MotoGP Misano/Sulla morte di Tomizawa la procura apre un’inchiesta

- La Redazione

La procura di Rimini ha aperto un’inchiesta sulla morte del giovane pilota Tomizawa: l’ipotesi è di omicidio colposo. Nel mirino l’organizzazione e la sicurezza. Indagati anche Alex De Angelis e Scott Redding

Tomizawa-inchiesta_R375

La procura di Rimini ha aperto un’inchiesta sulla morte del pilota giapponese Tomizawa avvenuta durante la gara di Moto2 del Gp di San Marino. Il pm Paolo Giovagnoli sta valutando quale ipotesi di reato formulare a carico di ignoti anche se appare probabile che si tratterà di omicidio colposo. Nel mirino dei magistrati l’operato dell’organizzazione e l’apparato di sicurezza dell’evento. Il magistrato disporrà a breve l’autopsia: si vuole accertare se abbia avuto conseguenze sul decesso del pilota la caduta dalla lettiga, avvenuta perché uno dei soccorritori è inciampato nella ghiaia. Nel registro degli indagati appaiono anche i nomi dei piloti Alex De Angelis e Scott Redding che investirono il povero Tomizawa. Per loro, esclusa ogni responsabilità per l’accaduto, l’iscrizione è un atto dovuto.

Verranno inoltre visionati i filmati della gara, sentite le testimonianze dei soccorritori, dei responsabili del circuito e della Dorna organizzatrice del motomondiale cercando di appurare se i soccorsi siano stati tempestivi e adeguati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori