MotoGp / Cal Crutchlow in Ducati dal 2014, Pol Espargaro in Yamaha

Cal Crutchlow inforchera dal 2014 e per due anni la Desmosidici bolognese. Al suo posto la Yamaha Tech 3 ha chiamato lo spagnolo Pol Espargarò. Al momento a spasso Hayden.

02.08.2013 - La Redazione
Crutchlow
Cal Crutchlow (Infophoto)

Si è conclusa positivamente la trattativa tra la Ducati e l’inglese Cal Crutchlow che dalla prossima stagione e per due anni salirà in sella alla moto italiana per la cifra di 3 milioni di euro da versare in due anni. Sicuramente una bella sfida per il pilota di Coventry: che la Ducati sia un mostro sacro della MotoGp è risaputo. Ma è anche famosa per il grande numero di piloti che pur capaci non hanno saputo domare la moto emiliana: tanti campioni sono passati per la Ducati ma pochi hanno saputo valorizzare al massimo le sue caratteristiche. Per l’inglese la strada è però tutta in salita: col compagno di squadra Andrea Dovizioso ha da affrontare i problemi legati al progetto Desmosedici, ormai completamente naufragato. Per risollevare la situazione servirebbero nuovi ingegneri e soprattutto moltissimo soldi per poter costruire una moto degna di portare il nome Ducati. Per ora l’Audi non si è ancora espressa ma il futuro della scuderia e soprattutto della moto Desmosedici è ancora molto a rischio. Nel frattempo, per far posto all’inglese il team emiliano ha dovuto chiudere fuori dalla porta l’americano Nicky Hayden che per ora è letteralmente a spasso. A sostituzione di Crutchlow, la Yamaha Tech 3 ha chiamato lo spagnolo Pol Espargaro che affiancherà l’inglese Bradley fino al 2016. Per Cal Crutchlow questa è stata una stagione d’oro finora. Quinto posto in classifica generale e a podio quattro volte su nove gare disputate. Un pilota certamente brillante con uno stile di guida generoso e sempre pronto ad attaccare, caratteristiche che sicuramente potrà far risplendere su una moto d’eccellenza come può essere la Ducati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori