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 33^ giornata)

- La Redazione

Fantacalcio: le pagelle di Milan-Genoa, partita valida per la 33^giornata del campionato di Serie A. I voti del match disputato allo stadio Giuseppe Meazza mercoledì 29 aprile 2015 

sampirisi_abate
(INFOPHOTO)

Il Genoa travolge il Milan con un sonante 3-1 e aggancia il sesto posto in classifica. Crisi nera per la truppa di Inzaghi, diavolo all’inferno. Ennesima prestazione deludente da parte del Milan sconfitto ancora una volta tra le mura amiche. Prestazione macchinosa, difesa colabrodo. Prestazione spumeggiante da parte dei rossoblu. Primo tempo giocato ad altissimi ritmi, lieve calo atletico nella ripresa ma la concentrazione è rimasta alta fino alla fine. Dirige con ordine e autorità. Equo nelle decisioni, giusto il rigore assegnato al Genoa allo scadere.

Finisce il primo tempo tra Milan e Genoa a San Siro, rossoblu avanti per una rete a zero grazie al gol siglato da Bertolacci. Liguri subito pericolosi con un mancino del proprio regista sul quale Lopez (6,5) deve opporsi coi pugni. La truppa di Gasperini parte meglio e al quarto d’ora ha un’altra occasione ghiotta per portarsi in vantaggio con Niang (6): il diagonale del francese, però, viene respinto con prontezza dall’estremo difensore rossonero. Al ventunesimo Genoa pericoloso ancora con Bertolacci (7,5) ma il suo tentativo termina alto. Il calciatore del grifone spreca poco dopo una clamorosa occasione da gol a tu per tu con Lopez. I rossoneri non riescono a rendersi pericolosi e al trentacinquesimo passa il Genoa con una splendida azione personale di Bertolacci, bravissimo a saltare la difesa milanista e a depositare in rete con un tocco di precisione. Esplode così la contestazione della curva sud ma c’è ancora tempo per il possibile 2-0 dei rossoblu, vicini alla rete con una conclusione dal limite di Iago Falque (6,5) che sfiora il palo.

Rossoneri macchinosi e prevedibili, il passivo potrebbe essere ancora più pesante. Compie un paio di interventi decisivi. Non può nulla sul gol di Bertolacci. Troppo nervoso e poco lucido, viene arginato senza troppi problemi dalla difesa avversaria. La squadra di Gasperini ha approciato alla gara con grande determinazione e coraggio. Per chiudere la partita serve più concretezza. Realizza un gol bellissimo dopo aver impensierito ripetutamente Lopez con dei tiri da fuori Troppo distratto, commette due errori che potevano costare caro

Diego Lopez 7 Subisce tre reti ma evita al Milan un passivo ancor più pesante con diverse parate decisive

Abate 5,5 Se la cava discretamente in fase difensiva ma non contribuisce in fase di ripartenza

Rami 4 Troppo nervoso e distratto, causa il rigore su Kucka

Mexes 5,5 Una prestazione opaca addolcita da una sassata sganciata dal limite. Autore dell’unico gol del Milan.

De Sciglio 5 Soffre tantissimo le accelerazioni di Iago Falque. Gioca meglio nella ripresa ma non si avvicina alla sufficienza. (80′ Destro sv);

Van Ginkel 5 Macchinoso e senza idee, non riesce ad imprimere qualità al centrocampo

N. De Jong 5 Male in fase di impostazione ma non si è mai tirato indietro nei duelli individuali.

Bonaventura 5,5 Gli unici spunti positivi partono da lui, ma alla fine non riesce a trovare la giocata vincente.

Honda 4,5 Impalpabile. Tenuto in gabbia dalla difesa del Genoa. (54′ Pazzini 5),

Cerci 5 Poco supportato, non riesce ad incidere positivamente sulla gara.

Menez 4 Prestazione deludente da parte del francese che riesce pure a rimediare un’espulsione

All.: Inzaghi 4,5 Non c’è traccia del suo credo calcistico in questo Milan. Ennesima prestazione deludente offerta dai suoi ragazzi.

Perin 6,5 Sempre attento e concentrato, incolpevole sul gol di Mexes

Roncaglia 7 Presente in tutte le varie fasi del gioco, dietro è un muro.

Burdisso 6 Rimedia nella ripresa ad alcune incertezze del primo tempo.

Izzo 7 Puntuale e deciso, non si fa mai sorprendere e porta a casa una prestazione soddisfacente

Edenilson 6,5 Gara di corsa e sacrificio, un vero ‘soldatino’ per Gasperini

Rincon 7 Il solito gran lavoro di sacrificio da parte del venezuelano che lotta su ogni pallone con grande determinazione

Tino Costa 7 Imprime qualità e sicurezza al centrocampo, nasce dal suo tiro il gol del 2-1 (59′ Kucka 6,5),

Bertolacci 7,5 Azione capolavoro sulla rete del vantaggio rossoblu. In crescita costante.

Bergdich 6,5 Corre lungo tutto la fascia sacrificandosi in tutte le fasi del gioco (80′ Lestienne sv);

Niang 6 Si rende pericoloso in più di una circostanza ma non trova la giocata vincente (85′ Borriello sv),

Iago Falque 7,5 Lucido e preciso, imprime corsa e qualità al reparto offensivo.

All.: Gasperini 8 La sua squadra gioca a memoria, proponendo un calcio spumeggiante. Il sogno Europa continua.

(Jacopo D’Antuono)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori