Live / MotoGp, in diretta le prove libere 2 del Gran Premio di Germania 2013 (Sachsenring). I risultati delle prove libere 1

Prove libere 2 al Sachsenring: segui e commenta la diretta live. E’ il Gran Premio di Germania 2013, ottava prova del Mondiale MotoGp. Nella mattinata, Jorge Lorenzo si è piazzato in testa

12.07.2013 - La Redazione
Lorenzo_Sepang_sodisfatto
Infophoto - immagine di repertorio

Siamo al Sachsenring: circuito storico, quello del Gran Premio di Germania 2013. E’ l’ottava prova del Mondiale MotoGp, si arriva qui dopo la gara all’Università della Moto di Assen, dove Valentino Rossi è tornato a trionfare dopo 993 giorni di assenza dal gradino più alto del podio. Diciamo pure che è il leit motiv con il quale si è aperto il fine settimana: riuscirà il Dottore a ripetere il risultato? Si è rilanciato in termini di classifica Mondiale? Forse per quanto riguarda il decimo alloro è troppo tardi, non tanto perchè la matematica lo condanni già ma perchè il divario dai suoi avversari rimane comunque, e ad Assen – va detto – certe condizioni erano straordinarie e non sempre si può correre con Lorenzo che si è appena operato alla clavicola e Marquez con due dita fratturate. Tuttavia, se qualcuno voleva una prova della competitività di Rossi, eccola arrivata. E’ con queste premesse che si è aperta la tre giorni del Sachsenring, un circuito sul quale il pilota chiamato al grande riscatto era soprattutto Dani Pedrosa, che in Olanda aveva la grande occasione di allungare su Jorge Lorenzo e invece ha guadagnato appena due punti, tenendo aperti tutti gli interrogativi sulla sua forza mentale. Questa mattina dunque i piloti sono scesi in pista per i primi 45 minuti di sessioni libere (FP1), che – ricordiamolo – sono già indicativi per andare a stabilire chi poi si giocherà la pole position al sabato. Dunque, a differenza dello scorso anno, i dettagli che possono fare la differenza di un decimo devono già essere pronti alle prime ore del venerdi. Lorenzo e tutti gli altri hanno trovato un cielo cupo ma niente pioggia, e la pista in condizioni buone, ancora leggermente fredda e quindi senza troppo rischio di consumare eccessivamente le gomme. Con queste premesse, i piloti hanno effettuato la prima sessione di prove. 
A stupire tutti nella FP1 (clicca qui per la tabella dei risultati) è stato Jorge Lorenzo, che ha fatto fermare il cronometro a 1’22”047 e ha dimostrato ancora una volta quanto sia alta la sua soglia di sopportazione del dolore, se è vero come abbiamo detto che solo 15 giorni fa si è fatto operare alla clavicola. Probabilmente un comune mortale non sarebbe nemmeno riuscito a salire su una moto, il maiorchino invece già ad Assen arrivava quinto pur in lacrime per lo sforzo, e qui ha mostrato la legge del più forte, dando un segnale ben evidente agli avversari. Primo tra tutti Dani Pedrosa, che solo nel finale si è messo a girare in maniera sostanziosa ed è riuscito a limitare il distacco a meno di due decimi; stessa cosa per Valentino Rossi che è terzo (ma per il Dottore, di solito, i problemi sono al sabato). E’ stata una sessione divertente e combattuta: i primi sei sono tutti nello spazio di mezzo secondo, a chiudere questo speciale gruppetto c’è Cal Crutchlow che ha fatto fermare il cronometro a 1’22”469. Ecco, forse dal britannico della Monster Yamaha ci saremmo aspettati qualcosa di più, lui che ci ha abituati a condurre prove libere e qualifiche brillanti. Ad ogni modo, Marc Marquez è quarto ad esattamente tre decimi e mezzo da Lorenzo, sopra i 4 decimi di ritardo Stefan Bradl, che conferma di essere l’outsider più costante. Disastrose le Ducati, che per altro sono in pista con quattro telai diversi: il migliore è risultato essere Nicky Hayden, ottavo a poco meno di otto decimi di distanza, poi Dovizioso decimo e già sopra il secondo (ed è anche caduto: incertezza sulla moto che guiderà nel pomeriggio), quindi Iannone dodicesimo a più di un secondo e mezzo, infine Michele Pirro sedicesimo. Chiamate al riscatto le rosse di Borgo Panigale, c’è nel Q2 ci dovrebbero entrare ma senza velleità di competere per le prime file. Intanto, oggi pomeriggio alle 14:05 si torna a girare sul Sachsenring: vediamo come andrà a finire, le prove libere 2 del Gran Premio di Germania 2013 stanno per cominciare…

 

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 290.4 1’22.047  
2 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 292.6 1’22.221 0.174 / 0.174
3 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 288.2 1’22.241 0.194 / 0.020
4 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 291.1 1’22.397 0.350 / 0.156
5 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 292.3 1’22.460 0.413 / 0.063
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 289.7 1’22.469 0.422 / 0.009
7 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 278.9 1’22.641 0.594 / 0.172
8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 287.2 1’22.816 0.769 / 0.175
9 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 290.6 1’22.882 0.835 / 0.066
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 289.0 1’23.068 1.021 / 0.186
11 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 272.2 1’23.131 1.084 / 0.063
12 29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 287.9 1’23.578 1.531 / 0.447
13 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 274.9 1’23.672 1.625 / 0.094
14 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 273.9 1’23.695 1.648 / 0.023
15 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 285.3 1’23.726 1.679 / 0.031
16 51 Michele PIRRO ITA Ignite Pramac Racing Ducati 283.4 1’23.868 1.821 / 0.142
17 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 278.4 1’24.521 2.474 / 0.653
18 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 271.8 1’24.575 2.528 / 0.054
19 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 279.0 1’24.682 2.635 / 0.107
20 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 274.5 1’24.728 2.681 / 0.046
21 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 270.5 1’24.798 2.751 / 0.070
22 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 274.8 1’25.129 3.082 / 0.331
23 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART 275.4 1’26.195 4.148 / 1.066
24 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 262.5 1’27.172 5.125 / 0.977



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori