MOTOGP/ Dall’Inghilterra: Rossi si ritira a fine anno! Il manager smentisce

- La Redazione

L’edizione odierna del Telegraph ha lanciato la voce secondo cui Valentino Rossi voglia ritirarsi a fine stagione: ecco perchè si e perchè no, considerando che l’entourage ha già smentito

valentino_rossiR400
Valentino Rossi (Infophoto)

Secondo l’edizione odierna del quotidiano inglese The Telegraph, che cita fonti italiane non meglio identificate, Valentino Rossi sarebbe intenzionato a ritirarsi dalla MotoGp a fine anno. Il giornale britannico sostiene che il Dottore avrebbe già comunicato la decisione al padre Graziano e al manager Davide Brivio. Secondo l’indiscrezione nel futuro di Rossi ci sarebbero le quattro ruote, ma attenzione: non quelle della Ferrari, o della Formula 1 in generale, come già si era preventivato in passato. Bensì quelle infangate del rally, vecchia e mai sopita passione del pilota romagnolo. Secondo il Telegraph la decisione del ritiro sarebbe dovuta alla separazione da Jerry Burgess, storico capo ingegnere che potrebbe lasciarlo a fine stagione. Quando peraltro il contratto di Valentino con la Ducati sarà scaduto: un argomento importante a favore della clamorosa tesi del ritiro. Per la verità la voce è già stata smentita dallo stesso manager Brivio, sul proprio account Twitter (“Ah ah ah! Se ne sentono proprio di tutti i colori, tipo questa“), ed anche da fonti web romagnole, più vicine al Doctor. Effettivamente, se c’è un momento per insinuare una voce del genere potrebbe essere proprio questo, in cui Rossi sta faticando oltremodo a gestire la propria Ducati. In questo senso, il settimo posto rimediato a Estoril può essere letto come un segnale di ripresa, ma le speranze di conquistare il Mondiale sembrano già ridotte al lumicino per Rossi. Più che il ritiro, è plausibile che Valentino scelga di concludere il rapporto con la Ducati alla scadenza del contratto a fine anno. Vedremo quali saranno gli sviluppi della stagione, ma è chiaro che questa è una grande sfida per Rossi, che dopo aver dominato la MotoGp per un decennio è chiamato a dimostrare ancora una volta tutto il suo talento, alla guida di una moto che ancora non lo asseconda appieno. Se davvero Rossi lascerà la Ducati, potrebbe considerarsi una brutta sconfitta professionale: nello sport può capitare, per carità, ma siamo così sicuri che il nostro pilota più amato voglia farsi battere dai problemi della sua stessa moto? Staremo a vedere, intanto possiamo accantonare, anche se non del tutto spegnere, la voce di ritiro: la stagione è appena agli inizi e per Valentino ogni gran premio da qui in avanti sarà una sfida, a sè stesso prima ancora che contro gli altri. Poi si vedrà: certo, dopo 9 titoli mondiali distribuiti tra le varie classi, Valentino Rossi potrebbe anche pensare ad un…

…commiato “alla Guardiola”: la ragioni fisiologiche non mancherebbero, e sicuramente due stagioni più grigie con la Ducati non potrebbero mai offuscare quanto il pilota di Urbino ha regalato allo sport e agli italiani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori