MotoGp / Burgess: Valentino, il tempo passa. Un nuovo Mondiale sarebbe un miracolo

- La Redazione

Jeremy Burgess, lo storico capo-meccanico di Valentino Rossi, parla del pilota italiano, a cui prospetta un futuro arduo: il tempo passa, sarebbe un miracolo se vincesse ancora un Mondiale

Rossi_Yamaha_Sepang
Foto Infophoto

Arrivano parole che probabilmente faranno male a Valentino Rossi, visto che a pronunciarle è stato Jeremy Burgess, il capotecnico australiano che è sempre stato al fianco del Dottore in Honda e poi in Yamaha e Ducati. Ecco cosa ha dichiarato Burgess al giornale spagnolo Marca sulle prospettive future di Valentino: “Se Rossi dovesse vincere un altro mondiale, sarebbe un miracolo. Quando sei giovane hai un coraggio e un modo di affrontare i rischi in gara che con gli anni non hai più. Valentino deve accettare il passare del tempo”. Tempo che di sicuro non gioca a favore dell’italiano, visto che la concorrenza ha i nomi di Jorge Lorenzo (nello stesso team), Dani Pedrosa e del rampante Marc Marquez. Burgess approfondisce il concetto: “Quando Vale era in Ducati sapeva di non essere al livello di Jorge e Stoner, però sapeva anche di non valere il sesto o settimo posto. E’ indubbio che oggi ci sono tanti rivali, molto giovani e agguerriti, come Marquez. Sono sicuro che Rossi sarà molto competitivo su certi circuiti, ma se potrà mai vincere un altro mondiale, solamente il tempo potrà dirlo…”. ?Lo stentato avvio di Rossi dopo il ritorno in Yamaha non dipende dalla moto secondo il tecnico australiano: “Lorenzo sta andando bene. Col passare degli anni si preferisce guidare in modo più prudente. In questo sport, anche l’1% di differenza tra un pilota e l’altro fa la differenza”. Ora spetta a Valentino cercare di smentire queste fosche previsioni da parte di una persona che lo conosce benissimo…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori