MORTO SIMONCELLI/ Video: l’incidente in cui è deceduto nello scontro con Edwards

- La Redazione

Morto Simoncelli. Video: l’incidente in cui è morto il pilota italiano. Il giovane campione italiano è deceduto in seguito a una colluttazione e caduta durante il MotoGp di Malesia

simoncelli_r400_1LUG11
Foto Ansa

Quello che non avremmo mai voluto dire è successo: Marco Simoncelli è morto. Il giovane campione italiano, 24 anni da Coriano (RN), iridato 250 nel 2009, pilota del team Honda Gresini in Moto Gp con una Honda ufficiale, è deceduto in seguito all’incidente (guarda la fotogallery segui e partecipa alla diretta con i commenti dei fan) che gli è occorso durante il secondo giro del Gran Premio della Malesia in programma oggi a Sepang.
Il pilota romagnolo era in lotta per la quarta posizione con la sorprendente Suzuki di Alvaro Bautista quando ha perso il controllo della moto, forse a causa delle gomme dure ancora fredde. Dalle immagini televisive si può vedere il grosso segno nero lasciato dalle gomme sull’asfalto. Fin qui però avrebbe potuto essere una banale scivolata, come tante ne accadono nelle gare motociclistiche: il dramma inizia quando la moto scarta verso il centro della pista, con Marco che gli rimane aggrappato, forse a causa dell’elettronica che consente di tenere in piedi la moto il più possibile. Questo teorico vantaggio può essere stato invece fatale oggi a “Super Sic”: infatti tornando a centro pista il pilota è stato tamponato da Colin Edwards che sopraggiungeva in quel momento e non ha potuto evitarlo. L’impatto è stato drammatico, e ha coinvolto pure Valentino Rossi. Simoncelli è stato purtroppo colpito anche al collo, il punto meno protetto del corpo di un pilota, in un incidente dalla dinamica molto simile a quello che l’anno scorso a Misano, in Moto 2, è costato la vita al giovane giapponese Shoya Tomizawa.
E purtroppo l’esito è stato uguale: il casco che vola via e rotola nell’erba ha fatto immediatamente temere il peggio, come il corpo rimasto esanime a terra. Le immagini dei minuti successivi che indugiavano sui box ci hanno lasciati in una drammatica attesa. Le prime frammentarie notizie lasciavano poco spazio alla speranza. Si è venuto poi a sapere che Marco era giunto al centro medico già in arresto cardiocircolatorio finchè, alle 11 ora italiana circa, quindi dopo un’ora dall’incidente, è giunto il triste annuncio della morte. Tutto il mondo del motociclismo si stringe ai due genitori, alla piccola e amatissima sorellina, alla fidanzata e al team Gresini. Addio Marco, porta la tua allegria anche nei circuiti del Paradiso!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori