DIRETTA/ MotoGp, il Gran Premio dell’Estoril in Portogallo: segui e commenta live in tempo reale

- La Redazione

Sta per prendere il via il Gran Premio di MotoGp dell’Estoril in Portogallo. Il Gran Premio delle incognite, perchè le variabili impazzite oggi sono davvero tantissime

rossi_ducati_R400
Valentino Rossi (foto Ansa)

Sta per prendere il via il Gran Premio di MotoGp dell’Estoril in Portogallo. Il Gran Premio delle incognite, perchè le variabili impazzite oggi sono davvero tantissime da sembrare troppe perfino per il circus della MotoGP. Anzitutto il meteo. Nel warm-up il cielo, che dava ampi squarci di sereno fino a pochi minuti prima in Moto 2 (che hanno corso addirittura con qualche raggio di sole) si è imbrogliato di nuovo. E come se non bastasse, mentre scriviamo, il tasso di umidità è salito al 58% con un vento che soffia a dodici chilometri orari. Insomma una vera roulette. L’asfalto si sta scaldando, siamo sui 25°, cioè meglio di tre o quattro gradi rispetto al warm-up della mattina, ma il problema è l’umidità della pista che ha ancora ampie chiazze in cui non ci sarebbe da fidarsi con l’assetto da asciutto. Questa la prima incognita che ha anche condizionato appunto il warm-up, (clicca qui per vedere i tempi e l’ordine di arrivo nel wup di MotoGp di questa mattina), ma ce ne sono decisamente anche altre.

L’altra incognita è certamente rappresentata dalla rivalità tra Simoncelli e Lorenzo, la cui miccia si è accesa in conferenza stampa con uno scambio di battute molto netto e “vicinissimo” al litigio, se non alle velate minacce. “Se non ci saranno episodi in gara non ci saranno problemi tra noi, altrimenti…” si è lasciato scappare Lorenzo. Con una certa ironia ha ribattuto Simoncelli “Altrimenti sarò in stato d’arresto”. Insomma se non roba in stile Valentino Rossi-Max Biaggi, siamo sulla buona strada (clicca qui per il video del confronto tra Simoncelli e Lorenzo). Vero è che nel warm-up i due piloti si sono lasciati quasi sempre un mezzo circuito di distanza, giusto per stare un po’ alla larga, prima di ritrovarsi primo e secondo in griglia di partenza al via (clicca qui per la griglia di partenza del Gran Premio di MotoGP del Portogallo all’Estoril dopo le qualifiche ufficiali di ieri).Mettiamoci anche un’altra incognita, e pure doppia, per non farci mancar nulla. Si tratta di Dani Pedrosa e Casey Stoner. I due piloti della Repsol Honda, per motivi diversi, non hanno brillato in qualifica e nel warm-up ma potrebbero essere le variabili impazzite di questa stramba equazione del Gp dell’Estoril. Pedrosa acciaccato ha risparmiato le articolazioni, per lui la gara sarà lunga e parte da un’ottima posizione in griglia, potrebbe approfittare di nervosismi altrui. Stoner invece non è mai stato il fulmine che conosciamo in questa tre giorni portoghese, anche se ha dato segni di risveglio proprio nel warm-up. Se saprà dominarsi soprattutto a livello mentale, allora può calare il suo solito asso vincente.Ed eccoci al capitolo Ducati/Valentino Rossi. Il pilota pesarese ha fatto vedere che è in grado di tirare fuori prestazioni discrete dalla sua desmosedici almeno nel warm-up, in cui peraltro anche Hayden è andato bene.  Tuttavia il gap pare ancora sensibile, ma il passo gara potrebbe essere condizionato da fattori esterni come umidità o pioggia in grado di mettere tutti sullo stesso piano. Non ci resta che stare a vedere. Il gran premio di MotoGP del Portogallo ora può davvero cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori