MOTOGP/ Gran Premio Italia 2012 (Mugello): caratteristiche e dati del circuito, orari della gara e delle prove

- La Redazione

Domenica si disputa al Mugello il Gran Premio d’Italia 2012 della MotoGp: ecco tutti i dati, le caratteristiche e le statistiche del circuito e gli orari delle prove e delle gare.

Rossi_439
Valentino Rossi: per lui due brutte stagioni in Ducati (Infophoto)

La MotoGp si appresta a vivere in questo fine-settimana il Gran Premio d’Italia 2012 sul circuito toscano del Mugello a Scarperia (Firenze), nono appuntamento di questo Motomondiale e terzo consecutivo, dopo le gare disputate negli ultimi week-end ad Assen e al Sachsenring. Questo è uno dei Gran Premi più attesi della stagione, sia perchè il pubblico italiano è tra i più competenti ed appassionati del mondo, sia perchè molti piloti e scuderie sono italiani, sia per la bellezza della pista del Mugello, unanimemente considerata tra le migliori del mondo e che ospita il Gran Premio d’Italia ininterrottamente dal 1994 (prima si alternava con Monza, Imola e Misano Adriatico). Il Mugello è una delle piste più tecniche ed esaltanti del Mondiale, caratterizzata dai continui saliscendi sulle colline della zona e anche da una serie di curve molto diverse tra loro, che dunque vanno a comporre un circuito davvero completo. Lo spettacolo è sempre garantito, e in quanto a punti dove è possibile superare c’è davvero l’imbarazzo della scelta: il punto più scontato è forse la curva San Donato, ovvero la svolta in salita che arriva al termine del lunghissimo rettilineo d’arrivo e nella quale si passa da una velocità di oltre 350 km/h a circa 120, poi la Casanova-Savelli, due curve in discesa in successione davvero difficili da affrontare, e naturalmente l’ultima curva, le Bucine, fondamentale da affrontare bene per prendere la scia ideale per affrontare il rettilineo. Questi sono in estrema sintesi i punti salienti del percorso di questa pista affascinante. Passando a dare un’occhiata all’albo d’oro, il nome che inevitabilmente spicca è quello di Valentino Rossi, qui vincitore nel 1997 in 125, nel 1999 in 250 e poi per ben sette anni consecutivi (dal 2002 al 2008) in MotoGp, arrivando a superare Doohan, che in 500 vinse per sei volte. Negli ultimi tre anni si sono invece alternati sul primo gradino del podio Stoner, Pedrosa e Lorenzo. I record della pista sono stati entrambi migliorati nella scorsa stagione, da Stoner per quanto riguarda la pole position (1’48”034) e da Lorenzo per il giro in gara (1’48”402): tempi di percorrenza davvero brevi per una pista così lunga, ad indicare la velocità del tracciato. Il meteo non dovrebbe riservare sorprese: previsto cielo sereno o poco nuvoloso per tutto il fine-settimana.

 

Lunghezza: 5245 m

Numero di giri della gara MotoGp: 23

Distanza della gara MotoGp: 120,635 km

Curve totali: 15 (a destra 9, a sinistra 6)

Record sul giro in prova: 1’48”034 (Stoner 2011)

Record sul giro in gara: 1’48”402 (Lorenzo 2011)

 

PREVISIONI METEO

Venerdì: sereno, 27°

Sabato: poco nuvoloso, 27°

Domenica: poco nuvoloso, 27°

 

 

Venerdì 13 luglio

 

Prove libere 1

Moto3: ore 9.15

MotoGp: ore 10.10

Moto2: ore 11.10

Prove libere 2

Moto3: ore 13.15

MotoGp: ore 14.10

Moto2: ore 15.10

 

Sabato 14 luglio

 

Prove libere 3

Moto3: ore 9.15

MotoGp: ore 10.10

Moto2: ore 11.10

Qualifiche

Moto3: ore 13.00

MotoGp: ore 13.55

Moto2: ore 15.10

 

Domenica 15 luglio

 

Warm-up

Moto3: ore 8.40

Moto2: ore 9.10

MotoGp: ore 9.40

Gare

Moto3: ore 11.00

Moto2: ore 12.20

MotoGp: ore 14.00

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori