MotoGP/ Jorge Lorenzo: felice per la mia prima doppietta in MotoGP

- La Redazione

Lo spagnolo della Yamaha mette a segno la prima doppietta in MotoGP e diventa a tutti gli effetti l’uomo da battere per la corsa al titolo

Lorenzo-gara2-Le-Mans_R375

Jorge Lorenzo rifila una bella stoccata a Valentino Rossi e infila a Le Mans la sua seconda vittoria consecutiva in questa stagione e la seconda consecutiva sul circuito di Le Mans dopo quella del 2009. Lorenzo è partito bene, non come suo solito ed è riuscito a superare subito Pedrosa, segno che grande era la sua determinazione a lottare per cogliere la vittoria sul circuito francese. Qualche tornata di studio con qualche tentativo di sorpasso e poi l’affondo vincente su Valentino che nulla ha potuto contro un Lorenzo così. Il giovane maiorchino ha tagliato il traguardo con 5,672 secondi di vantaggio su Rossi e aumenta il vantaggio in campionato portando a 9 i punti di distacco da Rossi.

Jorge Lorenzo:

“Sono felicissimo per la seconda vittoria consecutiva, è la prima volta che mi succede in MotoGP, e rafforza la mia fiducia in me stesso. Finalmente una buona partenza, cosa che mi rende decisamente contento, poi ho passato con facilità Pedrosa. Superare Valentino non è risultato altrettanto semplice, perché frenava molto tardi. Ho dovuto avere pazienza, ed è qualcosa che, solo un anno fa, non mi sarebbe riuscito bene. Alla fine ce l’ho fatta, ma non credevo che sarei poi stato in grado di prendere il largo a quel modo. La moto e le Bridgestone però si sono comportate benissimo, ed è stato semplice per me tenere il passo necessario. A Le Mans ho sempre vissuto giornate belle fin da quando sono arrivato alla Yamaha; un secondo posto, due vittorie: penso di poter proprio dire che gareggiare in Francia è divertente! Guidare il campionato è splendido, ma la strada è ancora lunga ed il prossimo appuntamento è al Mugello, tracciato che mi piace moltissimo ma dove i miei avversari sono molto forti. Grazie al team ed a tutti coloro che operano in Yamaha per questo splendido weekend”.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori