MOTOGP/ Gran Premio Stati Uniti (Usa) 2012 a Laguna Seca: caratteristiche e dati del circuito, orari della gara e delle prove

- La Redazione

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul circuito di Laguna Seca, dove domenica si disputerà il Gran Premio degli Stati Uniti della MotoGp: dati e caratteristiche del circuito, gli orari.

stoner_2012
Casey Stoner (Infophoto)

La MotoGp si appresta a vivere in questo fine-settimana il Gran Premio degli Stati Uniti sul circuito californiano di Laguna Seca, decimo appuntamento del Mondiale che entra così nella sua seconda metà (le gare totali sono 18). Come solito, a Laguna Seca corre solo la MotoGp: Moto2 e Moto3 sono già in ferie e torneranno ad Indianapolis il 19 agosto per il secondo appuntamento americano, dove corrono tutte le classi. Questo è un evento particolare del calendario della MotoGp: l’atmosfera che si respira a Laguna Seca è diversa che in ogni altro luogo, una atmosfera un po’ retrò e molto americana, in questo bellissimo circuito costruito sulle colline attorno ad un antico lago ormai asciutto – la Laguna Seca, appunto – nelle vicinanze di Monterey, la prima capitale della California. Per correre qui, il Mondiale accetta l’esclusione delle classi minori e gli orari scomodi: la gara è alle 14 locali (le 23 in Italia), si potrebbe anticiparla di un paio d’ore per renderla più appetibile al pubblico europeo, ma gli organizzatori locali non vogliono che vada a disturbare il pranzo dei celebri ospiti che sempre affluiscono a Laguna Seca. D’altronde, il mercato americano è troppo importante per le Case costruttrici, e il circuito è amato da tutti i piloti, soprattutto per il mitico “Cavatappi” (la curva numero 8), una chicane posta su un dosso in contro-pendenza e teatro del leggendario sorpasso di Valentino Rossi ai danni di Stoner nel 2008. Il Mondiale è tornato a gareggiare qui nel 2005, e i pluri-vincitori sono Hayden (che trionfò nelle prime due edizioni) e Stoner (2007 e 2011), che detiene tutti i record di questa pista. Una novità dell’edizione 2012 dovrebbe essere il meteo: quest’anno non dovrebbero infatti esserci il sole e il gran caldo che sono tradizionali da queste parti. Il tempo è dato piuttosto variabile – anche se non dovrebbe piovere – e soprattutto le temperature insolitamente basse. La pista è la più corta del calendario, ed infatti la gara si svilupperà sulla distanza di ben 32 giri. Attenzione agli orari, che sono inevitabilmente ben diversi dal solito: nelle prossime pagine troverete tutte le informazioni utili.

 

Lunghezza: 3610 m

Numero di giri della gara: 32

Distanza della gara: 115,52 km

Curve totali: 11 (a destra 4, a sinistra 7)

Record sul giro in prova: 1’20”700 (Stoner 2008)

Record sul giro in gara: 1’21”376 (Stoner 2010)

 

Venerdì: variabile, 22°

Sabato: poco nuvoloso, 22°

Domenica: coperto, 19°

 

 

Venerdì 27 luglio

 

Prove libere 1: ore 19.10-19.55

Prove libere 2: ore 23.10-23.55

 

Sabato 28 luglio

 

Prove libere 3: ore 19.10-19.55

Qualifiche: ore 22.55-23.55

 

Domenica 29 luglio

 

Warm-up: ore 18.40-19.00

Gara: ore 23.00

 

Tutto in diretta su Italia 2, qualifiche e gara anche Italia 1

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori