MotoGP/Casey Stoner: mi spettavo di più dopo il warm-up

- La Redazione

Casey Stoner non è troppo contento del risultato del Mugello: il quarto posto rimediato non è quello che si aspettava dopo i progressi registrati nel warm-up

Stoner-gara-Mugello_R375

Casey Stoner al Mugello ha ottenuto un quarto posto maturato al termine di una gara ragionata e molto combattuta. Il pilota australiano ha sfruttato al meglio il potenziale che la sua Desmosedici GP10 oggi aveva su questa pista: non avendo il passo per poter lottare con i primi tre, è rimasto incollato a Randy De Puniet e a Marco Melandri per la maggior parte della gara e ha sferrato un attacco deciso ad entrambi nell’ultimo giro. Ora il suo distacco in classifica comincia ad assumere una certa consistenza e per recuperare 66 punti a Lorenzo occorre un’accoppiata Stoner-Ducati stile fine 2009.

Casey Stoner:

“Ad essere onesti ci aspettavamo qualche cosa di più dopo il warm-up di questa mattina e dopo le modifiche che avevamo fatto. Probabilmente invece era un po’ troppo caldo per le gomme che abbiamo scelto. La parte sinistra lavorava molto bene ma la parte destra aveva poco “grip” e non mi dava fiducia, costringendomi ad allargare la traiettoria in tutte le curve in quella direzione. Non è esattamente il risultato che avrei voluto su questa pista, una di quelle che mi piacciono davvero. Quando, a metà gara, ero davanti a Marco e Randy, mi sono reso conto che non avrebbe avuto senso continuare a forzare, non ce l’avrei fatta ad andare via e avrei rischiato troppo. Ho quindi deciso di restare alle loro spalle e di aspettare l’ultimo giro per passare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori