DIRETTA/ MotoGp, la Gara del Gran Premio del Giappone (Motegi) live in temporeale

- La Redazione

Il Gran Premio del Giappone di MotoGp è finalmente arrivato al via. Dopo tanta paura e polemiche adesso siamo arrivati alla partenza. Segui e commenta il gran premio di MotoGp live

casey_Stoner_r400
Foto Ansa

Il Gran Premio del Giappone di MotoGp è finalmente arrivato al via. Dopo tanta paura e polemiche adesso siamo arrivati alla partenza. Motegi è una pista favorevolissima alla Honda, anche se c’è da dire che in questo mondiale di MotoGp la casa del cavallo alato non ha trovato piste davvero in grado di metterla in crisi. Ad ogni modo i piloti del team ufficiale occupano tre delle prime quattro posizioni in griglia di partenza, con la sola intrusione della Yamaha di Jorge Lorenzo. Insomma le mani sulla gara la Honda le ha già, anche perché Lorenzo stesso non si è dimostrato molto ottimista per questa gara.
E’ pur vero che Lorenzo e la sua M1 sono stati in grado di trovare la soluzione “magica” che verso la fine delle qualifiche ha prodotto il record del circuito (poco dopo sbriciolato da Stoner) e ha ridotto il gap con il leader del mondiale a poco più di 250 millesimi. Ottimo risultato, ma a detta del pilota maiorchino un po’ illusorio perché a meno di imprevisti – e cioè che Stoner cada, o poco ci manca – la Yamaha non potrà aspirare alla vittoria. Ben Spies segue al quinto posto il drappello di testa, ma il distacco da Pedrosa è davvero minimo, per lui c’è speranza di far meglio. Valentino Rossi con la sua Ducati arranca al settimo posto, anche se è pur sempre il primo degli umani. A parte Simoncelli, sempre su Honda, la Ducati del dottor. Rossi ha messo in fila tutti gli altri. Magra consolazione per l’ennesima gara da gregario che non pare certo poter riservare grosse sorprese, neanche se davanti qualcuno farà qualche grosso sbaglio. Staremo a vedere se accadrà. Casey Stoner intanto gongola ricordando anche i successi del passato a Motegi proprio in sella alla Ducati, e facendo presente di stare bene, anzi benissimo. Insomma ha una voglia matta di stravincere, e pare proprio che nessuno sia in grado di impedirlo. Il circuito presenta qualche difficoltà tecnica per la regolarità delle curve molto secche e i lunghi rettilinei e per questo la Bridgestone ha messo a disposizione nuove mescole più morbide per le gomme, e in particolare sulla spalla sinistra meno sollecitata e più bisognosa di entrare in temperatura visto la bassa temperatura dell’asfalto prevista. Ma ora bando alle chiacchiere: il gran premio di MotoGp di Motegi sta per cominciare..

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori