MotoGP/Nicky Hayden: via ancora due decimi, se avessimo avuto il tempo di sistemare alcuni dettagli

- La Redazione

Il pilota americano, visto la caduta della mattina e i problemi del pomeriggio, è soddisfatto del quinto posto, a soli due millesimi da Valentino

Hayden-QP-Jerez_R375

Questa mattina il pilota americano è uscito illeso da una caduta ad alta velocità ed il suo team ha lavorato senza sosta sulla moto per metterlo in condizione di affrontare al meglio un intenso turno di qualifiche, che lo ha visto finire ad appena 49 millesimi dal compagno di squadra e a soli due millesimi da Valentino. Segno che la Desmosedici 2010, in fatto di guidabilità, è migliorata tantissimo. L’obiettivo per entrambi i piloti Ducati, domani, sarà quello di lottare per il podio, cercando di rovinare la festa ai due favoriti locali, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo che hanno conquistato le prime due posizioni dello schieramento.

Nicky Hayden:

Nella caduta di questa mattina mi sono fatto solo un paio di graffi e, considerando che sono caduto a circa 200 chilometri all’ora, sto benissimo. Sfortunatamente questo ha complicato le cose per la squadra perché i ragazzi hanno dovuto lavorare tantissimo per sistemare la moto. Ho cominciato la sessione con la moto due ma aveva un problemino al cambio che non abbiamo potuto risolvere quindi ho dovuto tornare a quella con cui ero caduto. I ragazzi erano sicuri che fosse a posto ma avrebbero preferito avere un po’ più di tempo per metterla a punto perfettamente. Ho fatto un paio di giri in 1’39.5 e non penso di dire assurdità affermando che avrei potuto tirare via ancora un paio di decimi, se avessimo avuto il tempo di sistemare alcuni dettagli. Il quinto crono però non è male: sarà una gara lunga e dura ma non vedo l’ora che arrivi il momento della partenza. Vorrei ringraziare tutta la squadra per il lavoro che ha fatto oggi e spero di poter ricambiare con un bel risultato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori