DIRETTA LIVE/ MotoGp, Gran Premio della Repubblica Ceca 2012 (Brno): la gara in temporeale

- La Redazione

Dodicesima prova del Motomondiale a Brno: in Repubblica Ceca, Jorge Lorenzo strappa la pole position a Pedrosa e si candida alla vittoria. Bene Valentino Rossi, sesto con la Ducati.

lorenzo_silverstoneR400
Jorge Lorenzo (Infophoto)

Si corre alle 14 il Gran Premio della Repubblica Ceca sullo storico circuito di Brno. E’ la dodicesima prova della MotoGp e si torna in Europa, dopo le due gare americane a Laguna Seca e Indianapolis. Il duello è tutto tra Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa: i due spagnoli si giocano la vittoria non solo della corsa odierna, ma anche del mondiale. Casey Stoner infatti, terza forza della stagione, è out: la caduta nel weekend dell’Indiana lo costringe all’operazione. La Honda dunque si presenta qui con una sola moto, quella appunto di Pedrosa, e in questo condivide la malasorte con la Ducati, visto che anche Nicky Hayden è fuori gara per le fratture alla mano rimediate la scorsa settimana (anche allora, Kentucky Kid non aveva preso parte al Gran Premio). Le qualifiche sanciscono un verdetto importante: la pole position è di Lorenzo, che la prende di forza a un Pedrosa che aveva dominato le tre sessioni libere precedenti. Lo spagnolo della Honda ha risentito di una caduta che gli ha anche danneggiato la moto, chiudendo addirittura al terzo posto, superato anche da Cal Crutchlow che dopo qualche weekend difficile pare essersi ripreso. Seguono Ben Spies, il neo Ducatista (dal 2013) Dovizioso e Valentino Rossi, che può legittimamente sperare in una buona gara. In classifica guida Lorenzo con 18 punti su Pedrosa e, per quel che vale (in caso di arrivo a pari punti sarà importante) 5 Gran Premi vinti contro i 2 del rivale.

“Ho preso un bel margine, è stato decisivo il ritorno all’assetto del 2011: con quello possiamo vincere”. Così Lorenzo dopo la gara: per lui, soprattutto, è importante a livello psicologico partire nel Gran Premio davanti a Pedrosa. Una dimostrazione di forza in un momento nel quale lo spagnolo della Yamaha sembrava accusare qualche difficoltà nei confronti del rivale che aveva trovato il ritmo giusto. Pedrosa però, nonostante problemi di chattering riscontrati con la moto numero 2 (quella usata dopo l’incidente) è comunque fiducioso: “La Honda è competitiva, abbiamo un buon assetto. Aspetto di capire quali saranno le condizioni del meteo, ma dopo la caduta non ho perso fiducia e questo è l’importante”. Si prospetta un duello all’ultima curva, a meno che non si inseriscano le due Yamaha clienti, con Crutchlow che peraltro ha rinnovato il contratto (“Mi hanno voluto loro”) e Dovizioso che vuole chiudere al meglio la stagione prima di passare in Ducati. L’altra incognita è Ben Spies, mentre Valentino Rossi ha addirittura velleità di podio (ne ha centrati due su Ducati, entrambi a Le Mans): “A parte Lorenzo e Pedrosa, gli altri sono vicini”. A chi gli chiede se speri nella pioggia, con la quale solitamente è più competitivo, il Dottore risponde: “Non ho alcuna preferenza, qui la Ducati va bene anche sull’asciutto”. Anche Valentino è in partenza: tornerà alla Yamaha dopo la separazione di fine 2010. L’ambizione ora è quella di regalare qualche altro bel risultato alla Desmosedici prima di tornare a lottare – ipoteticamente – per il Mondiale. 

Sarà una gara tesa: Lorenzo e Pedrosa si giocano una bella fetta di Mondiale, e poi ci sono i piloti a caccia di una gloria personale, leggi un piazzamento sul podio o addirittura una vittoria a sorpresa. Questo mondiale 2012 ci ha detto che se per la vittoria ci sono solo tre piloti (i due spagnoli e Stoner hanno vinto tutte le 11 gare fin qui disputate), dietro c’è una battaglia agguerrita per i piazzamenti: le Yamaha clienti, Spies, Bradl e Bautista, lo stesso Rossi. Se oggi vedremo un monologo per le prime due posizioni non è detto, comunque, che non ci divertiremo. La parola passa ora alla pista di Brno: il Gran Premio della Repubblica Ceca sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori