Moto/ La Suzuki di Capirossi al mitico TT

- La Redazione

La Suzuki festeggia i suoi 50 anni con un’esibizione della GSV-R, pilotata da Cameron Donald, vincitore dell’edizione 2008, sul circuito dell’isola di Man dove si corre il mitico Tourist Trophy. All’evento sarà presente anche Loris Capirossi

Suzuki-TT_R375

La Suzuki Motor Corporation festeggia 50 anni di corse sull’isola di Man dove, nel 1960, si disputò la prima gara di quello che sarebbe divenuto il mitico Tourist Trophy. Il produttore giapponese ha annunciato che Cameron Donald farà un giro del percorso in sella alla GSV-R la velocissima quattro tempi con cui Loris Capirossi corre nella MotoGP.

La moto sarà quella la Suzuki GSV-R800 con cui Capirossi ha corso il suo 300o Gran Premio nella gara di apertura del mondiale 2010 in Qatar. In sella ci sarà Cameron Donald, vincitore dell’edizione 2008 del TT e primo pilota a completare il circuito dell’Isola di Man a 131 mph (210,82 kmh) di media.

Loris Capirossi:

“Sono davvero emozionato all’idea di visitare l’Isola di Man e sostenere la Suzuki nelle celebrazioni del 50° anno. Non sono mai stato prima al TT, quindi sarà sorprendente vedere quei “pazzi” ragazzi in pista, ma non sono sicuro che il circuito si possa davvero definire una pista con tutte quelle case intorno: non è come qualsiasi circuito a cui sono abituato! Penso che sia un evento che tutti gli appassionati al mondo di motociclismo dovrebbe andare a vedere almeno una volta nella loro vita e dopo la mia prima volta, sono sicuro che torneròdi nuovo. Voglio fare uno giro completo – ma non velocemente come quei ragazzi, così potrò vedere da me stesso cosa vuol dire e cosa devono affrontare. “

Cameron Donald:

“Avere la possibilità di guidare una MotoGP è una cosa, ma sentirsi proporre la Rizla Suzuki GSV-R per me è un sogno che diventa realtà. Se mi fosse stata data l’opportunità di guidarla su un circuito, qualsiasi circuito, sarei stato più che felice, ma girare sul famoso circuito dell’Isola di Man, dove piegare il mio mestiere, è un’altra cosa. Ho passato il tempo con i ragazzi del team Rizla Suzuki a Phillip Island lo scorso anno e mi hanno fatto sentire più che benvenuto. Loris Capirossi è un grande e una leggenda dei Gran Premi, quindi guidare una delle sue moto è un onore. Vorrei ringraziare tutti alla Suzuki e i boss del team Relentless by TAS Suzuki e Rizla Suzuki, Philip Neill e Paul Denning per avere reso questo possibile. E’ un anno speciale per la Suzuki come produttore e un anniversario molto speciale per la gamma GSX-R. Così, mentre il mio obiettivo sarà mettere la Relentless by TAS Suzuki sul gradino più alto del podio quest’anno sull’Isola, salire in sella alla GSV-R sarà la ciliegina sulla torta.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori