DIRETTA/ Motogp, Gran Premio di Spagna a Jerez: prove libere del sabato. Segui e commenta live in tempo reale

- La Redazione

Meno di ventiquattro ore di tempo, una infinità per i super tecnici e i piloti della Moto Gp per capire cosa ha funzionato e cosa no sul circuito spagnolo di Jerez

Stoner20Jerez20libere_R375

Meno di ventiquattro ore di tempo, una infinità per i super tecnici e i piloti della Moto Gp per capire cosa ha funzionato e cosa no sul circuito spagnolo di Jerez. Per capire prima delle prove ufficiali del Gran premio di Spagna di questo pomeriggio (ce seguiremo ancora in diretta) come mai la Ducati di Casey Stoner abbia piazzato il suo tempone al quarto giro e poi il pilota australiano non sia più riuscito a ritoccarlo e anzi si sia reso anche protagonista di una escursione fuori pista quando Lorenzo (Yamaha), Hayden (Ducati) e Pedrosa (Honda) hanno cominciato a pressare duro.

Per capire anche se il dolore alla spalla di Valentino Rossi sulla sua Yamaha lo terrà fuori dalla lotta per le prime posizioni in una giornata che tra prove libere e ufficiali si annuncia dura, anzi durissima. Lui che stringendo i denti ha portato la sua Yamaha a guidare gli inseguitori.

E poi c’è l’ “altro” pilota Yamaha, Jorge Lorenzo, che ieri è stato il pilota che ha girato più di tutti. Un vero maratoneta che giro dopo giro ha assottigliato il cantaggio di Stoner arrivando a poco più di un decimo di distanza acquisendo man mano feeling con la pista.

Completano il quadro un Hayden – la moto c’è, se il pilota non tradisce ci saranno sorprese – un sorprendente Dani Pedrosa su Honda – vedendo l’abisso in cui è sprofondato Dovizioso diciamo che il merito è al 70% di Pedrosa e al 30% della sua Honda – l’incerottato ma mai domo Valentino Rossi e l’ancor più soprendente Capirossi, vero outsider con la sua Suzuki che ha staccato il sesto tempo. Vedremo se Capirex saprà ripetersi o, perchè no?, addirittura migliorarsi.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori