MotoGp/ Marquez assolto per l’incidente con Pedrosa ad Aragon. Penalizzata solo la Honda

- La Redazione

Marc Marquez è stato assolto dalla Direzione gara della MotoGp per l’incidente con Dani Pedrosa ad Aragon. Penalizzata invece la Honda: il sistema elettronico Hrc non era sicuro

marquez_sachsenring
Diretta MotoGp (Infophoto)

Assolto Marc Marquez, punita solo la Honda. Questo il verdetto della Direzione gara per l’incidente che coinvolse il pilota della Honda e il suo compagno di squadra Dani Pedrosa due settimane fa ad Aragon. La decisione della Direzione gara arriva con colpevole ritardo, quando il Motomondiale è già sbarcato a Sepang per dare vita a partire da domani al Gran Premio di Malesia, e scagiona Marquez da colpe per il contatto che mise fuori gara Pedrosa nella gara spagnola: normale incidente di gara, quindi non esiste una colpa specifica da attribuire a Marquez, il cui comportamento spesso al limite non piace ai rivali, che lo accusano di mettere troppo spesso a repentaglio la sicurezza. In effetti già tre volte è stato richiamato il leader del Mondiale nel corso di quest’anno, ma è solo alla quarta sanzione che scatta la penalità della partenza dall’ultimo posto nel successivo Gran Premio. Ecco perché la decisione dei commissari era particolarmente attesa, anche da Jorge Lorenzo che deve cercare di ridurre i 39 punti di ritardo in classifica. In effetti, va detto che ad Aragon il contatto è stato lievissimo, quasi inesistente: sfortuna ha voluto che Marquez sia andato a toccare proprio un cavo, che si è tranciato e ha mandato in tilt l’elettronica della moto di Dani. Per questo motivo la Direzione gara ha deciso che la responsabilità del brutto volo di Pedrosa sia da attribuire alla Honda, colpevole appunto di avere un sistema elettronico non sicuro, tanto è vero che a Sepang le moto della Casa giapponese si sono presentate con una protezione per coprire quel cavetto che prima era pericolosamente scoperto. Di fatto un’ammissione di responsabilità, così la Honda è stata punita con la perdita dei 25 punti ottenuti da Marquez per quanto riguarda la classifica Costruttori, dove resta comunque al comando. L’aspetto più strano dell’intera vicenda è però un altro: la sentenza non è stata comunicata ufficialmente dalla Direzione gara o dalla Dorna, ed è stato lo stesso Livio Suppo (team principal Honda Hrc) ad informare pubblico e stampa sulla decisione presa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori