MOTOGP/ Gran Premio San Marino 2012 a Misano Adriatico: caratteristiche e dati del circuito, orari della gara e delle prove

- La Redazione

La MotoGp torna in pista a Misano Adriatico per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini: dati e caratteristiche del circuito, orari di prove e gare, previsioni meteo.

rossi_ducati_addioR400
foto: Infophoto

Questo week-end torna in scena la Motogp con il tredicesimo Gran Premio stagionale, quello di San Marino e della Riviera di Rimini, secondo appuntamento dell’anno in Italia, sul circuito di Misano Adriatico. La prima notizia è che lo storico “Santa Monica” è stato intitolato a Marco Simoncelli, giusto tributo per un ragazzo che era nato e cresciuto a pochi chilometri da qui. Le iniziative per ricordare il ‘Sic’ in questi giorni sono davvero tante, e nessuno nel paddock potrà dimenticarlo. Tornando alla gara, invece, l’attesa sarà soprattutto per il duello tra Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa, che sono i logici favoriti per il successo in gara e si giocano soprattutto il titolo iridato, con lo spagnolo della Yamaha che in questo momento ha 13 punti di vantaggio sul connazionale della Honda. Il tracciato fu costruito tra il 1970 e il 1972 per avere un grande impianto in questa terra così appassionata ai motori, e negli anni successivi iniziò ad ospitare grandi eventi del Motociclismo. Il Motomondiale però fu assente per molti anni dopo il 1993, quando la corsa fu funestata dal grave incidente occorso a Wayne Rainey, e tornò a farvi tappa solamente nel 2007. Purtroppo anche nel 2010 qui avvenne un tragico incidente, che costò la vita al pilota giapponese della Moto2 Shoya Tomizawa. L’ultima versione del circuito – che viene utilizzata appunto dal 2007 – presenta diverse novità: prima su tutte l’inversione del senso di marcia da antiorario ad orario, l’allungamento del circuito a 4226 metri, l’allargamento della pista a 14 metri, l’eliminazione di una variante nella zona e anche la costruzione di due nuovi lotti di tribune, oltre ad altre numerose modifiche in fatto di sicurezza. La particolarità principale del tracciato è dovuta appunto all’inversione del senso di marcia: con una pista “girata al contrario”, alcune traiettorie sono di difficile interpretazione. I record della pista risalgono entrambi allo scorso anno, e sono stati fatti registrare da Stoner in prova e Lorenzo in gara. Da quando la gara è rientrata in calendario hanno vinto due volte Rossi e una a testa Stoner, Pedrosa e Lorenzo. Il meteo non è positivo per domani, ma dovrebbe essere in deciso miglioramento per sabato e soprattutto per domenica. Gli orari di prove e gare sono quelli tradizionali dei Gran Premi europei.

 

Lunghezza: 4226 m

Numero di giri della gara MotoGp: 28

Distanza della gara: 118,328 km

Numero di curve: 13 (8 a destra e 5 a sinistra)

Record sul giro in prova: 1’33”138 (Stoner 2011)

Record sul giro in gara: 1’33”906 (Lorenzo 2011)

 

Venerdì: pioggia, 17°

Sabato: poco nuvoloso, 22°

Domenica: sereno, 25°

 

 

Venerdì 14 settembre

 

Prove libere 1

Moto3: ore 9.15

MotoGp: ore 10.10

Moto2: ore 11.10

Prove libere 2

Moto3: ore 13.15

MotoGp: ore 14.10

Moto2: ore 15.10

 

Sabato 15 settembre

 

Prove libere 3

Moto3: ore 9.15

MotoGp: ore 10.10

Moto2: ore 11.10

Qualifiche

Moto3: ore 13.00

MotoGp: ore 13.55

Moto2: ore 15.10

 

Domenica 16 settembre

 

Warm-up

Moto3: ore 8.40

Moto2: ore 9.10

MotoGp: ore 9.40

Gara

Moto3: ore 11.00

Moto2: ore 12.20

MotoGp: ore 14.00

 

TV: tutto in diretta su Italia 2, qualifiche e gara anche Italia 1

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori