Live / MotoGp, in diretta le qualifiche e le prove libere del Gran Premio d’Olanda 2013 ad Assen

La diretta delle prove libere e delle qualifiche del Gran Premio d’Olanda 2013 della MotoGp sullo storico circuito di Assen: segui e commenta queste sessioni live in tempo reale

28.06.2013 - La Redazione
assen_curva
Infophoto

Venerdì, ma ad Assen siamo già al giorno delle qualifiche per il Gran Premio d’Olanda 2013 della MotoGp, settimo appuntamento del Motomondiale 2013. Oggi dunque si terrà la terza sessione delle prove libere, per 45 minuti a partire dalle ore 9.55 e fino alle 10.40. Dopo pranzo, alle ore 13.30, è fissato l’inizio delle prove libere 4, una sessione che potremmo definire di riscaldamento in vista delle due qualifiche del pomeriggio, la Q1 (dalle ore 14.10 fino alle 14.25) e la Q2 (14.35-14.50). Ricordiamo infatti che su questo leggendario circuito olandese la gara è in programma al sabato, quindi logicamente tutti gli eventi sono anticipati di un giorno rispetto alla normale programmazione. Purtroppo la notizia in primo piano è l’infortunio subito ieri pomeriggio dal campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo: il pilota della Yamaha è caduto in prossimità della curva 13 nei primi minuti della seconda sessione di prove libere e per lui gli esami clinici hanno confermato i timori dei primi minuti: Lorenzo ha riportato infatti una frattura alla clavicola, e ciò significa che il pilota spagnolo sarà costretto a saltare la gara. La caduta è stata davvero brutta, tanto che si è reso necessario ricorrere all’ambulanza per trasportare Lorenzo alla Clinica Mobile: sul circuito olandese bagnato perché flagellato da pioggia e freddo, il centauro spagnolo è stato disarcionato dalla sua M1 ed è caduto a forte velocità, scivolando poi per diversi metri prima sull’asfalto e infine sull’erba.

L’esito degli esami è stato fondamentale per capire che Lorenzo non potrà partecipare alla gara di domani: sarà dunque costretto ad uno stop che lo penalizzerà molto nella corsa al Mondiale, che in questo momento lo vede in seconda posizione con 7 punti di distacco da Dani Pedrosa. Lorenzo verrà sottoposto ad un necessario intervento chirurgico a Barcellona nei prossimi giorni, con l’auspicio che possa recuperare almeno per la prossima gara iridata, che si disputerà domenica 14 luglio al Sachsenring. Naturalmente così sono passati in secondo piano i risultati delle due sessioni, in particolare il primo posto dello stesso Lorenzo nella FP1, che riletto oggi suona quasi beffardo. Al pomeriggio invece, sull’asfalto bagnato e con l’iridato ormai fuori causa, nelle prime tre posizioni troviamo i tre piloti superstiti dei team ufficiali di Honda e Yamaha. Il migliore è stato Marc Marquez, un segnale importante per lui considerate le condizioni climatiche estreme su una pista sulla quale logicamente il giovane talento spagnolo non aveva mai girato con le moto della classe regina. In seconda posizione, staccato di 252 millesimi, c’è un Valentino Rossi che sembra avere beneficiato del bagnato e che ha commentato così la giornata: “È un grande peccato, purtroppo non ci voleva per lui, per tutto il team, per la Yamaha: Jorge stava lottando per il Mondiale, aveva vinto le ultime due gare ed era a sette punti da Pedrosa. Era in un bel momento. È stata una bella botta in un punto veloce. Penso abbia toccato la riga bianca. Può essere che lo si riveda al Sachsering, con la frattura della clavicola può essere. Un in bocca al lupo. Per me era importante girare sull’asciutto perché avevamo delle modifiche da fare, ma anche sul bagnato volevamo controllare se il pacchetto che avevamo scelto era buono. Mi sono fermato per fare due-tre modifiche e ho fatto dei bei giri: quando ho spinto di più i tempi sono venuti fuori. Sono secondo e sono contento. Solo nella t2 soffro le buche e dobbiamo migliorare l’affidabilità. Faceva molto freddo e c’era molta acqua e usare la gomma rain dura era difficile. Sono secondo ma abbiamo buoni margini di miglioramento. Dobbiamo cercare di essere al meglio in tutte e due le condizioni. Sull’asciutto è andata bene, ero quarto ma eravamo tutti attaccati a parte Lorenzo. Avevamo cose buone da provare nel pomeriggio ma bisognerà aspettare la prossima sessione asciutta”. Andrà meglio oggi? Se lo augura anche Dani Pedrosa, terzo ieri nella sessione pomeridiana ma soprattutto in carriera vittorioso una sola volta in Olanda, nell’ormai lontanissimo 2002 in 125. Non ci resta che attendere i verdetti del circuito: rombano i motori, le prove libere e qualifiche del Gran Premio d’Olanda 2013 ad Assen stanno per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori