RITIRO AC MILAN / News, sesto giorno a Milanello per i rossoneri: parla Franco Baresi (9 e 8 luglio 2015)

- La Redazione

Ritiro Ac Milan news (oggi giovedì 9 luglio 2015): notizie dal sesto giorno di ritiro a Milanello per i rossoneri, allenamenti agli ordini di Sinisa Mihajlovic. Parla Franco Baresi

Milanello
Immagine d'archivio

Sesto giorno di lavoro per il Milan nel ritiro di Milanello, che storicamente ospita la preparazione estiva dei rossoneri, che preferiscono non muoversi dal proprio centro sportivo. Era così già ai tempi di Franco Baresi, che ha rilasciato un’intervista a Milan Channel parlando però soprattutto del nuovo stadio: “Bisogna guardare avanti, i più grandi club hanno lo stadio di proprietà, ci sarà un po’ di magone quando bisognerà lasciare San Siro perché è lo stadio storico dove abbiamo giocato tantissimi anni. La storia di Milan e Inter è lì ma dobbiamo guardare al futuro e competere con i grandi. Lo stadio nuovo sara bello e accogliente. La squadra è fondamentale, ma lo stadio aiuterà molto e credo che il Milan è giusto che abbia la possibilità di avere uno stadio tutto suo e il calore sarà ancora più forte da parte dei tifosi e la squadra si sentirà ancora più appartenente allo stadio”. L’ex capitano però ha parlato anche degli obiettivi per la nuova stagione: “Il Milan è il Milan e al di là che possano capitare annate non felici, non dobbiamo dimenticare chi siamo e credo che torneremo competitivi. C’è voglia di tornare ad essere protagonisti, società presidente, tutti siamo fiduciosi”.

Oggi il Milan lavora nel ritiro di Milanello, ma cresce l’attesa per la prima amichevole stagionale della squadra di Sinisa Mihajlovic, che giocherà domani a Solbiate Arno contro i dilettanti dell’Alcione alle ore 18.00. Il test non sarà molto indicativo dal momento che gli avversari non sono di grande valore, ma la prima partita della stagione è sempre molto attesa dai tifosi. Per seguirla, se non potrete recarvi allo stadio, ricordiamo che ci sarà la diretta tv su Mediaset Premium Sport al canale 380, altrimenti la differita alle 22.00 su Milan Channel.

Facciamo il punto sull’allenamento mattutino del Milan nel ritiro di Milanello. Il primo appuntamento della giornata agli ordini dell’allenatore Sinisa Mihajlovic è iniziato all’insegna di tre fasi: riscaldamento dei giocatori sul campo centrale, esercizi successivi in palestra e lavoro dei portieri sul campo ribassato di Milanello. Il resto della seduta del mattino (la seconda sarà nel pomeriggio), si è sviluppata con il gruppo che ha svolto esercitazioni di possesso palla-torello in due gruppi. Per Luca Antonelli lavoro tecnico personalizzato, poi anche lui ha lavorato con il gruppo per l’esercitazione tecnica sui passaggi con ausilio di sagome e porticine. Jose Mauri ha svolto stamattina tutto il lavoro regolarmente in gruppo.

E’ iniziato l’allenamento mattutino del Milan, il primo della giornata, sul campo centrale di Milanello dove la squadra rossonera è in ritiro. Come ha informato la società tramite il proprio sito Internet, dopo il riscaldamento atletico la squadra ha proseguito il lavoro in palestra, mentre i portieri sono al lavoro sul campo rialzato di Milanello. Ricordiamo che domani sarà il giorno della prima amichevole, contro i dilettanti dell’Alcione.

Sesto giorno di ritiro per il Milan a Milanello. Parliamo di José Mauri, il talento 18enne italo-argentino arrivato in rossonero dopo il fallimento del Parma: una particolarità è che insieme a lui è arrivato anche il fratello maggiore Juan Alberto, centrocampista di 26 anni che giocava nella Serie C argentina. Una storia che ricorda quindi quella di Kakà e Digao ed evidentemente Juan Alberto Mauri non resterà al Milan ma verrà girato in prestito nelle serie minori proprio come era successo a Digao, nella speranza che il suo fratellino possa diventare per il Milan un giocatore importante come lo è stato Kakà – pur nella diversità dei ruoli…

Come di consueto è iniziato alle ore 18.00 l’allenamento pomeridiano per il Milan nel ritiro di Milanello. La squadra dunque sta lavorando agli ordini dell’allenatore Sinisa Mihajlovic sul campo rialzato e questa volta José Mauri si sta regolarmente allenando con il resto del gruppo. La notizia principale però è la presenza di Adriano Galliani: l’amministratore delegato è arrivato a Milanello alle 18.05 proprio per stare vicino alla squadra in questa importante fase della preparazione estiva.

Il Milan lavora per il quinto giorno nel ritiro di Milanello, ma oggi non mancherà un motivo per festeggiare. Infatti è il compleanno di Christian Abbiati, nato ad Abbiategrasso l’8 luglio 1977. Dunque oggi il portiere rossonero, veterano del gruppo agli ordini di Sinisa Mihajlovic, compie 38 anni: una colonna dello spogliatoio e naturalmente la prima alternativa al numero 1 titolare Diego Lopez. La società ha fatto gli auguri ad Abbiati tramite i propri canali ufficiali sul web.

I giocatori del Milan torneranno in campo alle ore 18:00 per la seconda sessione di allenamento di oggi (mercoledì 8 luglio 2015). Dopo le corse del mattino nella seconda seduta si lavorerà anche sulla tattica. Nel frattempo dai social network trapelano le prime impressioni o i primi messaggi dei rossoneri. E’ il caso ad esempio di Nigel De Jong che sul proprio account Twitter ha pubblicato una foto di sè stesso intento a rinfrescarsi, accompagnata dal commento ‘Never qui’, ‘mai arrendersi’ e dall’ahastag #Dedication. Il Milan nel frattempo ha ufficializzato il rinnovo di contratto di Philippe Mexes, che raggiungerà i compagni in ritiro sabato (11 luglio): per il francese prolungamento di un anno. 

Primo allenamento della quinta giornata del ritiro del Milan nella casa di Milanello. Dopo l’iniziale riscaldamento di cui potete leggere qui sotto, la squadra rossonera ha svolto una esercitazione tecnica con tre gruppi e tre stazioni di lavoro sotto la guida di mister Sinisa Mihajlovic. A seguire, non è mancato il lavoro atletico, con corsa sul campo centrale e cambi di ritmo, infine una fase di stretching per concludere l’allenamento. Il nuovo acquisto Jose Mauri ha effettuato la prima parte in gruppo, poi lavoro atletico personalizzato, per Mbaye Niang lavoro atletico personalizzato a margine del campo ribassato, per Jeremy Menez palestra, infine Luca Antonelli chiude il quadro di chi ha lavorato a parte: per lui alcuni esercizi in gruppo ed altri a parte.

Alle ore 10.00 la squadra si è regolarmente presentata in campo per l’allenamento mattutino della quinta giornata di ritiro a Milanello. Come informa il sito ufficiale, la giornata del Milan naturalmente è iniziata con il riscaldamento agli ordini dell’allenatore Sinisa Mihajlovic, basato su lavoro con il pallone, palleggi, passaggi e corsa.

Mercoledì 8 luglio 2015: una nuova giornata di lavoro per il nuovo Milan dell’allenatore Sinisa Mihajlovic nel consueto ritiro ‘casalingo’ di Milanello. Una tradizione ormai consolidata per i rossoneri, che da tantissimi anni non vanno in ritiro in montagna, nelle località che sono tradizionalmente meta delle varie squadre di calcio per la prima fase della preparazione estiva. Il Milan preferisce rimanere a casa, nelle ben collaudate strutture di Milanello, anche se poi magari si devono fare i conti con il caldo, particolarmente fastidioso in questa settimana. In ogni caso questo certamente non ferma Mihajlovic, che ha programmato due sessioni quotidiane di allenamento, una al mattino e una al pomeriggio pur evitando naturalmente le ore più calde. 

Ricordiamo che il ritiro del Milan durerà fino a martedì 21 luglio 2015, quando la squadra partirà alla volta della Cina per la tournée che la vedrà impegnati per una decina di giorni, fino al 31 luglio. Prima di volare ad Oriente i rossoneri disputeranno comunque già tre amichevoli italiane, o per meglio dire europee. Le prime due infatti saranno contro squadre locali (Alcione venerdì 10 luglio, Legnano martedì 14 sempre a Solbiate Arno) ed una internazionale, sul campo dell’Olympique Lione sabato 18 luglio. Intanto c’è da segnalare che sembra essersi riacceso l’entusiasmo attorno al Milan dopo due pessime stagioni: l’arrivo di un allenatore preparato e deciso come Mihajlovic, unito ad alcuni acquisti di grande livello (Bertolacci, Luiz Adriano, Bacca e J. Mauri) dopo anni fatti soprattutto di parametri zero, induce all’ottimismo. Al campo naturalmente toccherà dare le risposte…





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori