SHOYA TOMIZAWA MORTE/ La veglia in ricordo del pilota giapponese morto oggi a Misano durante il GP

- La Redazione

Gli amici e i colleghi del suo team vegliano la salma di Shoya Tomizawa, il pilota giapponese morto oggi a Misano

shoyatomizwa_R375

Shoya Tomizawa è vegliato all’ospedale Ceccarini di Riccione, dove giace la sua salma. Tomizawa è morto oggi in un terribile incidente durante il GP di San Marino, investito dopo essere caduto dalla moto di un altro pilota. Il pilota giapponese, che avrebbe compiuto 19 anni il prossimo dicembre, è vegliato dagli amici del Team Technomag. Con lui Max Sabbatani, pilota forlivese, Nobby Ueda e Sonia Peier, direttore del Team Technomag, il più toccato dal dolore, in pianto da ore. 

«Andava forte Shoya, sarebbe stato difficile da battere ha detto il collega ex pilota Max Sabbatani – Anche l’Honda lo teneva d’occhio. Avrebbe fatto molta strada. La stagione era iniziata bene, era arrivato primo nella prima gara, secondo nella seconda e nella sesta». Shoya era molto amato da tutti, amici e concorrenti, per la simpatia e la voglia di divertire che sapeva infondere.

 

«Shoya riusciva a scherzare anche con gli altri piloti», ricorda Ueda, dimostrando così di vivere la competizione sportiva con lealtà. Negli ultimi anni Tomizawa si era stabilito ad Ales, nel sud della Francia, seguito passo passo dalla direttrice del team, Sonia Peier che nel ricordarlo ha voluto sottolineare come il pilota fosse prima di tutto «un ragazzo, che viveva la sua età e che voleva godere della vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori