Live / MotoGP, in diretta il Gran Premio d’Italia 2013 e il warm-up (Mugello)

- La Redazione

MotoGp, la diretta del warm-up e della gara del Gran Premio d’Italia 2013 sul circuito del Mugello: segui e commenta live in tempo reale questo grande appuntamento del Motomondiale…

mugello
Infophoto

Sarà il warm up ad aprire ufficialmente alle ore 9.40 la domenica della MotoGP al Mugello, per il Gran Premio d’Italia 2013 che prenderà il via invece alle ore 14.00. Siamo giunti al quinto appuntamento stagionale, su quella che tutti i protagonisti considerano una delle piste più belle e valide tecnicamente dell’intero calendario iridato: le colline della provincia toscana creano un percorso ricco di saliscendi, con curve sia in salita sia in discesa che si alternano a rettilinei in cui si toccano velocità impressionanti (per vincere questo Gran Premio di MotoGp, gli ingredienti sono tecnica e coraggio purissimi, come ha dichiarato alle nostre colonne il mitico Agostini). I 20 minuti di prove mattutine serviranno a piloti e scuderie per testare gli ultimi dettagli, provare le ultime modifiche e prendere le decisioni definitive per quanto riguarda le gomme da montare per poi dare vita nel pomeriggio ad uno spettacolo che ci auguriamo possa essere indimenticabile. Il leader della classifica iridata Dani Pedrosa ha conquistato ieri la pole position nelle qualifiche (clicca qui per la cronaca e la griglia di partenza). Il vincitore degli ultimi due Gran Premi partirà dunque davanti a tutti anche sul circuito toscano, dove proverà ad andare in fuga con la sua Honda Hrc per impostare la gara a suo piacimento fin dalle prime fasi. Il suo miglior tempo è stato comunque di appena 69 millesimi migliore di quello del grande rivale Jorge Lorenzo: insomma, si annuncia grande battaglia fra i due spagnoli, visto che la Yamaha ha dimostrato in tutti i turni di prove di essere in buona forma qui al Mugello e quindi non ci dovrebbe essere la disparità di valori a favore della Honda che avevamo visto ultimamente.

In ottica italiana la più bella notizia è senza dubbio il terzo posto di un convincente Andrea Dovizioso, che porta la sua Ducati in prima fila e ora punta dritto al podio che – da italiano su moto italiana – sarebbe per lui un risultato meraviglioso davanti al pubblico di casa. Tutte e tre le Case in prima fila sono comunque anche un ottimo segnale per tutto il Campionato, garanzia di spettacolo ed equilibrio su una pista che non regala mai gare banali. La Ducati appare comunque ancora un gradino sotto rispetto alle rivali, mantenere la posizione sul podio sarebbe già un traguardo importante per il ‘Dovi’ e per la Rossa di Borgo Panigale. Tutti naturalmente sperano che possa partecipare al grande spettacolo anche il grande ex della Ducati, cioè Valentino Rossi, che però ancora una volta dimostra di non digerire il nuovo format delle qualifiche, in cui ci si deve giocare tutto in soli 15 minuti. Il Dottore di Tavullia deve infatti accontentarsi della settima posizione con la sua Yamaha, una terza fila che di certo non può soddisfarlo anche se il passo gara mostrato ieri da Rossi indice ad essere abbastanza ottimisti per il suo risultato in gara. La pensa così anche il grande ex Luca Cadalora, che lo ritiene in grado di lottare per il podio, alle spalle solamente dei due fenomeni iberici (clicca qui per leggere l’intervista a Cadalora sul Gran Premio d’Italia di MotoGp). Così Rossi ha commentato le sue qualifiche: “Non è andata troppo male, avevo un buon passo e rispetto al mattino abbiamo migliorato molto. Ho dei problemi in due punti in particolare del tracciato, il Correntaio e la variante Biondetti. Cercavo di tenere il ritmo degli altri, ma Lorenzo e Pedrosa avevano quei 2/3 decimi in più e quindi erano troppo veloci per me oggi”. Grande protagonista – suo malgrado – di questo appuntamento al Mugello è stato pure Marc Marquez, il cui terribile volo nelle prove libere di venerdì pomeriggio ha messo paura a tutti: eppure il grande talento della Honda Hrc ieri è tornato subito in sella al suo potente destriero e ha centrato la sesta posizione, proprio davanti a Valentino Rossi. Per lui l’obiettivo sarà quello di fare più punti possibile, in modo da non perdere il contatto da Pedrosa e Lorenzo nella classifica del Mondiale Piloti, che lo vede clamorosamente già in lotta per il titolo al primo anno nella classe regina del Motomondiale. Ma ora non è più il momento delle parole, bisogna scendere in pista e dare gas a martello: il Gran Premio d’Italia 2013 al Mugello sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori