MotoGp/ Test Sepang 2014: diretta primo giorno. Rossi settimo, Bautista primo. La classifica dei tempi. Il commento di Fausto Gresini

- La Redazione

Diretta test Sepang MotoGp (prima giornata): aggiornamenti in tempo reale sulla sessione di prove in Malesia. Assente Marquez, c’è grande attesa per Rossi, Lorenzo e Pedrosa

Pedrosa_Rossi_Sepang
Dani Pedrosa e Valentino Rossi: protagonisti a Sepang (Infophoto)

Il primo posto di Alvaro Bautista nella prima giornata dei test della MotoGp a Sepang, in Malesia (clicca qui per la classifica dei tempi), ha reso naturalmente molto felice Fausto Gresini, l’ex pilota italiano che ora gestisce il team per il quale corre proprio il pilota spagnolo. Gresini ha commentato questa giornata in esclusiva per IlSussidiario.net (clicca qui per leggere l’intervista completa). Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni sul proprio centauro: “Sono molto contento della prestazione di Bautista in questa prima giornata di prove. Sono molto orgoglioso, vuol dire che ci siamo anche noi, che potremo fare cose buone nel Mondiale, anche se è ancora molto presto per dare giudizi definitivi. Abbiamo lavorato molto sulla potenza della moto. Molto del merito di questi risultati di oggi sono da attribuire al nostro tecnico e al nostro progettista. Abbiamo voluto cercare di colmare le differenze che ancora esistono con la Yamaha e la Honda ufficiali. Ci piacerebbe essere lì coi primi, vincere magari qualche gara, ma non so se si potrà lottare per la conquista del Mondiale”.

Mentre a Sepang è ormai sera e, finita la prima giornata dei test (clicca qui per la classifica dei tempi), si pensa già a quello che potrebbe succedere domani, la MotoGp deve registrare l’addio del mitico dottor Claudio Costa, ideatore della Clinica Mobile nell’ormai lontano 1977 e personaggio molto noto a tutti gli appassionati di motociclismo: il suo erede sarà il dottor Michele Zasa, 35 anni di Parma, descritto dallo stesso Costa come “un discepolo giovane e valido, conoscitore delle lingue” per portare avanti quella che è ormai un’istituzione fondamentale per il Motomondiale. Una scelta dovuta ai 73 anni di Costa, che ha scritto anche una bella lettera: “Ho deciso con grande senso di amore, umanità e responsabilità, di designare un valido discepolo per continuare l’attività della Clinica Mobile che ho inventato il 3 febbraio 1977”.

La prima giornata dei test di MotoGP a Sepang si è conclusa con una classifica davvero a sorpresa, come abbiamo già avuto modo di scrivere (clicca qui per la classifica dei tempi). Grande attesa per Valentino Rossi ovviamente, soprattutto qui in Italia: il Dottore ha chiuso in settima posizione. Tuttavia, c’è stato un momento in cui si è trovato secondo in classifica dietro Alvaro Bautista: e allora, apriti cielo su Twitter. Dove è scattata l’ironia: ricorderete al Mugello un anno fa, quando al primo giro il pilota spagnolo aveva travolto il Dottore che stava tranquillamente impostando la sua curva, trascinandolo a terra e rovinandogli la gara. A fine giornata Rossi aveva avuto parole veramente dure per il collega; che peraltro qualche tempo dopo ci aveva riprovato, stavolta non riuscendoci. L’episodio è rimasto nella mente di tanti appassionati, che oggi quando hanno visto questa situazione di classifica l’hanno presa manco fosse una gara reale. “Dai @ValeYellow46 scavalca quel bowlinghiero” scrive un utente. “Dai che ci siamo, manca solo da scavalcare (non alla sua maniera) Bautista” commenta un altro. E c’è anche chi, Bautista o non Bautista, si diverte comunque, basta che in pista ci sia il Dottore: “Se hai piacere dopo pranzo falla una piega”. Per ora sono solo test, ma tra poco si farà davvero sul serio.

La MotoGp è in pista a Sepang, in Malesia, per la seconda sessione di test in avvicinamento al Mondiale 2014 che inizierà fra meno di un mese, il prossimo 23 marzo in Qatar. Presenti tutti i piloti ad eccezione della stella Marc Marquez, campione del mondo in carica, fermo per la rottura del perone: il miglior pilota della giornata è stato, un po’ a sorpresa, Alvaro Bautista, spagnolo del team Gresini (clicca qui per la classifica dei tempi). Come ormai è prassi comune, i team sono stati molto attivi anche sui social network. Fra le tante foto su Instagram, segnaliamo quella di Hiroshi Aoyama, neo-pilota dell’Aspar Team, squadra spagnola classificatasi settima lo scorso anno nella graduatoria dei team. Il pilota giapponese, dopo essere tornato nel 2013 in MotoGP alla guida della FT di Avintia Blusens, ha sposato il team iberico, sperando in un piazzamento migliore rispetto al ventesimo posto assoluto della scorsa stagione, deludente per chi nel 2009 vinse il Mondiale 250.

Hiroshi Aoyama sale sulla sua moto a Sepang

Sorprendente al termine della prima giornata di test MotoGp sulla pista di Sepang, in Malesia. Al comando troviamo tre spagnoli – e questo potrebbe essere normale – ma non i soliti. Il primo posto infatti è andato ad Alvaro Bautista, che in sella alla sua Honda del team Gresini ha ottenuto la migliore prestazione di giornata con il tempo di , davanti ad Aleix Espargaro, che continua a sorprendere con la sua Ftr-Yamaha Open (staccato di 52 millesimi), e al fratello Pol Espargaro, terzo a 151 millesimi con la Yamaha del Team Tech 3. Classifica difficile da decifrare, che regala comunque un sorriso anche alla Ducati, che ha piazzato in quarta posizione Andrea Dovizioso, staccato di 181 millesimi dalla prima posizione. E i big? Detto che Marc Marquez è assente causa infortunio, troviamo gli altri tre “tenori” nell’ordine dalla quinta alla settima posizione, con Jorge Lorenzo che nella parte finale della sessione ha scavalcato Dani Pedrosa e Valentino Rossi, che dunque finisce la giornata in settima posizione con il tempo di , a mezzo secondo da Bautista ma a meno di due decimi sia dal compagno di squadra sia da Pedrosa. Per quanto riguarda la Ducati, va detto che l’acuto di Dovizioso è piuttosto isolato, perché invece Cal Crutchlow e Andrea Iannone hanno chiuso rispettivamente all’undicesimo e al dodicesimo posto. Da segnalare anche la presenza della Suzuki, che sta lavorando in vista del suo futuro rientro: Nobuatsu Aoki è però ventitreesimo e ultimo a oltre sei secondi dal primo. 

Mentre dalla pista di Sepang c’è da segnalare solo il quinto posto di Stefan Bradl con la Honda del team di Lucio Cecchinello, che scavalca così Jorge Lorenzo, mentre al comando resta Aleix Espargaro e Valentino Rossi è sempre terzo, non mancano argomenti di discussione in questa prima giornata di test. Innanzitutto, la situazione della Ducati: non c’è ancora l’ufficialità, ma di fatto è certo che la Rossa di Borgo Panigale correrà nel 2014 con la formula Open, che consente più libertà su benzina, gomme e motori da utilizzare nel corso della stagione. Venerdì l’annuncio ufficiale. L’altro fronte di discussione riguarda Marc Marquez: l’iridato è assente per infortunio, e dovrà certamente saltare anche la sessione di settimana prossima a Phillip Island. La Honda vorrebbe farlo partecipare almeno all’ultima sessione, quella in programma a Losail (Qatar) dal 7 al 9 marzo, che però è riservata a piloti satelliti e Open: Yamaha e Ducati si oppongono a questa deroga.

Clamoroso a Sepang: in testa alla classifica dei tempi della prima giornata dei test della MotoGp sul circuito malese troviamo lo spagnolo Aleix Espargaro, in sella alla sua Ftr-Yamaha Open, con il tempo di . Già nella precedente sessione di inizio febbraio il centauro iberico si era comportato molto bene, ma francamente era difficile immaginare di trovarlo al primo posto, sia pure in una giornata che non sta regalando grandi prestazioni cronometriche. In seconda posizione ecco Alvaro Bautista, staccato di circa un decimo dal connazionale in sella alla sua Honda Gresini. Giornata finora positiva anche per Valentino Rossi, terzo a 227 millesimi di ritardo da Espargaro e primo dei big davanti a Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, rispettivamente quarto e quinto. Il pilota della Honda ha un decimo di ritardo da Vale, mentre quello della Yamaha subisce ben quattro decimi di distacco dal compagno di squadra italiano. Da sottolineare positivamente il sesto posto di Andrea Dovizioso, in sella ad una Ducati che appare in crescita: per lui 0″855 di ritardo da Espargaro, ma conforta la vicinanza ai piloti ufficiali delle case giapponesi.

Oggi inizia la seconda sessione di test della MotoGp sul circuito malese di Sepang in vista dell’inizio del Motomondiale 2014. Dunque da oggi, mercoledì 26 febbraio (in Malesia il fuso orario è sette ore avanti rispetto all’Italia) a venerdì si torna a lavorare sodo sulle moto, con un’assenza molto pesante: Marc Marquez. Non sarà infatti in Malesia il campione del Mondo in carica, il pilota spagnolo della Honda che ad inizio febbraio aveva dominato in lungo e in largo la prima sessione, sempre a Sepang. Nel frattempo, un infortunio mentre si stava allenando ha bloccato il ventenne fenomeno, che ora deve pensare soprattutto a riprendersi in vista del primo Gran Premio stagionale – in Qatar domenica 23 marzo – mentre i suoi rivali andranno avanti con lo sviluppo e cercheranno di annullare il gap che li separava da Marquez nella precedente sessione. Occasione d’oro soprattutto per Valentino Rossi, che in quei tre giorni era sempre stato davanti a Jorge Lorenzo: una nuova conferma potrebbe segnare importanti novità nelle gerarchie interne alla squadra Yamaha. Di certo entrambi dovranno approfittare dell’assenza del grande rivale, e lo stesso discorso vale per Dani Pedrosa, che sarà al centro di tutte le attenzione della Honda Hrc qui e presumibilmente anche settimana prossima a Phillip Island, per la terza e ultima sessione di test delle Case ufficiali. A proposito di Case ufficiali: la Ducati è attesa ad un bivio che potrebbe rivelarsi decisivo. Tutte le moto della Rossa di Borgo Panigale correranno con le specifiche Open? Sin dalla precedente sessione in Malesia, la Ducati ha analizzato accuratamente tutti i dati raccolti dalla Open Pramac Racing di Yonny Hernandez. Se decidesse di correre con le Open, la scuderia guidata ora da Gigi Dall’Igna potrebbe in tal modo continuare lo sviluppo dei suoi motori nel corso della stagione, a differenza di quanto imposto alle Factory, e da ciò potrebbero trarre beneficio Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow. Chiudiamo ricordando che le caratteristiche tecniche del tracciato di Sepang, con i suoi lunghi rettilinei e le regolazioni che richiede, è perfetto per svolgere i test della MotoGp in vista di una nuova stagione: e allora, che la parola passi alla pista…

Pos   Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps Last lap
1   BAUTISTA, Alvaro GO&FUN Honda Gresini 2:00.848     60 / 61 2:01.552
2   ESPARGARO, Aleix NGM Mobile Forward Racing 2:00.900 0.052 0.052 28 / 31 2:23.909
3   ESPARGARO, Pol Monster Yamaha Tech 3 2:00.999 0.151 0.099 53 / 57 1:07.655
4   DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 2:01.029 0.181 0.030 46 / 47 1:10.834
5   LORENZO, Jorge Yamaha Factory Racing 2:01.158 0.310 0.129 54 / 56 1:17.047
6   PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 2:01.160 0.312 0.002 46 / 47 1:07.617
7   ROSSI, Valentino Yamaha Factory Racing 2:01.349 0.501 0.189 28 / 65 1:08.731
8   BRADL, Stefan LCR Honda MotoGP 2:01.491 0.643 0.142 32 / 50 1:40.582
9   SMITH, Bradley Monster Yamaha Tech 3 2:01.644 0.796 0.153 47 / 54 1:22.425
10   HAYDEN, Nicky Drive M7 Aspar 2:02.227 1.379 0.583 53 / 55 2:03.241
11   CRUTCHLOW, Cal Ducati Team 2:02.319 1.471 0.092 45 / 48 2:15.939
12   IANNONE, Andrea Pramac Racing 2:02.334 1.486 0.015 30 / 51 10:20.100
13   AOYAMA, Hiroshi Drive M7 Aspar 2:02.709 1.861 0.375 57 / 59 1:36.580
14   EDWARDS, Colin NGM Mobile Forward Racing 2:02.743 1.895 0.034 29 / 47 1:20.821
15   HERNANDEZ, Yonny Energy T.I. Pramac Racing 2:02.823 1.975 0.080 45 / 50 1:14.792
16   BARBERA, Hector Avintia Racing 2:02.975 2.127 0.152 45 / 47 1:10.616
17   DE PUNIET, Randy Team Suzuki MotoGP 2:03.341 2.493 0.366 66 / 73 1:12.482
18   REDDING, Scott GO&FUN Honda Gresini 2:03.553 2.705 0.212 50 / 51 1:14.398
19   PIRRO, Michele Ducati Test Team 2:03.991 3.143 0.438 37 / 40 9:38.155
20   NAKASUGA, Katsuyuki Yamaha Factory Test Team 2:04.165 3.317 0.174 41 / 45 1:08.511
21   DI MEGLIO, Mike Avintia Racing 2:04.885 4.037 0.720 27 / 59 1:21.541
22   ABRAHAM, Karel Cardion AB Motoracing 2:05.638 4.790 0.753 31 / 36 1:12.375
23   AOKI, Nobuatsu Team Suzuki MotoGP 2:07.302 6.454 1.664 3 / 10 1:22.177


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori