MOTOGP/ Prove libere Gran Premio d’Australia 2012 (Phillip Island): cronaca e risultati. Primo Stoner

- La Redazione

Casey Stoner ha dominato entrambe le sessioni di prove libere del Gran Premio d’Australia della MotoGp a Phillip Island: secondo Pedrosa, terzo Lorenzo, ottavo Rossi. Cronaca e risultati.

stoner_2012
Casey Stoner (Infophoto)

Meno male che è convalescente, che gli fa male la caviglia destra e che fra due settimane si ritirerà dalle competizioni. Phillip Island è sempre la casa di Casey Stoner, che nella prima giornata di prove libere in vista del Gran Premio d’Australia della MotoGp fa una differenza incredibile rispetto a tutti gli altri: questa è davvero casa sua, e la curva che ieri gli è stata dedicata è un omaggio certamente doveroso. Lo stesso pilota australiano della Honda Hrc sembra essere sorpreso dalle sue prestazioni: “Sinceramente non pensavo di andare così forte”, ha detto al termine di una prima giornata di prove quasi perfetta, con due turni dominati dal primo all’ultimo secondo. Al mattino secondo è stato Jorge Lorenzo, ma staccato di ben nove decimi, mentre al pomeriggio Dani Pedrosa è riuscito ad arrivare fino a otto decimi da Casey. Il vuoto. Alla vigilia Stoner diceva di non sapere cosa aspettarsi a causa delle sue condizioni fisiche, ma a questo punto è il favorito per la vittoria a Phillip Island, dove è imbattuto dal 2007. Anzi, viene da pensare che se l’anno prossimo dovesse correre da wild card, potrebbe non pagare nemmeno l’anno di inattività… Sulla pista di casa Stoner sembra infatti imbattibile: Casey ha realizzato otto giri più rapidi del miglior giro di Pedrosa. I due spagnoli hanno un passo molto simile, ma forse stavolta dovranno accontentarsi di lottare per il secondo posto. La superiorità della Honda è però evidente in accelerazione. Al quarto posto troviamo Cal Crutchlow e al quinto Andrea Dovizioso: le Yamaha Tech 3 sono sempre ottime protagoniste. Sesto Alvaro Bautista, settimo Stefan Bradl e poi in ottava posizione Valentino Rossi, a 2”031 da Stoner: “Qui Casey fa una grande differenza, ma gli altri non sono poi così lontani”, ha detto il pilota della Ducati. In Moto2 giornata difficile per Marc Marquez, a cui bastano due punti per conquistare il titolo: salta le libere del mattino per un problema elettrico, mentre nel pomeriggio ha potuto effettuare solo sei giri, prima che iniziasse a piovere. In ogni caso, è settimo in una classifica che vede Pol Espargaro primo, Scott Redding secondo e Thomas Luthi terzo. Ottavo Andrea Iannone, migliore degli italiani. In Moto3 miglior tempo per Jonas Folger, che nel finale è riuscito a battere il neo iridato Sandro Cortese. Terzo Maverick Vinales, che dopo aver litigato con il team in Malesia, dove non ha corso, ha chiesto scusa ed è tornato sulla sua FTR-Honda. Bravissimo Romano Fenati, quinto al debutto sulla difficilissima pista australiana.

 

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 332.1 1’30.374  
2 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 332.4 1’31.279 0.905 / 0.905
3 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 334.4 1’31.533 1.159 / 0.254
4 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 335.7 1’31.968 1.594 / 0.435
5 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 332.8 1’32.039 1.665 / 0.071
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 336.0 1’32.199 1.825 / 0.160
7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 332.5 1’32.312 1.938 / 0.113
8 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 338.0 1’32.356 1.982 / 0.044
9 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 335.0 1’32.655 2.281 / 0.299
10 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 317.3 1’33.266 2.892 / 0.611
11 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 339.4 1’33.376 3.002 / 0.110
12 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 335.0 1’33.671 3.297 / 0.295
13 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 313.5 1’33.727 3.353 / 0.056
14 84 Roberto ROLFO ITA Speed Master ART 305.1 1’35.170 4.796 / 1.443
15 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 315.8 1’35.200 4.826 / 0.030
16 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 315.0 1’35.411 5.037 / 0.211
17 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 316.7 1’35.427 5.053 / 0.016
18 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 314.9 1’35.715 5.341 / 0.288
  22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 313.1 1’37.352 6.978 / 1.637
  43 Kris McLAREN AUS Avintia Blusens BQR 305.2 1’40.657 10.283 / 3.305

 

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 336.8 1’29.999  
2 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 335.6 1’30.884 0.885 / 0.885
3 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 335.3 1’31.005 1.006 / 0.121
4 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 334.9 1’31.367 1.368 / 0.362
5 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 334.5 1’31.458 1.459 / 0.091
6 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 333.3 1’31.616 1.617 / 0.158
7 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 337.1 1’31.702 1.703 / 0.086
8 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 334.9 1’32.030 2.031 / 0.328
9 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 332.7 1’32.654 2.655 / 0.624
10 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 322.4 1’32.674 2.675 / 0.020
11 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 338.0 1’32.706 2.707 / 0.032
12 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 338.0 1’32.744 2.745 / 0.038
13 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 320.9 1’33.835 3.836 / 1.091
14 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 316.1 1’34.002 4.003 / 0.167
15 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 317.7 1’34.479 4.480 / 0.477
16 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 315.3 1’34.531 4.532 / 0.052
17 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 314.5 1’34.561 4.562 / 0.030
18 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 313.9 1’34.746 4.747 / 0.185
19 84 Roberto ROLFO ITA Speed Master ART 312.1 1’34.771 4.772 / 0.025
  43 Kris McLAREN AUS Avintia Blusens BQR 307.9 1’38.203 8.204 / 3.432

(Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori