MOTOGP/ Warm-Up Gp di Spagna: tempi e classifica a Jerez. Stoner davanti, Valentino Rossi secondo

- La Redazione

Il warm-up del gran premio di Spagna di motogp a Jerez si è svolto sotto una pioggerellina che ha sparigliato completamente le carte della vigilia. Come sarà la gara?

rossi_ducati_R400
Valentino Rossi (foto Ansa)

Il warm-up del gran premio di Spagna di motogp a Jerez si è svolto sotto una pioggerellina che ha sparigliato completamente le carte della vigilia. Vedremo se il tempo cambierà ancora prima della gara di questo pomeriggio, ma certo è che se piovesse allora tutto si rimetterebbe in discussione. E non tanto per il talento espresso da piloti e moto (si sa che Stoner sul bagnato va forte) ma proprio per quel margine di imponderabilità che le condizioni estreme portano con sè. Se durante le qualifiche di questa motogp abbiamo visto diversi e insospettabili piloti finire con il sedere per terra, è probabile che se pioverà in maniera decisa qualche caduta eccellente la potremo vedere. E forse la differenza invece che le moto, gli assetti e la bravura dei piloti potranno farla l’audacia, le motivazioni e la fortuna.E proprio in questa chiave vanno letti i risultati di questo warm-up. Infatti i tempi e l’ordine di classifica mettono in luce proprio quei piloti che sono più “pazzi” (Stoner), o più motivati e feriti nell’orgoglio (Rossi e Dovizioso). Ecco l’identikit dei primi tre classificati di questo wup. Semplice.Chi ha tanto da perdere si è tenuto “schiscio”, come Lorenzo, Simoncelli (ma Sic dovrà osare in gara perché per emergere e imporsi ci vuole audacia) e Pedrosa.Ovvio che le differenze tecniche sia dal lato motociclistico che da quello del pilota rimangono, ma una gara bagnata potrebbe davvero sparigliare fortemente le carte. E nella peggiore delle ipotesi condizionare anche il prosieguo del campionato. Ma questa è la motogp, con tutta l’adrenalina di bolidi che si fiondano a oltre 260 Km/h sul bagnato. Roba da vertigini anche per chi le segue sul divano in diretta tv.L’appuntamento è allora alle 14, per una gara da non perdere.

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 251.8 1’50.297  
2 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 260.0 1’50.888 0.591 / 0.591
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 258.9 1’51.137 0.840 / 0.249
4 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 250.8 1’51.176 0.879 / 0.039
5 1 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 252.9 1’51.273 0.976 / 0.097
6 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 257.7 1’51.462 1.165 / 0.189
7 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 255.3 1’51.476 1.179 / 0.014
8 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 249.4 1’52.025 1.728 / 0.549
9 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team Ducati 246.8 1’52.050 1.753 / 0.025
10 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 244.3 1’52.376 2.079 / 0.326
11 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team Ducati 248.4 1’53.163 2.866 / 0.787
12 21 John HOPKINS USA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 256.8 1’53.329 3.032 / 0.166
13 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP Ducati 245.3 1’53.535 3.238 / 0.206
14 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 260.0 1’53.589 3.292 / 0.054
15 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 242.6 1’53.963 3.666 / 0.374
16 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini Honda 241.0 1’54.606 4.309 / 0.643
17 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP Honda 257.6 1’56.451 6.154 / 1.845


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori