Moto 2 / Redding domina le qualifiche, è pole a Indianapolis

Ecco la griglia di partenza del gp di Indianapolis della Moto2. Al via questa sera alle18.20 redding, espargaro e nakagami. Male Pasini e De Angelis solo sedicesimo e diciottesimo.

18.08.2013 - La Redazione
scott_redding
Scott Redding, 20 anni, pilota inglese (Infophoto)

E’ ancora sfida tra Redding ed Espargaro: con 13 punti in classifica a distanziarli, oggi il campo del duello è il circuito americano d’Indianapolis, dove l’inglese oggi ha conquistato la sua terza pole in campionato. Dopo il Mugello e Austin per Scott Redding può essere il circuito giusto per allontanare il fastidioso spagnolo alle calcagna in classifica e non solo. Infatti solo 27 millesimi lo separano da Pol Espargaro, fratello dell’Espargaro che corre anche lui oggi a Indianpolis ma nella classe regina. La Kalex di Redding si è assestata sul 1’43”026 davanti alla Kalex Tuenti dello spagnolo. Per entrambi si parla già di un vicino salto di qualità nella top class del motomondiale: voci che però non hanno ancora ricevuto alcuna smentita ma neanche conferma. Al terzo posto in griglia di partenza abbiamo invece Takaaki Nakagami, che completa così la prima fila dominata dalle Kalex. Moto tedesca anche al quarto posto della griglia di partenza con il catalano Esteve Rabat che si qualifica con 1’43”291. Primo su una moto non teutonica il nostro Simone Corsi. Dopo il primo posto conquistato nella seconda sessione di prove libere si accontenta di un buon quinto posto, proprio davanti alle due MAPFRE di Terol e Torres: quest’ultimo, vincitore al Sachsering si mormora che potrebbe sostituire Pol Espargaro nel prossimo campionato, in vista del probabile debutto dello spagnolo in Motogp1. A chiudere la top ten Sandro Cortese in sella alla sua Kalex della Dynavolt Intact. Niente da fare invece per Pasini e Alex De Angelis, fermi rispettivamente in sedicesima e diciottesima posizione: nonostante il pilota riminese sia stato molto veloce nei giorni scorsi, la sua Speed Up SF13 oggi non si è mostrata all’altezza delle aspettative. Indy si conferma una pista insidiosa anche per la seconda categoria: il scivoloso asfalto americano oggi ha fatto cadere l’indonesiano Rafid Topan Sucipto, Yuki Takahashi, Axel Pons e Thomas Luthi, travolto alla curva 10 da Ricky Cardus finito fuori traiettoria. Questa sera alle ore (ora italiana) i semafori rossi si spegneranno per dare inizio al Gp di Indianapolis di Moto2.

1 Scott Redding Marc VDS Racing Team 1:43.026

2 Pol Espargaro Tuenti HP 40 1:43.053 0.027

3 Takaaki Nakagami Italtrans Racing Team 1:43.175 0.149

4 Esteve Rabat Tuenti HP 40 1:43.291 0.265

5 Simone Corsi NGM Mobile Racing 1:43.296 0.270

6 Nicolas Terol Aspar Team Moto2 1:43.307 0.281

7 Jordi Torres Aspar Team Moto2 1:43.349 0.323

8 Marcel Schrotter Maptaq SAG Zelos Team 1:43.466 0.440

9 Julian Simon Italtrans Racing Team 1:43.503 0.477

10 Sandro Cortese Dynavolt Intact GP 1:43.564 0.538

11 Johann Zarco Came Iodaracing Project 1:43.565 0.539

12 Dominique Aegerter Technomag carXpert 1:43.601 0.575

13 Xavier Simeon Maptaq SAG Zelos Team 1:43.674 0.648

14 Thomas Luthi Interwetten Paddock 1:43.830 0.804

15 Mika Kallio Marc VDS Racing Team 1:43.837 0.811

16 Mattia Pasini NGM Mobile Racing 1:43.839 0.813

17 Randy Krummenacher Technomag carXpert 1:43.872 0.846

18 Alex De Angelis NGM Mobile Forward Racing 1:43.917 0.891

19 Mike Di Meglio JiR Moto2 1:43.924 0.898

20 Danny Kent Tech 3 1:43.956 0.930

21 Ricard Cardus NGM Mobile Forward Racing 1:44.308 1.282

22 Toni Elias Blusens Avintia 1:44.355 1.329

23 Anthony West QMMF Racing Team 1:44.427 1.401

24 Yuki Takahashi IDEMITSU Honda Team Asia 1:44.802 1.776

25 Louis Rossi Tech 3 1:44.907 1.881

26 Axel Pons Tuenti HP 40 1:44.955 1.929

28 Kyle Smith Blusens Avintia 1:45.312 2.286

29 James Rispoli GP Tech 1:45.567 2.541

30 Thitipong Warokorn Thai Honda PTT 1:46.086 3.060

31 Doni Tata Pradita Federal Oil 1:46.325 3.299

32 Steven Odendaal – Argiñano & Gines Racing 1:46.340  3.314

33 Rafid Topan Sucipto QMMF Racing Team 1:46.886 3.860

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori