MotoGp/ Test Valencia, risultati e classifica: Rossi vicinissimo a Lorenzo!

- La Redazione

MotoGp, risultati e classifica dei tempi dei test di Valencia, prima sessione di prove verso il Motomondiale 2014: Rossi dietro a Lorenzo, buone prestazioni per la Ducati

marquez_sachsenring
Diretta MotoGp (Infophoto)

Si è conclusa da pochi minuti la prima giornata di prove della MotoGp sul circuito di Valencia. Ieri si è chiuso un Mondiale, e già da oggi si lavora in vista della stagione che sarà nel 2014. Detto che Marc Marquez e Dani Pedrosa non hanno girato, nella classifica dei tempi di oggi troviamo al comando le due Yamaha, con il vice-campione iridato Jorge Lorenzo che ha dominato la giornata fin dalle sue prime fasi (la sessione è iniziata a mezzogiorno) e ha chiuso stabilendo il miglior tempo in . Una bella dimostrazione di forza, ma può sorridere anche Valentino Rossi, che gli è finito davvero vicino scendendo fino al tempo di , meglio di quanto il Dottore abbia saputo fare ieri in gara e a un decimo scarso dalla prestazione dello spagnolo (clicca qui per la classifica dei tempi della giornata). Segnali dunque confortanti per Valentino, che oggi al box ha avuto al suo fianco Silvano Galbusera, segnando quindi il debutto del nuovo corso tecnico di Rossi. A seguire troviamo Stefan Bradl, che ha ottenuto il terzo posto a mezzo secondo da Lorenzo salvando l’onore della Honda in una giornata in cui il team ufficiale è rimasto tranquillo a riposare. Poi ecco l’esercito delle Ducati, cinque consecutive dal quarto all’ottavo posto. Un segnale confortante per la Rossa di Borgo Panigale, e soprattutto per Andrea Iannone, quarto anche davanti ai due ufficiali. Di certo l’abbiamo visto raramente a meno di sette decimi da Lorenzo nel corso della stagione, può esserne soddisfatto il nuovo direttore generale Gigi Dall’Igna, che può essere tutto sommato contento anche per il quinto posto di Andrea Dovizioso (a pochi millesimi da Iannone) e per il sesto di Cal Crutchlow, che al debutto su una Ducati è riuscito ad arrivare a un solo decimo dal Dovi. Il lavoro proseguirà anche domani e mercoledì, poi per tutti i protagonisti del Motomondiale cominceranno le vacanze. (Mauro Mantegazza)

Ottime notizie per Valentino Rossi da Valencia. Infatti, pochi minuti fa il Dottore è sceso fino a 1’31″491, meglio di quanto abbia fatto ieri e a soli 60 millesimi dal miglior tempo assoluto di giornata, stabilito da Jorge Lorenzo. Il lavoro del Dottore in ottica 2014 comincia nel migliore dei modi.

Negli ultimi minuti Stefan Bradl e Andrea Dovizioso si sono alternati in terza posizione, mentre Valentino Rossi resta secondo e al comando c’è sempre un Jorge Lorenzo che sta inanellando una serie davvero notevole di giri ad un ritmo impressionante.

Valentino Rossi è sceso fino a 1’31″901, e in questo modo occupa attualmente la seconda posizione nella classifica della prima giornata di test, a 470 millesimi di ritardo dal compagno di squadra Lorenzo che attualmente è al comando. Molto attivo Crutchlow, che deve prendere confidenza con la Ducati, nessun segnale dalla Honda Hrc.

Una prima sessione di giri sul circuito di Valencia ha portato Valentino Rossi in terza posizione con il tempo di 1’32″420, poco meno di un secondo di ritardo da Jorge Lorenzo, che continua a guidare la classifica dei tempi.

Scende in pista anche Valentino Rossi, mentre nessun segnale arriva ancora dalla Honda Hrc. Vediamo cosa farà il Dottore nel confronto con Lorenzo, che comanda la classifica.

Mentre sembra che la Honda Hrc possa rimanere ferma ai box oggi, quindi niente giri per il nuovo campione del Mondo Marquez e per Pedrosa, arriva una piccola buona notizia per la Ducati, visto che Andrea Dovizioso ha già girato più forte rispetto a ieri, anche se la sua moto dovrebbe essere sostanzialmente identica. Molto attivo Crutchlow, che deve prendere confidenza con la Rossa.

I piloti stanno girando ormai da due ore a Valencia con le nuove MotoGp 2014, e il miglior tempo finora è stato ottenuto da Jorge Lorenzo in 1’31″431, con quasi un secondo di vantaggio su Stefan Bradl (Honda) e oltre un secondo e mezzo sulla Ducati di Andrea Dovizioso, terzo. Classifica dunque piuttosto anomala, vedremo cosa ci riserverà il pomeriggio…

Ieri Marc Marquez, più giovane campione di sempre nella classe regina, ha vinto il Mondiale 2013 al termine di una stagione appassionante della MotoGp, ma da oggi il massimo campionato del motociclismo guarda già al futuro. Infatti fino a mercoledì il circuito Ricardo Tormo di Valencia, dove ieri sono stati emessi tutti i verdetti del 2013, ospita i primi tre giorni di test in vista della stagione 2014. Tre giorni molto importanti per lavorare sulle nuove moto, occasione preziosa per migliorare quelle che saranno le grandi protagoniste a partire dal prossimo 23 marzo, data del primo Gran Premio della stagione che verrà. Di fatto oggi Valencia ci offre l’occasione di entrare nel futuro e di avere una prima idea su quali potranno essere (pur con tutte le cautele del caso) i rapporti di forza nella stagione che ci attende al termine dell’inverno. Naturalmente c’è attesa soprattutto per le prestazioni dei big della stagione che si è appena conclusa, dal nuovo campione al suo grande rivale Jorge Lorenzo, da Dani Pedrosa a Valentino Rossi. Ci saranno già dei cambiamenti rispetto alle prestazioni fornite ieri, in una gara che d’altronde è stata dominata soprattutto dal tatticismo vista la posta in palio? Inoltre, per quanto riguarda il Dottore, sarà l’inizio di una nuova avventura senza Jeremy Burgess, il suo storico capotecnico, che a partire dall’anno prossimo sarà sostituito da Silvano Galbusera. Per la Yamaha inizierà dunque un nuovo assalto per riprendersi il titolo, che invece l’anno prossimo spetterà alla Honda e a Marquez difendere. Cambierà qualcosa nel team Hrc, dove Pedrosa si è visto superare anche dal nuovo arrivato? E potremo già capire qualcosa sulle novità tecniche che ci attendono? Le domande sono tante, da qui a mercoledì (oggi si gira dalle 12.00 alle 17.00, domani e dopodomani dalle 10.00 alle 17.00) avremo le prime indicazioni.

Sotto i riflettori ci sarà anche chi comincerà una nuova avventura, come ad esempio Cal Crutchlow sulla Ducati, dove fare coppia con Andrea Dovizioso. Per l’inglese sarà una stagione molto importante: il talento non si discute, ma finora è sempre stato troppo discontinuo. Ora dovrà dimostrare il suo valore su una nuova moto dove avrà l’occasione di essere un pilota ufficiale, anche se è chiaro che la casa di Borgo Panigale abbia molto terreno da recuperare rispetto alle due storiche rivali giapponesi. Sempre per rimanere in casa della Rossa, sarà il debutto anche per l’ingegner Gigi Dall’Igna nel ruolo di direttore generale della Ducati, per l’ennesimo cambiamento con il tentativo di tornare ai bei tempi che sembrano essere ormai svaniti, quelli di Loris Capirossi e Casey Stoner. Per il resto, ci saranno pure i debutti del campione del Mondo della Moto 2 Pol Espargaro, che sbarca nella classe regina dove corre già il fratello Aleix, e delle Honda e Yamaha Open, cioè la nuova evoluzione delle Crt, che vedono dunque ora coinvolti anche i due colossi giapponesi. Per introdurre la nuova stagione, calzano a pennello le parole di Valentino Rossi, perché il Dottore si attende risposte molto importanti dal 2014: “La prima parte di stagione mi farà capire se vale la pena continuare per altri due anni. Io sono convinto di poter raggiungere il livello dei tre spagnoli. Chi lo sa se il nuovo capotecnico risolverà i problemi”. Ma ora siamo entrati in quella che potrebbe diventare l’era di Marc Marquez, come ha dichiarato in modo molto chiaro lo stesso Valentino: “Questo può essere il primo di una lunga serie di Mondiali”. In cambio, Marc ha reso omaggio a quello che per tanti anni è stato il suo idolo e modello: “In questa stagione ho imparato tanto da lui. Molto più di quanto immaginassi”. Ma ormai il 2014 è dietro l’angolo, anche perché sul circuito Ricardo Tormo di Cheste (Valencia) la prima giornata della prima sessione di prove in vista del prossimo Mondiale della classe MotoGp sta per cominciare…

 

1. LORENZO J. Yamaha Factory Racing 1:31.257

2. ROSSI V. Yamaha Factory Racing +0.093

3. BRADL S. LCR Honda MotoGP +0.494

4. IANNONE A. Pramac Racing +0.668

5. DOVIZIOSO A. Ducati Team +0.686

6. CRUTCHLOW C. Ducati Team +0.797

7. PIRRO M. Ducati Test Team +1.441

8. HERNANDEZ Y. Pramac Racing +1.488

9. AOYAMA H. Power Electronics Aspar +1.763

10. ESPARGARO P. Monster Yamaha Tech 3 +1.930

11. REDDING S. GO&FUN Honda Gresini +2.938

12. LAVERTY M. Paul Bird Motorsport +3.121

13. BAUER M. Remus Racing Team +3.858

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori