MOTOGP AUSTRALIA/ Nicky Hayden: mi dispiace essere stato battuto da Valentino

- La Redazione

Grande delusione per Nicky Hayden che sentiva di poter puntare al podio ma che non cerca scuse e ammette di essere stato battuto

Hayden20Australia_R400

Un quarto posto non dovrebbe essere male soprattutto se davanti a te finiscono piloti come Stoner, Lorenzo e Rossi. Ma a Hayden il risultato del Gran premio d’Australia a Phillip Island non va giù. Scattato benissimo dalla sesta piazzola l’americano della Ducati è stato protagonista di un fantastico duello per il podio con Valentino Rossi, dopo aver vinto quelli con Simoncelli e Spies nelle prime fasi della gara.

Il pilota americano ha superato Rossi a tre giri dalla fine ma ha poi subito il controsorpasso dell’italiano nell’ultima tornata e malgrado l’estremo tentativo all’ultima curva per Nicky non c’è stata la soddisfazione di un altro podio per appena 38 millesimi a favore dell’italiano. “E’ stata una bella, grande battaglia sotto il sole e sono molto dispiaciuto di averla persa. Sarebbe stato molto più “cool” se ci fossimo giocati la vittoria, ma lottare con Valentino Rossi per qualsiasi posizione non è mai facile”.

“Oggi abbiamo fatto qualche modifica alla moto, ma non abbiamo- continua il pilota statunitense- potuto provarle stamattina nel warm up perché sono uscito di pista e ho impiegato un po’ a ritrovare feeling con l’altra moto. Devo dire che il team oggi ha fatto un lavoro fantastico perché quando ho preso il ritmo in gara la moto era davvero a posto. Per questo non voglio cercare scuse o piangermi addosso dicendo "forse se avessi fatto questo o quello, sarebbe andata diversamente", perché la sostanza è che sono arrivato quarto, sono stato battuto. Mi spiace molto perché adoro questa pista, mi sentivo bene e battere Rossi all’ultimo giro sarebbe stato fantastico. Un po’ mi sento di aver deluso il team perché mi hanno dato una grande moto per giocarmela, ma non ci sono riuscito”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori