MOTOGP/ Gran Premio del Qatar 2012, prove libere 3 (FP3): cronaca, tempi e distacchi a Losail

- La Redazione

Terza sessione di prove libere che si chiude con qualche stravolgimento nelle posizioni di testa rispetto alla seconda fase di libere disputata nerl pomeriggio. I tempi delle FP3 di MotoGp

rossi_r400
Valentino Rossi (Infophoto)

Terza sessione di prove libere che si chiude con qualche stravolgimento nelle posizioni di testa rispetto alla seconda fase di libere disputata in precedenza. Cambia soprattutto la vetta della classifica: il miglior tempo di Stoner della FP2 è stato abbassato da quattro piloti, tra cui lo stesso australiano. Il più veloce è stato però Jorge Lorenzo, che con il tempo di 1’55.302 conquista la virtuale pole. Alle sue spalle un sorprendente Crutchlow, a soli 0.154 dallo spagnolo. Terzo Casey Stoner, che pur migliorando il suo miglior tempo precedente chiude a 0.372 dalla testa. A seguire Dovizioso, Pedrosa, Barbera, Hayden, fino all’ottava posizione di Valentino Rossi, il quale, pur migliorando nettamente il tempo ottenuto nella FP2 di più di sette decimi, non riesce a lottare per le posizioni che veramente contano a cui, a parte l’ultimo anno di sofferenza, è sempre stato abituato. La FP3 è stata sostanzialmente una sfida tra Lorenzo e Stoner per il miglior tempo, sfida in cui si è inserito all’ultimo secondo la rivelazione Cal Crutchlow, in sella alla Monster Yamaha, il quale ha conquistato un’ottima seconda piazza. La prima fase della sessione, al momento dell’usuale sosta “collettiva” dei piloti ai box intorno a metà gara, si chiude con in testa Stoner, con Lorenzo alle calcagna. Al ritorno in pista, però, lo spagnolo strappa il miglior tempo e si porta in testa, mantenendo la prima posizione fino alla fine. All’ultima curva, come anticipato, Crutchlow ruba la seconda posizione a Stoner, che chiude terzo. Da segnalare una caduta senza particolari conseguenze di Ben Spies, che chiude soltanto undicesimo. Infine, il capitolo Valentino Rossi si apre e si chiude non proprio in gloria, seppur il pesarese abbia tentato fino all’ultimo di domare al meglio la sua Ducati. La prestazione non eccelsa del “Dottore” è testimoniata soprattutto dalla settima posizione di Nicky Hayden, compagno di scuderia, che chiude una posizione avanti all’italiano. Dando un occhio alle statistiche, si vede che il Lorenzo ha segnato il record nel T1 e nel T2, mentre Crutchlow e Stoner segnano le migliori prestazioni rispettivamente nel T3 e nel T4. Infine, la velocità massima è stata raggiunta dalla Ducati di Nicky Hayden: 338.8 km/h. Subito dietro Barbera e Valentino Rossi, 338.2 e 337.4 km/h. Le Honda e le Yamaha sono dietro le due Ducati e la Pramac: il primo delle giapponesi è Stoner, con una punta massima di 336 km/h.

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 329.7 1’55.302
2 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 329.6 1’55.456 0.154 / 0.154
3 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 336.3 1’55.674 0.372 / 0.218
4 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 333.4 1’55.905 0.603 / 0.231
5 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 334.9 1’56.114 0.812 / 0.209
6 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 338.3 1’56.163 0.861 / 0.049
7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 338.8 1’56.402 1.100 / 0.239
8 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 337.4 1’56.535 1.233 / 0.133
9 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 335.1 1’56.751 1.449 / 0.216
10 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 334.0 1’56.771 1.469 / 0.020
11 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 327.0 1’57.030 1.728 / 0.259
12 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 335.8 1’57.223 1.921 / 0.193
13 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 312.3 1’58.261 2.959 / 1.038
14 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 316.8 1’58.310 3.008 / 0.049
15 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 313.5 1’58.800 3.498 / 0.490
16 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR-FTR 306.6 1’59.087 3.785 / 0.287
17 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 313.1 1’59.169 3.867 / 0.082
18 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 292.2 1’59.517 4.215 / 0.348
19 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR-FTR 311.4 2’00.035 4.733 / 0.518
20 54 Mattia PASINI ITA Speed Master ART 314.5 2’00.226 4.924 / 0.191
21 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 312.2 2’00.563 5.261 / 0.337


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori