MotoGp / La griglia di partenza del Gran Premio di Germania 2013 al Sachsenring

MotoGp, griglia di partenza. Marc Marquez ha ottenuto la pole position nel Gran Premio di Germania 2013 della MotoGp al Sachsenring, davanti a Cal Crutchlow e Valentino Rossi: la cronaca

13.07.2013 - La Redazione
marquez_rossi
Valentino Rossi con Marc Marquez ad Assen 2013 (Infophoto)

La pole position del Gran Premio di Germania della classe MotoGp è andata a Marc Marquez, che ha fatto registrare un tempo eccezionale (1’21”311) sul circuito del Sachsenring, che ospiterà domani pomeriggio l’ottava prova del Motomondiale 2013. In prima fila con il pilota spagnolo della Honda Hrc ci sono due piloti Yamaha, cioè l’inglese Cal Critchlow in seconda posizione e poi Valentino Rossi terzo. Con ogni probabilità saranno appunto loro tre, insieme al padrone di Casa Stefan Bradl, i grandi protagonisti della gara di domani, che purtroppo sarà fortemente condizionata dagli infortuni subiti da Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Il campione del Mondo in carica è tornato a casa dopo l’incidente subito ieri nelle prove libere, che ha sollecitato di nuovo la clavicola rotta due settimane fa, mentre l’attuale leader della classifica di questo Mondiale è caduto stamattina e non ha preso parte alle qualifiche: per lui domani ci sarà il dodicesimo posto sulla griglia di partenza, l’ultimo possibile per chi nelle libere si era qualificato per la Q2. Pedrosa infatti dovrebbe riuscire a correre, ma le condizioni fisiche inevitabilmente precarie e la brutta posizione di partenza fanno pensare che per lui l’obiettivo sarà semplicemente fare il massimo numero possibile di punti. Sulla distanza le prospettive sembrano essere ottime per Valentino Rossi, che ha messo in mostra un ottimo passo gara e – partendo dalla prima fila – punta con autorevolezza al bis del successo ottenuto ad Assen a fine giugno. Sarebbe un risultato straordinario, e forse addirittura potrebbe fare rientrare anche il Dottore nella lotta per il titolo mondiale, anche se naturalmente ciò avverrebbe anche per “merito” delle disgrazie altrui.
La prima notizia del pomeriggio era arrivata dalla Q1, che aveva regalato soddisfazione a due piloti italiani: sono stati infatti Danilo Petrucci e Claudio Corti ad ottenere i due posti in palio per qualificarsi alla Q2, e poi hanno ottenuto rispettivamente l’undicesimo e il decimo posto, piazzamenti che consentiranno loro di partire più avanti di quello che fanno solitamente. Nel quarto d’ora decisivo, si capisce subito che a lottare per la pole potranno essere solamente Marquez, Crutchlow, Rossi e Bradl. Il tedesco si auto-esclude con una scivolata (nessun problema per lui), poi lo spagnolo stampa il tempo che né Rossi né poi Crutchlow sapranno battere con il loro ultimo tentativo, concluso quando la bandiera a scacchi già sventolava. Fatti i complimenti ad Aleix Espargaro, che ha portato una Crt in quinta posizione, mentre la Ducati deve accontentarsi del sesto posto di Nicky Hayden e del nono posto di Andrea Dovizioso, bisogna dire che ci sono tutti i presupposti per assistere domani ad un grande duello Marquez-Rossi, il giovane rampante e il vecchio che non ha nessuna intenzione di tramontare. Una sfida quindi affascinante, che dovrebbe colmare il vuoto lasciato dai guai fisici degli altri due protagonisti, mentre Cal Crutchlow cercherà di resistere alla distanza (ma anche lui non sta benissimo fisicamente essendo caduto ieri) e Stefan Bradl cercherà di regalare un podio inatteso al caldo, numeroso e competente pubblico tedesco, che ha affollato il circuito della ex Germania Est e che merita di assistere ad una grande gara, sebbene naturalmente restino in primo piano tutte le preoccupazioni legate alla sicurezza. Sono state davvero troppe le cadute, infatti, in questi due giorni. Sotto accusa c’è soprattutto la curva 11. Speriamo quindi che domani possa andare tutto bene: l’appuntamento sarà alle ore 9.40 per il warm-up e poi soprattutto alle 14.00 per la gara della Classe regina.

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 272.7 1’23.100
2 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 274.1 1’23.148 0.048 / 0.048
3 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 270.5 1’23.152 0.052 / 0.004
4 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 274.3 1’23.333 0.233 / 0.181
5 51 Michele PIRRO ITA Ignite Pramac Racing Ducati 284.2 1’23.349 0.249 / 0.016
6 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 276.7 1’23.549 0.449 / 0.200
7 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 270.6 1’23.565 0.465 / 0.016
8 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 278.3 1’23.631 0.531 / 0.066
9 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART 272.1 1’23.752 0.652 / 0.121
10 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 276.5 1’23.820 0.720 / 0.068
11 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 267.2 1’24.395 1.295 / 0.575
12 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 269.5 1’27.273 4.173 / 2.878
  29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati    

CLICCA SUL PULSANTE > SOTTO PER IL Q2

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 291.1 1’21.311  
2 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 288.0 1’21.434 0.123 / 0.123
3 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 288.7 1’21.493 0.182 / 0.059
4 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 290.4 1’21.862 0.551 / 0.369
5 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 278.0 1’21.887 0.576 / 0.025
6 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 286.8 1’22.157 0.846 / 0.270
7 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 286.7 1’22.297 0.986 / 0.140
8 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 290.7 1’22.484 1.173 / 0.187
9 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 287.4 1’22.561 1.250 / 0.077
10 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 275.7 1’23.059 1.748 / 0.498
11 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 272.2 1’23.361 2.050 / 0.302
  26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori