DIRETTA LIVE/ MotoGp, prove libere 2 (FP2) del Gran Premio della Repubblica Ceca 2012 a Brno: le prove in temporeale

- La Redazione

La MotoGp torna a una settimana di distanza dall’ultima gara: si rientra in Europa, sul circuito di Brno. In mattinata miglior tempo per Pedrosa, che precede Lorenzo e Dovizioso. Out Stoner.

Lorenzo_Brno
Jorge Lorenzo - Infophoto

A una sola settimana di distanza, torna la MotoGP: si torna in Europa dopo le due gare negli Stati Uniti, e si corre sullo storico circuito di Brno. Jorge Lorenzo continua a guidare il mondiale e questo tracciato, così come il prossimo di Misano, dovrebbe vedere favoriti lui e la sua Yamaha; ma Dani Pedrosa ha idee leggermente differenti, visto e considerato che è stato lui a vincere a Indianapolis l’ultimo appuntamento e che si è avvicinato in classifica: adesso sono 18 i punti che lo separano dal connazionale, una misura assolutamente colmabile. Dunque, questo fine settimana dovrebbe essere un lungo duello tra i due iberici, anche perchè Casey Stoner, il terzo incomodo, non c’è: per lui operazione chirurgica che si è resa necessaria in seguito al volo occorso nell’Indiana. Lì aveva corso con una caviglia in disuso ed era anche arrivato quarto; si è dovuto arrendere al dolore in questi giorni, e quindi dice definitivamente addio ai sogni di ritiro da campione mondiale. Assente anche Nicky Hayden, e si sapeva: anche lui si era infortunato la scorsa settimana, ed era già stato costretto a saltare il GP di casa sua (pur se quello che preferisce è a Laguna Seca). Honda e Ducati ufficiali si sono presentate in Repubblica Ceca con un solo pilota quindi, Pedrosa per la HRC, Rossi per la Desmosedici; il Dottore è chiamato a chiudere una stagione da professionista quale è sempre stato, prima di iniziare la sua nuova avventura. Non sarà facile.

Effettivamente, la sessione libera di questa mattina ha vissuto del duello a distanza tra Lorenzo e Pedrosa. Il risultato finale non conta nulla, ma mai come ora è importante a livello psicologico centrare un tempo migliore del rivale anche durante le libere. Soprattutto per Pedrosa, che se riesce a dominare le prove acquista poi fiducia in vista della gara, come accaduto a Indianapolis. Il primo round va a lui: con 1.57.003 riesce a far meglio dell’avversario Yamaha per appena 146 millesimi. A turno, Dovizioso e Spies hanno provato a dare fastidio lì davanti, ma si sono dovuti arrendere allo strapotere spagnolo. Il Dovi, prossimo Ducatista (ha già firmato fino al 2014), ha fatto peggio di Lorenzo per soli 4 centesimi, dimostrando che la Yamaha clienti anche su questa pista può dire la sua (come dimostrato anche dal quinto posto di Cal Crutchlow, che era partito benissimo in stagione e adesso si è un po’ spento). Seguono Spies e Bautista, settimo posto per Valentino Rossi che, tutto sommato, può essere considerato positivo: il pesarese ha spinto molto con la sua Ducati e più volte si è migliorato sul giro, dimostrando che comunque la voglia è rimasta sempre la stessa. Chiude con un margine di 1.168 da Pedrosa. La sessione è stata caratterizzata dalla bandiera rossa quando mancavano 25 minuti e manciate di secondi: “colpa” di Karel Abraham, la cui caduta proprio in prossimità del traguardo ha lasciato olio sulla pista, costringendo i sanitari a ripulire. Si è ripartiti dopo circa cinque minuti, Abraham ha avuto dolori alla mano ma è poi riuscito a chiudere con l’undicesimo tempo. Alle 14:10 si torna in pista per la seconda sessione: sarà ancora Pedrosa ad avere la meglio, oppure Lorenzo riuscirà a replicare? Lo scopriremo presto: le prove lbere 2 della MotoGP stanno per cominciare, segui e commenta la diretta in temporeale sul nostro sito.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori