DIRETTA LIVE/ MotoGp, Gran Premio di Valencia 2012: la gara in temporeale

- La Redazione

Il Gran Premio della Comunità Valenciana che si corre oggi a Cheste è l’ultima gara stagionale per la MotoGp: l’addio di Stoner e del binomio Rossi-Ducati. Segui e commenta in diretta.

pedrosa_lorenzo
Motogp (Infophoto)

In questo week-end la MotoGp propone il diciottesimo e ultimo Gran Premio stagionale, quello della Comunità Valenciana, quarto appuntamento dell’anno in Spagna dopo Jerez, Barcellona e Aragona. Questo pomeriggio dunque calerà il sipario sul Motomondiale 2012, con la gara che si svolgerà sul circuito “Ricardo Tormo” (intitolato al pilota due volte campione del Mondo della Classe 50, morto nel 1998 per leucemia), che sorge a Cheste, località dei dintorni di Valencia. Dunque, c’è grande attesa per l’ultimo appuntamento prima di un lungo inverno in cui gli appassionati dovranno accontentarsi di qualche sessione di test. I titoli iridati sono già stati assegnati a Jorge Lorenzo in MotoGp, Marc Marquez in Moto2 e Sandro Cortese in Moto3, quindi questa corsa sarà soprattutto una festa, con una menzione speciale per Casey Stoner, che è giunto all’ultima gara della sua breve ma intensa carriera (clicca qui per leggere cosa ci ha detto Lucio Cecchinello sulla gara e sulla stagione). Occhi puntati dunque sulla MotoGp, gara in cui si potrebbe assistere all’ultima sfida stagionale tra Lorenzo e il suo grande rivale Dani Pedrosa. Il tracciato piace di più al pilota della Honda, che vi ha vinto per ben cinque volte, contro l’unico successo dell’uomo Yamaha, e le prove ufficiali di ieri ci hanno appunto regalato una griglia di partenza in cui Pedrosa partirà dalla pole position davanti a Lorenzo (clicca qui per la cronaca delle qualifiche e la griglia di partenza del Gran Premio). Questa gara è entrata in calendario nel 1999, e dal 2001 è la gara finale del campionato. La caratteristica saliente del circuito è quella di essere uno “stadio per i motori”: infatti, è l’unico che permette di vedere tutta la pista da ogni tribuna. Certo, per fare ciò la pista deve essere corta (4005 metri), e non è nemmeno tra le più valide tecnicamente parlando. Un lungo rettilineo, e poi una serie di curve in successione, strette e unite da brevi rettilinei, dove non si raggiungono alte velocità. E’ una pista piccola per la MotoGP, e per questo difficile e insidiosa.

Ieri dopo le prove ufficiali, Daniel Pedrosa era ovviamente molto contento per la pole position appena ottenuta: “È bello chiudere l’ultima qualifica in pole. Sarà una bella gara, mi piace sempre correre qui, ma forse in corsa pioverà e dovremo sfruttare quello che abbiamo fatto il venerdì”. L’iridato Jorge Lorenzo, secondo, dal canto suo promette battaglia per vincere questa ennesima gara di casa per gli spagnoli: “Proveremo a vincere in gara; abbiamo provato a fare la pole ma non è stato possibile, Dani ha fatto un tempo molto basso ma in gara ci sono tanti giri e magari possiamo vincere”. Casey Stoner, terzo, presenta così l’ultima gara della sua carriera: “Potevo ottenere una posizione migliore, ma l’asfalto degli ultimi turni non mi è piaciuto e abbiamo avuto anche parecchi problemi con l’elettronica: è stato un po’ frustrante”. Andrea Dovizioso invece vuole salutare nel modo migliore la Yamaha e il suo team: “Non abbiamo il passo dei primi, ma ci possiamo giocare una buona quarta posizione, anche se il tempo resta un’incognita. Voglio fare una buona gara per ringraziare il team Tech 3: sono abbastanza contento del trattamento di Yamaha in questo anno. Anche con una moto clienti si possono fare buoni risultati anche se combattere con i piloti ufficiali è difficile”. Infine Valentino Rossi, che deve commentare la solita qualifica difficile: “Speravamo di riuscire a partire almeno in terza fila, siamo meno veloci di altre volte. Ho avuto tanti problemi per tenere giù la moto: con la gomma dura davanti mi si è chiusa davanti un paio di volte e con la morbida mi spingeva sulla sinistra. In gara cercheremo di rimontare un po’, sull’acqua, forse, potremmo essere un po’ più competitivi”. Ma la notizia più interessante riguarda il futuro della Ducati, che sembra vicina a una rivoluzione, o almeno così vorrebbe l’Audi, cui ora fa capo la Casa di Borgo Panigale: se il progetto fallisce, si cambia il responsabile del progetto. A farne le spese dovrebbe essere l’ingegner Filippo Preziosi, l’uomo che ha portato la Ducati in MotoGP, vincendo anche il titolo iridato con Casey Stoner nel 2007. Ma ora pensiamo all’attualità: la gara del Gran Premio di Valencia della MotoGp sta per iniziare, seguila e commenta in diretta…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori