LIVE/ MotoGP, in diretta il Gran Premio del Texas 2013 e il warm-up (Austin)

- La Redazione

MotoGp, la diretta del Gran Premio del Texas e il warm-up. Marc Marquez domina le qualifiche e si prende una pole position strameritata, Valentino Rossi attardato, ma in gara può rifarsi

aragona_podio_pedrosaR400
Foto Infophoto

La MotoGP torna in pista per il secondo Gran Premio della stagione. Dopo l’esordio del Qatar, si torna a climi più miti e orari più “ortodossi” per i piloti, che correranno alle 14 (ma saranno le 21 quando scatterà la gara). Prima, come di consueto, il warm up: che scatta alle 16:40, e durerà 20 minuti. Un semplice momento per scaldare le gomme (lo dice la parola stessa) e testare in ultima istanza le moto, che poi si daranno battaglia lungo i 21 giri previsti. Intanto, dalle qualifiche di ieri sono giunte indicazioni ben precise: Marc Marquez si è mangiato tutti, ha inflitto due decimi al suo compagno di squadra Pedrosa che ancora una volta è stato costretto a guardargli i tubi di scarichi. Sensibilmente peggio è andata al campione del mondo Jorge Lorenzo, staccato di quasi un secondo. Sapevamo che le Honda ufficiali qui potevano essere favorite, ma che il campioncino scoperto da Emilio Alzamora potesse volare così tanto no, non ce lo aspettavamo. Ancora una volta Valentino Rossi parte dietro: stavolta è ottavo, dopo che aveva timbrato il settimo posto sulla griglia in Qatar. Non sembra però che il Dottore possa andare a completare una grande rimonta come gli era accaduto due settimane fa, lui stesso ha parlato di gara durissima in cui il podio potrebbe essere un miraggio. Per il resto, sesta la Ducati di Andrea Dovizioso che quantomeno ha limitato i danni, e seconda fila anche per Cal Crutchlow e Stefan Bradl, che confermano di poter giocare il ruolo di outsider.

Non si vede però come si possa impensierire Marc Marquez, il quale però ha detto che, pur consapevole di andare molto veloce, non è sicuro vista la grandezza degli avversari. Più che Pedrosa, è Lorenzo che lo può spaventare: sul passo gara il maiorchino è sempre stato spanne avanti e anche oggi può dettare la sua legge. Almeno nei pronostici, però, questa volta si deve arrendere al giovane collega. Marc Marquez era già stato protagonista in Qatar: lo spagnolo campione del mondo di Moto2 aveva dato vita a un grande duello con Valentino Rossi, perdendolo solo perchè la grande esperienza del pesarese si era fatta sentire eccome. Che Marquez sia però destinato a un futuro radioso pare evidente, e proprio oggi potrebbe prendersi la prima vittoria nella classe regina dopo il terzo posto all’esordio. La gara due settimane fa era stata vinta da Jorge Lorenzo, che aveva impostato la sua strategia preferita: fuga iniziale, e tanti saluti. Indicazioni positive erano arrivate anche da Valentino, capace al ritorno in Yamaha di salire immediatamente sul podio (gli era riuscito due volte in due anni con la Ducati) e in grado anche di stare lì con i migliori. In difficoltà invece Dani Pedrosa, che ha iniziato la stagione soffrendo, forse la personalità del giovane compagno alla Honda più di altre cose. Il resto potevamo aspettarcelo: le difficoltà delle Ducati, e le fiammate di Cal Crutchlow. Il favorito qui, come abbiamo detto, è Marc Marquez (clicca qui per l’intervista esclusiva a Nico Cereghini): noi speriamo in una bella gara, e magari che Valentino Rossi e Andrea Dovizioso si tolgano soddisfazioni. Prima però il warm up, che sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori