MotoGp/ I risultati delle prove libere: Lorenzo primo, Rossi quarto. Paura per Marquez (tempi e classifica, Gp Australia 2013)

- La Redazione

Risultati, tempi e classifiche delle due sessioni di prove libere del Gran Premio d’Australia 2013 a Phillip Island: Lorenzo sempre primo, brutta caduta per Marquez, per Pedrosa…

lorenzo_yamaha_catalogna
Infophoto

Dominio di Jorge Lorenzo, giornata invece difficile per i piloti Honda, fra i problemi tecnici che hanno condizionato Dani Pedrosa e una brutta caduta per Marc Marquez. I tre campioni spagnoli sono stati ancora una volta i protagonisti del giorno in MotoGp, ma il venerdì del Gran Premio d’Australia a Phillip Island stavolta regala buone notizie soltanto all’uomo della Yamaha. Il campione in carica infatti ha fatto registrare il miglior tempo sia nella , disputata nella mattina australiana (), sia nella pomeridiana, quando ha stabilito il miglior tempo assoluto in . Insomma, sullo splendido circuito di Phillip Island la Yamaha sembra in grado di lottare alla pari con la Honda, cosa che non è riuscita a fare nelle ultime gare. Marquez aveva comunque limitato benissimo i danni nella prima sessione, chiusa al secondo posto con un ritardo di soli 88 millesimi, ma al pomeriggio ha fatto prendere un grosso spavento a tutti con un volo impressionante. Nel corso del suo terzo giro lanciato, Marquez ha messo la sua moto troppo di traverso alla curva 9, che scollina verso il tornantino più lento. Quando la gomma della Honda numero 93 ha ripreso aderenza, la moto ha lanciato Marquez verso l’alto, un volo concluso con un duro atterraggio cadendo sulla spalla sinistra, fortunatamente senza causare gravi conseguenze fisiche. Dunque il suo weekend potrà proseguire regolarmente, anche se il brivido vissuto oggi sicuramente non è il modo migliore per iniziare. Ancora più incredibile la disavventura vissuta da Pedrosa: verso la fine della FP2 (chiusa comunque al terzo posto), la sua moto si è fermata a bordo pista. Il motivo? Un meccanico ha dimenticato di stringere il bullone che fissa uno dei perni di ancoraggio del motore al telaio. Per fortuna è successo al venerdì, una simile distrazione alla domenica sarebbe devastante… Nonostante i guai di Marquez e Pedrosa, la Spagna domina sempre: oggi si è esaltato Alvaro Bautista, terzo al mattino e secondo al pomeriggio, con la Honda del team Gresini si candida dunque ad essere la prima alternativa al trio dei soliti noti. E Valentino Rossi? Non male, quinto al mattino (dietro ai quattro spagnoli) e quarto al pomeriggio, scavalcando naturalmente Marquez. Tuttavia, avere chiuso entrambe le sessioni dietro a Bautista non è un segnale esaltante: solo Lorenzo è riuscito a fare grandi cose con la Yamaha, Valentino paga un ritardo di oltre mezzo secondo. Sta peggio la Ducati, che non riesce nemmeno qui a schiodarsi da posizioni di basso livello, con Nicky Hayden nono davanti ad Andrea Dovizioso, entrambi dietro alla del francese Randy De Puniet. Paga la situazione di Borgo Panigale anche Andrea Iannone, che con l’undicesimo miglior tempo si piazza appena dietro ai due colleghi con le moto ufficiali. Tra gli altri italiani, troviamo Claudio Corti diciassettesimo, Danilo Petrucci diciottesimo e Luca Scassa ventesimo. Infine, brutte notizie per Stefan Bradl: il tedesco aveva ottenuto il via libera per partecipare a queste sessioni, ma dopo avere chiuso la FP1 a quattro secondi dalla vetta (e a oltre tre secondi dalla penultima Honda) è stato fermato dai medici. Operato alla caviglia dopo l’incidente in Malesia, il suo Gp d’Australia è già finito. (Mauro Mantegazza)

 

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 337.9 1’29.167  
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 335.2 1’29.255 0.088 / 0.088
3 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 337.9 1’29.831 0.664 / 0.576
4 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 326.5 1’30.008 0.841 / 0.177
5 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 342.8 1’30.053 0.886 / 0.045
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 334.4 1’30.130 0.963 / 0.077
7 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 328.6 1’30.361 1.194 / 0.231
8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 334.7 1’30.666 1.499 / 0.305
9 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 329.8 1’31.280 2.113 / 0.614
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 337.9 1’31.295 2.128 / 0.015
11 29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 336.7 1’31.295 2.128
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 324.1 1’31.458 2.291 / 0.163
13 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 328.5 1’31.557 2.390 / 0.099
14 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 312.6 1’31.637 2.470 / 0.080
15 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 322.0 1’31.766 2.599 / 0.129
16 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 325.3 1’31.803 2.636 / 0.037
17 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 329.9 1’32.300 3.133 / 0.497
18 68 Yonny HERNANDEZ COL Ignite Pramac Racing Ducati 332.9 1’32.341 3.174 / 0.041
19 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 324.3 1’32.741 3.574 / 0.400
20 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 338.2 1’33.165 3.998 / 0.424
21 23 Luca SCASSA ITA Cardion AB Motoracing ART 324.8 1’33.234 4.067 / 0.069
22 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 314.7 1’33.797 4.630 / 0.563
23 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport ART 316.3 1’33.875 4.708 / 0.078
  50 Damian CUDLIN AUS Paul Bird Motorsport PBM 316.7 1’35.906 6.739 / 2.031

 

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 336.3 1’28.961  
2 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 343.9 1’29.438 0.477 / 0.477
3 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 334.6 1’29.478 0.517 / 0.040
4 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 341.2 1’29.537 0.576 / 0.059
5 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 334.7 1’29.667 0.706 / 0.130
6 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 336.0 1’29.989 1.028 / 0.322
7 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 336.2 1’30.165 1.204 / 0.176
8 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 329.7 1’30.215 1.254 / 0.050
9 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 333.9 1’30.609 1.648 / 0.394
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 337.6 1’30.754 1.793 / 0.145
11 29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 333.0 1’30.792 1.831 / 0.038
12 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 330.6 1’30.917 1.956 / 0.125
13 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 326.8 1’31.091 2.130 / 0.174
14 68 Yonny HERNANDEZ COL Ignite Pramac Racing Ducati 335.7 1’31.134 2.173 / 0.043
15 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 317.8 1’31.286 2.325 / 0.152
16 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 326.7 1’31.434 2.473 / 0.148
17 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 328.4 1’31.451 2.490 / 0.017
18 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 326.6 1’31.985 3.024 / 0.534
19 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport ART 326.4 1’32.066 3.105 / 0.081
20 23 Luca SCASSA ITA Cardion AB Motoracing ART 324.2 1’32.261 3.300 / 0.195
21 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 321.6 1’32.290 3.329 / 0.029
22 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 319.5 1’32.943 3.982 / 0.653
23 50 Damian CUDLIN AUS Paul Bird Motorsport PBM 319.3 1’34.969 6.008 / 2.026
  6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda    


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori