MotoGp/ Gran Premio della Malesia, la gara (pre)vista da Pierfrancesco Chili (esclusiva)

PIERFRANCESCO CHILI ci presenta il Gran Premio della Malesia 2013 della classe MotoGp, che si correrà sul circuito di Sepang. Tra il dominio di Marquez e un ricordo di Simoncelli…

Rossi_Yamaha_Sepang
Foto Infophoto

Un Marc Marquez incontenibile, che sta dominando il Mondiale della MotoGp. Forse nessuno si aspettava che il giovane pilota spagnolo della Honda mantenesse questo rendimento già in questo 2013, al suo debutto nella classe regina. Sicuramente sarà difficile per Jorge Lorenzo e ancora di più per Dani Pedrosa superarlo nella lotta per il titolo iridato. I giochi sembrano ormai fatti e questo Gran Premio della Malesia dovrebbe confermare ancora di più le qualità tecniche di Marquez, forte di ben 39 punti di vantaggio sul primo inseguitore e assolto per il contatto con Dani ad Aragon. Si spera solo, da parte italiana, che Valentino Rossi possa fornire una grande prova su questo circuito di Sepang dove due anni fa perse la vita Marco Simoncelli. Un grande risultato da dedicare all’amico scomparso sarebbe una cosa fantastica per Valentino e tutti gli appassionati delle moto. Per presentare ill Gran Premio della Malesia abbiamo sentito Pierfrancesco Chili. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Si aspettava un Marquez così forte in questa stagione? Mi aspettavo un Marquez competitivo, ma non a questi livelli. Mi ha veramente sorpreso.
Il Mondiale è già chiuso? No, fino a quando non c’è la matematica il Mondiale non è mai chiuso.
Marquez si può già considerare tra i fuoriclasse di ogni tempo? Agostini è stato il fuoriclasse della sua epoca, Valentino Rossi della sua. Ora Marquez sta dimostrando di fare cose eccezionali per questo periodo del motociclismo.
Come giudica il Mondiale di Lorenzo? Mi è piaciuto, è comunque andato forte.

Pedrosa? Ne ha sempre una!

E Valentino? Sembra aver superato i problemi degli anni scorsi, ma gli manca sempre qualcosina.
Cosa pensa della sentenza sul contatto Marquez-Pedrosa ad Aragon? Secondo me il contatto tra i due spagnoli non era così grave. Comunque se la Direzione gara ha preso questa decisione, avrà avuto le sue ragioni.
Il suo favorito per questo Gran Premio della Malesia? Dico Marquez ma non ne sono sicuro al 100%. Potrà veramente succedere di tutto, come in ogni Gran Premio.

Si torna sul circuito dove morì Simoncelli. Cosa si potrebbe fare per rendere più sicure le gare? Innanzitutto togliere l’erba sintetica, penso che non sia una soluzione giusta.

E in caso di pioggia? Antonelli a Mosca ci ha rimesso la vita… In quel caso secondo me si è trattato di una fatalità. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori