MotoGp/ Aprilia tornerà nel 2016, lo annuncia Colaninno

- La Redazione

L’Aprilia tornerà in MotoGp con una moto ufficiale nel 2016: lo ha annunciato il presidente Roberto Colaninno presentando Marco Melandri come pilota Superbike per il 2014

biaggi_aprilia_superbike
Infophoto

Dal 2016 Aprilia tornerà in MotoGp in modo ufficiale. Ad annunciarlo è stato Roberto Colaninno, il presidente del Gruppo Piaggio, che controlla il marchio di Noale, durante la presentazione della nuova Vespa Primavera al Salone di Milano. Queste le sue parole, che spiegano anche perché bisognerà aspettare il per assistere a questo ritorno: “Dopo i successi in Superbike vogliamo andare in MotoGp per vincere subito. Concentreremo a Noale e Scorzè tutte le attività di sviluppo per dare un futuro a questi stabilimenti produttivi. Abbiamo due anni di duro lavoro per ripetere in MotoGp i successi della Superbike. Dovremo impegnarci per lo sviluppo del motore e della tecnologia che ci permetterà di primeggiare in questa che è la competizione più importante delle due ruote a motore. L’obiettivo è quello di vincere e di battere i concorrenti: a me piace questo, non la quarta o quinta posizione, noi vogliamo la prima”. A Milano è stato pure presentato il nuovo pilota Aprilia per il Mondiale Superbike 2014. Si tratta di un grande nome del motociclismo italiano, Marco Melandri, anche se ovviamente l’annuncio di Colaninno ha attirato gran parte dell’attenzione. Il presidente ha comunque speso parole importanti per Melandri: “Ci piace vincere la classifica perché sappiamo di avere delle moto straordinarie, e sono certo che Marco dimostrerà di essere un pilota altrettanto straordinario”. Melandri, invece, alla domanda su un eventuale impegno per lo sviluppo della moto che nel 2016 sarà impegnata in MotoGp, ha risposto: “Non lo so, per il momento non ne abbiamo ancora parlato”. La priorità infatti in questo momento è naturalmente quella di sviluppare la Sbk con cui Marco darà l’assalto al titolo mondiale. Ci si chiede dunque se possa essere Max Biaggi a ricoprire questo importante ruolo. Il sei volte campione del Mondo, di cui cinque proprio con Aprilia tra 250 e Superbike, si fa forte anche di una promessa: “Spero che Colaninno si ricordi di quella promessa fattami un anno fa. Forse finora sono stati oberati di lavoro, ma alla fine dello scorso anno mi è stato detto qualcosa… Spero si ricordino di me e di quello che mi dissero all’epoca. Questo annuncio mi fa ripensare a quando l’Aprilia è stata grande. A vincere all’inizio c’eravamo solo io e l’Aprilia, è stata una gran bella favola. Detto questo mi lascia pero’ perplesso un annuncio fatto tre anni prima. Come è per la Ducati, credo che avranno delle difficoltà, ma vediamo cosa succede”. Ricordiamo che attualmente Aprilia partecipa già al massimo campionato in modo indiretto, fornendo le Art ad alcuni team privati. Nel 2016 però assisteremo al ritorno ufficiale nella classe regina, abbandonata nel 2004 da una Casa che ha vinto tutto nelle classi minori e anche in Superbike: manca solo il titolo nella MotoGp, chissà se la lacuna potrà essere presto colmata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori