MotoGP Phillip Island/ Dani Pedrosa: campionato deciso, il secondo posto no

- La Redazione

Squadra Honda di nuovo al completo con il rientro di Dani Pedrosa che in Australia difenderà il secondo posto in classifica

Pedrosa-prewAustralia_R400

L’ultimo dei tre gran premi asiatici, quello di Phillip Island, in Australia, vedrà il ritorno di Dani Pedrosa in sella alla sua Repsol Honda RC212V. Dopo la rottura della clavicola sinistra nelle libere di Motegi, Pedrosa è stato costretto a rinunciare anche al GP della Malesia e con quello dire addio ai suoi sogni di rincorsa mondiale: ora, dopo due settimane di riposo per l’intervento chirurgico a cui si è sottoposto per ricomporre la frattura, Dani è pronto per l’Australia, dove proverà a difendere il secondo posto in classifica dagli attacchi di Rossi, Stoner e Dovizioso. Lo spagnolo è arrivato terzo nella gara dello scorso anno a Phillip Island, dove ha vinto la gara della 250 nel 2005 quando vinse il campionato mondiale classe 250.

Dani Pedrosa:

“E ‘stato difficile prendere la decisione di non andare in Malesia, ma dopo un’altra settimana mi sembra che sia stata la cosa giusta da fare, perché in questi giorni la mia condizione è migliorata molto. Quindi non vedo l’ora di salire in moto in Australia e scoprire come mi sento. Sono arrivato oggi per avere un po’ di tempo per recuperare dal volo e per riposarmi un po’. So che sarà dura perché Phillip Island è una pista molto esigente e anche le condizioni meteorologiche possono giocare un ruolo importante, ma io credo veramente che è il momento di tornare con la mia squadra e provare a tornare al livello di prestazioni che abbiamo avuto prima dell’incidente in Giappone. Dopo l’operazione ho iniziato subito la riabilitazione. L’intervento è stato un grande successo e la piastra è ben fissata, quindi il problema principale non era la clavicola, ma la rigidità al collo e tutto intorno alle mie spalle. Ho dovuto fare massaggi e fare esercizi con il mio fisioterapista e continuerò in Australia. Il campionato è deciso, ma per noi non è ancora finita. L’obiettivo è ora quello di mantenere il secondo posto in classifica e continuare a lavorare sulla moto in modo da arrivare in buona forma per i test invernali, quando inizieremo a lavorare per il prossimo anno. “

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori